Lo Shakhtar in trasferta fa paura ma la rimonta è già accaduta 40 volte

0

NUMERI E CURIOSITA’ ROMA-SHAKHTAR – Dopo la bella vittoria in campionato con il Torino, 3-0, torna a risuonare l’inno della Champions League per il ritorno dell’ottavo di finale contro lo Shakhtar Donetsk. I giallorossi nell’andata del 21 febbraio a Kharkiv hanno perso 2-1 dopo essere andati in vantaggio con Ünder: sono stati rimontati nel secondo tempo dalle reti di Facundo Ferreyra e Fred. La squadra allenata da Fonseza viene da 5 vittorie consecutive tra coppa e campionato; la formazione di Di Francesco nelle ultime 5 uscite ha ottenuto tre vittorie e due sconfitte.

IL PRECEDENTE – Lo Shakhtar ha vinto contro la Roma agli ottavi di Champions nel 2010/11. Le reti nel primo tempo di Jádson (29′), Douglas Costa (36′) e Luiz Adriano (41′) hanno regalato la vittoria per 3-2 alla formazione ucraina nella gara d’andata giocata all’Olimpico, nonostante l’autogol di Razvan Raţ (28′) e la rete di Jérémy Ménez (61′). La squadra di Mircea Lucescu ha poi archiviato la qualificazione a Donetsk con la doppietta di Willian (18′, 58′) e la rete sul finale di Eduardo (87′); per la Roma invece, sono stati decisivi l’errore dal dischetto di Marco Borriello al 28′ e l’espulsione di Philippe Mexès per doppio giallo a 4′ dall’intervallo.

BILANCIO GIALLOROSSO – Il bilancio della Roma agli ottavi di finale è di due qualificazioni e tre eliminazioni. I giallorossi hanno battuto l’Olympique Lyonnais (2006/07) e il Real Madrid  (2007/08) nelle prime due apparizioni agli ottavi, ma da allora hanno perso contro Arsenal (2008/09), Shakhtar (2010/11) e Real (2015/16). Il bilancio casalingo contro squadre ucraine è di 2 vittorie e sconfitte.

BILANCIO SHAKHTAR – Dalla vittoria nel 2011 contro la Roma, lo Shakhtar ha perso due volte su due agli ottavi di finale: contro il Borussia Dortmund nel 2012/13 (2-2 in casa, 0-3 in trasferta) e contro il Bayern Monaco nel 2014/15 (0-0 in casa, 0-7 in trasferta). Quella del ritorno contro il Bayern è la sua sconfitta europea più pesante di sempre. Pertanto, la squadra ucraina ha perso le ultime due partite fuori casa al ritorno degli ottavi di Champions League, subendo 10 gol e segnandone nove. Il suo bilancio nelle gare a eliminazione diretta contro squadre italiane è di una vittoria – quella con la Roma nel 2010/11, e 3 sconfitte.

SHAKHTAR CAVALLO DA TRASFERTA – La formazione di Fonseca non teme le sfide lontane da casa. Si è aggiudicata infatti le ultime cinque trasferte europee prima di perdere contro il Manchester City e ha vinto nove delle ultime 13 partite negli stadi avversarsi, perdendone quattro.

COSA FA LO SHAKTAR QUANDO VINCE L’ANDATA – La squadra ucraina ha vinto 15 delle 19 sfide di Champions League in cui si è imposta all’andata in casa, ma ha perso quella più recente al terzo turno di qualificazione della scorsa edizione contro il BSC Young Boys (2-0 in casa, 0-2 fuori casa, 2-4 ai rigori). La sconfitta ha interrotto una serie di sette qualificazioni consecutive dopo una vittoria casalinga all’andata, tra cui quelle contro il Tottenham e l’Olympique Marsiglia nella vittoriosa edizione di Coppa UEFA 2008/09. Quando ha vinto 2-1 in casa all’andata, lo Shakhtar ha collezionato un passaggio del turno e un’eliminazione. Al primo turno di Coppa UEFA 1979/80 è stato eliminato dal Monaco (0-2 fuori casa), mentre al primo turno di qualificazione di Coppa UEFA 1998/99 ha eliminato il Birkirkara (4-0 fuori casa).

COSA FA LA ROMA QUANDO PERDE L’ANDATA – Dopo essere stata battuta in trasferta all’andata, la formazione giallorossa ha ribaltato il risultato al ritorno in sole 6 occasioni, mentre ha avuto la peggio nelle altre 13. I precedenti includono anche la doppia finale di Coppa UEFA 1990/91 giocata contro l’Inter, con i giallorossi sconfitti 2-0 all’andata a Milano e vittoriosi soltanto per 1-0 in casa al ritorno.

COSA SERVE PER PASSARE – I ragazzi di Di Francesco per accedere ai quarti di Champions League che ormai mancano da dieci anni (dalla stagione stagione 2007-2008) devono segnare un gol in più degli avversarsi e dunque vincere il match. La Roma nelle ultime 22 gare di Champions ne ha vinte solo 4, pareggiate 8 e perse 10.  La squadra giallorossa ha totalizzato sei qualificazioni e 14 eliminazioni dopo aver perso fuori casa all’andata, con sei eliminazioni nelle ultime sei occasioni.

CHI HA FATTO L’IMPRESA PRIMA DELLA ROMA? – Ben 40 volte in Champions League una squadra ha ribaltato la sconfitta dell’andata passando il turno. Tra le squadre a esserci riuscite ci sono: Barcellona, Borussia Dortmund, Leicester e Monaco negli ottavi di finale 2016/17. Solo due volte invece una formazione è approdata al turno successivo dopo aver perso l’andata in casa – sconfitta interna dell’Ajax contro il Panathinaikos nella semifinale 1995/96, e passaggio del turno dell’Inter sul Bayern Monaco dopo la sconfitta di Milano negli ottavi del 2010/11. La sconfitta col margine più ampio che una squadra è riuscita a ribaltare nella gara di ritorno è quella ormai storica del Barcellona contro il Paris Saint-Germain negli ottavi del 2016/17. In quell’occasione i catalani vennero sconfitti 4-0 a Parigi, ma passarono il turno in virtù del 6-1 interno nella gara di ritorno. Quel risultato ha eclissato il precedente record che deteneva il Deportivo La Coruña che nei quarti di finale 2003/04 riuscì a ribaltare la sconfitta per 4-1 di San Siro contro il Milan vincendo 4-0 in casa.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here