Tonetto, una squadra toscana** per continuare a segnare

0

 
È arrivato (quasi) al termine della sua diciassettesima stagione da professionista, la dodicesima in serie A. Max Tonetto da Trieste, trentaquattro anni a novembre, ne ha percorsa di strada, nella vita e sui campi di calcio. La sua prima stagione nella Capitale, quella passata, è stata memorabile: corsa, dribbling, assist, propensione offensiva e copertura in difesa. Irripetibile, il Tonetto del 2006/2007. A tal punto che la stagione in corso dell’esterno triestino appare insufficiente, pensando al passato. Con tutta probabilità, invece, il vero Tonetto è il giocatore di questa temporada; il campionato precedente è stato (forse) un caso straordinario. Che, col tempo, ha portato solo pressione e paragoni negativi, a Max. Ora, nella testa, lui ha solo il Livorno e la voglia di tagliare per primo il traguardo tricolore. Nella sua quindicennale carriera, ha affrontato gli amaranto toscani vestendo anche le maglie del Lecce e della Sampdoria, oltre a quella giallorossa, battendoli quattro volte in nove partite e spartendo, con loro, un punto al termine di tre gare. Numeri alla mano, la stagione del numero 22 giallorosso rimane pur sempre di grande quantità. In campionato ha collezionato 30 gare (28 da titolare) condite anche dal primo ed unico gol, finora, in maglia giallorossa, per un totale di 2645 minuti effettivi; in Coppa Campioni ha disputato 8 partite (6), correndo per 603 minuti; mentre in Coppa Italia ha raggiunto, con il match contro il Catania, i 316 giri d’orologio, in 5 confronti. «Tanta roba…», direbbe Spalletti del suo esterno. Max lo sa. Ma non ha convinto tutti, in questa annata. Per farlo potrebbero bastare delle ottime prestazioni negli ultimi trenta giorni di stagione, o, semplicemente, un altro bel gol. Il primo l’ha fatto ad una compagine toscana, l’Empoli, all’Olimpico. E sabato, a Roma, arriva di nuovo una squadra dalla Terra del tecnico giallorosso. Buona fortuna, Max.
 
Benedetto Saccà

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here