Roma-Inter: DiFra ritrova l’Olimpico, in casa segna più di tutti in Serie A

0

ROMA INTER NUMERI E CURIOSITA’  – Roma e Inter si affrontano all’Olimpico nel posticipo di domenica delle 20.30. Le due squadre vivono, in campionato e in Champions, due stati d’animo differenti: i giallorossi sono reduci dal brusco stop di Udine ma hanno ottenuto la qualificazione agli ottavi della competezione europea. I nerazzurri hanno vinto 3-0 a San Siro contro il Frosinone nell’ultimo turno di Serie A, ma dovranno giocarsi il passaggio del turno in Champions all’ultima giornata dopo aver perso con il Tottenham mercoledì a Wembley. Andiamo ad analizzare i numeri e le curiosità della sfida di domenica.

DOVE ERAVAMO RIMASTI – All’inizio dello scorso campionato, il 26 agosto 2017, l’Inter si è imposta all’Olimpico dopo aver subito il gol iniziale di Dzeko e grazie ad una spettacolare rimonta firmata da una doppietta di Mauro Icardi e dalla rete di Vecino a fissare il punteggio sull’1-3. La Roma in casa contro i nerazzurri era rimasta imbattuta negli otto precedenti (5 vittorie, 3 pareggi). Nella gara di ritorno a San Siro, il 21 gennaio 2018, è finita 1-1: reti di El Shaarawy e Vecino.

PRECEDENTI – Roma e Inter si incontrano per la 171^ volta in campionato: per le sfide di Serie A a girone unico è un record, che verrà eguagliato nel prossimo turno da Juventus-Inter. A guidare il bilancio complessivo è la formazione lombarda: 72 i successi nerazzurri, con 49 vittorie giallorosse e altrettanti pareggi. La gara si è giocata all’Olimpico in Serie A per ben 85 volte nella storia: 34 le vittorie dei padroni di casa, 23 i pareggi e 28 le affermazioni dei nerazzurri. Perfetto l’equilibrio nelle ultime sei sfide di campionato tra Roma e Inter, con due vittorie per parte e due pareggi.

SPERANZA OLIMPICO – Nelle ultime cinque partite di campionato, la Roma ha vinto una sola partita – il 4-1 dell’Olimpico contro la Sampdoria – incassando le sconfitte contro Udinese e SPAL e i pareggi sui campi di Napoli e Fiorentina. Dzeko e compagni in campionato, inoltre, hanno segnato più di tutte le altre in casa: 16 i sigilli arrivati nelle gare interne.

TABU’ PER DIFRA – Di Francesco, dunque, da quando allena la Roma, non è riuscito ancora a battere i nerazzurri. Contro i quali è invece riuscito a vincere quando sedeva sulla panchina del Sassuolo ben 4 volte, non pareggiando mai. Solo 3 le vittorie dell’Inter contro di lui, ma due particolarmente pesanti. Si tratta delle due gare vinte con ben 7 gol di scarto.

ALLARME DIFESA – All’Olimpico arriva la seconda miglior difesa del campionato con soltanto 10 gol al passivo. L’Inter di Spalletti si copre bene anche in trasferta dove ha subito solo 6 reti.  Di fronte c’è la retroguardia romanista che di gol ne ha già incassati 16 in 13 partite.

SFIDA SU CALCIO PIAZZATO – Quella di domenica sarà anche la sfida tra le due squadre del campionato che hanno segnato più di tutt su palla inattiva: i giallorossi sono andati a rete 7 volte alla pari dell’Inter con questa modalità, nessun’altra ha fatto meglio in Serie A.

VIETATO MOLLARE NEGLI ULTIMI 15 MINUTI – Il gruppo di Di Francesco dovrà mantenere la concentrazione fino ai minuti di recupero, visto che di fronte domenica sera avrà una formazione che decide spesso le partite negli ultimi 15 minuti. Nella parte finale dei match l’Inter ha infatti realizzato ben 10 reti su 25 complessive.

LA ROMA SEGNA QUANDO L’INTER SUBISCE DI PIU’ – La Roma comunque ha siglato 7 delle ultime 10 reti di campionato nel 2° tempo, intervallo temporale in cui il gruppo di Spalletti ha subito l’80% dei suoi gol (8 su 10), la percentuale più alta in questo campionato.

A DICEMBRE IL PARI E’ UNA RARITA’ – Dei 15 confronti di Serie A giocati nel mese di dicembre tra Roma e Inter, soltanto uno è terminato in parità, l’1-1 nel 1993. Gli altri risultati sono stati cinque vittorie dei giallorossi e nove dei nerazzurri.

QUELLI CON L’INTER NEL DESTINO – Patrik Schick è andato in gol nel suo primo incontro disputato in Serie A proprio contro l’Inter, nell’aprile 2017 quando indossava la maglia della Sampdoria. Stesso destinato è toccato ad Alessandro Florenzi che messo a segno  il suo primo gol in Serie A proprio contro i nerazzurri.

SPAURACCHIO ICARDI E KEITA – Il bomber agentino, a quota 7 reti in campionato, non manca mai di mettere lo ampino nei gol contro la Roma. Maurito ha preso parte attiva a cinque reti nella ultime cinque gare di campionato contro i giallorossi (quattro reti e un assist). L’ex laziale è l’altro giocatore da non perdere di vista: Keita, che nell’ultimo turno ha segnato una doppietta contro il Frosinone, ha fatto due reti anche l’ultima volta che ha incrociato la Roma in Serie A, nel derby del 30 aprile 2017.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here