Spalletti onorerà la Coppa Italia **Gli italiani chiamano Totti in azzurro

0

19 ottobre 2008 – 21 gennaio 2009: dall’ultima sfida con i nerazzurri qualcosa è cambiato. Stordita dalla trasferta di Siena, la squadra di Spalletti affondò all’Olimpico tre mesi fa sotto i colpi di Ibrahimovic e compagni. Nonostante il distacco in classifica sia ancora abissale, la metafora della ‘lupa ferita’ oggi è tutta sulle spalle degli uomini di Mourinho: dopo il pareggio interno contro il Cagliari e la sconfitta di Bergamo è il tecnico portoghese ad esigere risposte dai suoi. Spalletti, invece, attende solo conferme: in primis dalla personalità (ri)acquisita dai giallorossi dopo il disastroso avvio di stagione. Poi dalla capacità di sopperire ancora una volta all’assenza di Francesco Totti: “Io penso che siamo alla pari. Dobbiamo andare a giocarci la partita. Domani onoreremo il calcio”, le parole del tecnico in conferenza stampa prima della partenza per Milano.VUCINIC A DISPOSIZIONE – Contro i nerazzurri la Roma si disporrà ancora secondo il 4-3-2-1. Artur prenderà nuovamente il posto di Doni (il brasiliano ha svolto l’intero allenamento con i portieri, salvo poi saltare la partitella per precauzione), mentre la linea difensiva sarà la stessa che è scesa in campo nell’ultimo turno di campionato contro il Torino: Cicinho, Mexes, Juan e Riise, da destra a sinistra. Panucci è rimasto nella Capitale per via di un gonfiore al tendine rotuleo. Il vertice basso del centrocampo verrà affidato ancora a De Rossi, con Brighi e Pizarro rispettivamente impegnati nei compiti di pressing e circolazione palla. Difficile che Spalletti rilanci Aquilani dalla primo minuto: “Potrebbe essere anche il momento, si valuta poi quello che è lo scorrimento dell’allenamento”, ha spiegato il tecnico toscano, aggiungendo però che il centrocampista soffre ancora di qualche “dolorino di compensazione, che gli crea un po’ di timore e ancora non riesce ad esprimersi”. Con tutta probabilità Aquilani sarà della partita solo nel secondo tempo. Risulta invece completamente recuperato Vucinic, anche se il prossimo impegno di campionato dei giallorossi contro il Napoli potrebbe suggerire prudenza all’allenatore. Dalla scelta dipenderà l’assetto del vertice alto dell’albero di natale: se l’attaccante montenegrino dovesse sedere inizialmente in panchina, Baptista verrà sfruttato nuovamente come terminale offensivo, con Perrotta e Menez a supporto.GLI ITALIANI CHIAMANO TOTTI – Come Panucci anche Totti è rimasto a Roma per proseguire il programma di recupero. Nonostante il Capitano si sia allenato con i compagni e abbia preso parte alla sfida in famiglia, il rientro in campo è rimandato a Napoli: “Oggi aveva un indolenzimento generale dovuto alla reintroduzione al lavoro – la delucidazione di Spalletti – Ci siamo confrontati e lui è d’accordo con me nel proseguire con il lavoro per farlo entrare ancora di più in condizione”. Nel frattempo un sondaggio indetto dal Tg1 ha evidenziato che il 64% degli italiani sarebbe favorevole ad un ritorno di Totti in maglia azzurra, in vista dei Mondiali del 2010. Il commissario tecnico Marcello Lippi ha recentemente dichiarato che “la disponibilità di Francesco a tornare in Nazionale è una dimostrazione di serietà”. E ha aggiunto: “Però decido io. Quindi come io ho rispettato lui in passato, lui rispetterà me in futuro”. L’impressione è che il ct abbia voluto prendere tempo rispetto alla questione. Il 10 febbraio l’Italia sarà impegnata nell’amichevole di lusso contro il Brasile. Vedere Totti convocato per l’occasione è pressochè impossibile. Magari entro il 2010 qualcosa sarà cambiato…Simone Di Segni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here