News della giornata. Ultimatum per Petrachi, Pallotta: “Offerto a Totti il ruolo di direttore tecnico”. Stadio, Fiumicino ipotesi concreta

0

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

PALLOTTA – Il presidente della Roma James Pallotta ha parlato di Fonseca, nuovo allenatore giallorosso, e di Francesco Totti, viste le polemiche che si sono scatenate in questi giorni a proposito del suo ruolo dirigenziale. Queste le sue parole: “Forse Francesco pensa di avere bisogno di un po’ di tempo per pensare al suo futuro e al suo ruolo nel club, cosa che tutti rispettiamo. Francesco ha vissuto 30 anni nel calcio, la maggior parte dei quali allacciandosi gli scarpini per dare tutto per la Roma. Se Francesco ha bisogno di tempo, noi gli daremo tempo. Guido Fienga si è seduto al tavolo con lui diverse volte e gli ha parlato del ruolo e di quello che implicherebbe. Si tratta di un ruolo molto importante nel club, probabilmente uno dei più importanti e influenti nella nostra area sportiva e il fatto che vogliamo che sia lui ad assumerlo spiega tutto su quello che pensiamo di Francesco”.

UFFICIALE ROMA PINZOLO – L’AS Roma torna a Pinzolo, dove dal 29 giugno al 7 luglio, svolgerà il ritiro in vista della prossima stagione. I giallorossi svolgeranno la preparazione in Trentino in vista degli impegni nei turni preliminari di Europa League. In Val Rendena la Roma disputerà anche un’amichevole prima del rientro nella Capitale. Come di consueto il programma sarà ricco di incontri e di attività, tra le quali non mancheranno il saluto della squadra ai tifosi, il Village e lo store ufficiale.

TOTTI FUTURO – In queste ore in casa Roma tiene banco il caso Francesco Totti. Tutto sembrava andare verso un lieto fine tra la società ed il capitano giallorosso con un ruolo da direttore tecnico promesso ed ormai prossimo alla ratifica ufficiale. Ma il tweet di ieri dell’ex numero 10 ha scosso l’ambiente e messo molta incertezza sul suo futuro a Trigoria. Le perplessità del capitano crescono per un feeling con la società che stenta a decollare. Totti vorrebbe che la sua qualifica da direttore tecnico sia riempita di operatività quella che sarebbe mancata negli ultimi tempi. Ad esempio, il dirigente ritiene di non essere stato realmente coinvolto nella scelta dell’allenatore e per questo avrebbe deciso di disertare il blitz di Madrid per raggiungere l’accordo con Fonseca ed il summit di Londra.

PETRACHI ROMA – La Roma si prepara alla nuova stagione, avendo però ancora tanti problemi da risolvere e nel minor tempo possibile. Per ora l’unica certezza è Paulo Fonseca, diventato da poco il nuovo tecnico giallorosso. La società capitolina attende ancora che Cairo liberi Gianluca Petrachi, che dovrebbe diventare a breve il nuovo ds giallorosso. Il tempo però scorre e la sessione estiva di calciomercato si avvicina. Per questo la Roma avrebbe dato a Petrachi una sorta di ultimatum: 14 giorni per liberarsi, in vista del 1 luglio, quando lo voleva operativo. Nel frattempo i giallorossi starebbero valutando delle alternative per tutelarsi.

CALCIOMERCATO
ONUACHU – Con l’imminente partenza di Dzeko, in casa Roma si iniziano a valutare diversi nomi per l’attacco. I giallorossi starebbero pensando anche a Paul Onuachu. Sull’attaccante classe ’94 del Midtjylland ci sarebbe anche il Bologna.
VERISSIMO – Uno dei nomi più accostati ai giallorossi in ottica mercato per rinforzare la difesa è, senza dubbio, quello di Lucas Verissimo. Portarlo nella capitale ora potrebbe essere più facile, ma soprattutto conveniente. Il Santos vorrebbe cedere il difensore e per farlo accetterebbe anche una cifra meno elevata del previsto: 5-8 milioni di euro.  
PONCE – Dopo aver disputato una stagione degna di nota in Grecia, con la maglia dell’AEK Atene, ora Ponce sembra pronto a trasferirsi in Russia. La Roma sarebbe vicina a trovare un accordo con lo Spartak Mosca per la cessione del giocatore. Alla società giallorossa spetterebbero 7 milioni e all’argentino sarebbe già stato offerto un ingaggio da 1,8 milioni.
ZANIOLO – La Juventus non molla Nicolò Zaniolo. Fabio Paratici, ds bianconero, ritiene il classe ’99 uno degli elementi più preziosi per un progetto a medio-lungo termine, un talento tra i più promettenti nel panorama italiano e la società bianconera non vuole lasciarsela scappare. La Juventus potrebbe proporre uno scambio dell’ex Inter con Higuain. L’argentino sarebbe un’ottima spalla per Ronaldo, ma ricoprirebbe più volentieri il ruolo di protagonista altrove e la Roma non è un’idea da scartare.
BARKAS – Il nome nuovo per la porta della Roma è quello di Vasilios Barkas. Il portiere dell’AEK Atene è da tempo un osservato speciale in casa giallorossa, con il club capitolino che ha deciso di recapitare ai greci un’offerta da 7-8 milioni. La società greca manterrebbe il 15% sulla rivendita del classe ’94. Olsen nel frattempo piace in Inghilterra e potrebbe salutare Roma dopo solo una stagione.
FER – Nella giornata di ieri è circolata l’indiscrezione di un interessamento della Roma per Leroy Fer, centrocampista ex Swansea che attualmente è svincolato. Rob Jansen, l’agente del giocatore, è stato intervistato da Teleradiostereo. Queste le sue parole: “La Roma? È una possibilità, di più non posso dire“.
GERSON – Sono in molti i calciatori che dopo un anno in prestito sono destinati a tornare a Trigoria. Tra questi c’è anche Gerson, centrocampista classe 1997, nell’ultima stagione alla Fiorentina e pagato circa 16 milioni di euro nell’agosto 2015. Non mancano, comunque, gli estimatori del brasiliano. Oltre all’interesse del Besiktas, nelle ultime ore si sarebbe registrato anche quello del Bologna con il calciatore che piace molto a Sinisa Mihajlovic. In rossoblu ritroverebbe anche Walter Sabatini che lo strappò al Barcellona quattro anni fa.
ISMAILY, FRED – Un grande obiettivo resta sempre Ismaily dello Shakhtar. La richiesta del club ucraino è di 20 milioni di euro, ma si può chiudere a 15. A centrocampo occhio anche a Fred del Manchester United, in prestito, anche se in pole resta Bruno Guimaraes dell’Atletico Paranense.

HIGUAIN – Gonzalo Higuain è stato di recente accostato ai giallorossi in ottica mercato, ma dal fratello Jorge Nicolas sono arrivate oggi le prime smentite in merito: “Io e Gonzalo abbiamo deciso che se tornerà a giocare in Italia, lo faremo solo alla Juventus. Per un ritorno al River Plate è ancora presto. Ha 31 anni e sono sicuro che le vacanze lo ricaricheranno in modo da poter essere all’altezza della Juventus. Può ancora fare la differenza”.

PETAGNA – I giallorossi si guardano intorno, alla ricerca di un attaccante per rimpiazzare Edin Dzeko. Di recente il nome di Petagna è stato accostato alla società giallorossa in ottica mercato, ma il presidente della Spal, Walter Mattioli, ha voluto subito mettere le cose in chiaro. Queste le sue parole durante la conferenza di presentazione della campagna abbonamenti: ”Petagna dal 30 giugno sarà un giocatore della Spal”. Gli emiliani sarebbero quindi pronti a riscattarlo dopo la stagione in prestito dall’Atalanta.

UNDER – La rivoluzione per la Roma è dietro l’angolo, ma c’è anche una schiera di calciatori che attende una chiamata dal club per rinnovare i propri contratti. Tra i casi più urgenti c’è sicuramente quello di Cengiz Under. Il turco ha chiesto un adeguamento dell’ingaggio e la Roma sarebbe anche disposta a concederglielo ma le due parti sono distanti sulle cifre. L’ex Basaksehir ha chiesto lo stesso ingaggio di Kluivert (2 milioni più bonus) mentre i giallorossi sarebbero arrivati al massimo a 2 compresi i bonus.

STADIO DELLA ROMA FIUMICINO – Già da tempo era giunta alla Roma la volontà del sindaco di Fiumicino Montino di proporre alla società una sorta di exit strategy dal pantano in cui sembra essere finita con il progetto Stadio di Tor di Valle, candidando terreni del comune da lui amministrato. Dalle ore 14.30 alle 15, si sarebbe svolto un colloquio tra Montino e il vicepresidente giallorosso Mauro Baldissoni, sul tavolo si ipotizza che ci potrebbe essere stata proprio la proposta del sindaco di spostare il progetto dello Stadio della Roma a Fiumicino.

MONTINO – “Abbiamo approfondito la proposta che abbiamo lanciato. Non vuole essere una concorrenza a nessuno ma una possibilità, un’ipotesi alternativa a soli a sette chilometri da Tor di Valle a ridosso dell’aeroporto di Fiumicino. Nel caso in cui la soluzione A dovesse rimanere incagliata come lo è ora, sarebbe giusto guardare ad un’opzione B. E’ chiaro ed evidente che c’è un interesse da parte della Roma, ed è stata lei a richiedere questo incontro. Questa soluzione è fattibile, senza togliere nulla a nessuno ma è una soluzione concreta, non ci sarebbe bisogno di grandi varianti e sono aree nelle quali fare grandi progetti strutturali”. Queste le parole di Esterino Montino, sindaco di Fiumicino. Quest’oggi c’è stato infatti un incontro con Baldissoni per poter realizzare l’impianto giallorosso in quell’area anziché a Tor di Valle. “Ricominciare tutto da capo? – continua – No tutto da capo no, le aree sono similari perché queste aree, come quelle di Tor di Valle, stanno dentro il bacino del Tevere. Il vincolo è superato perché su quelle aree si può costruire. E’ possibile far “atterrare” il progetto, ovviamente con le dovute modifiche, ma senza stravolgerlo. Il grosso di questo progetto sarebbe possibile utilizzarlo”.

DI FRANCESCO – Sembra ormai tutto fatto: Eusebio Di Francesco è pronto a diventare il nuovo allenatore della Sampdoria. Nella notte, infatti, l’ex allenatore della Roma ha accettato la proposta di Massimo Ferrero per un triennale da circa 1,8 milioni a stagione. Resta solo da risolvere il contratto con il club giallorosso, cosa che potrebbe succedere nelle prossime ore.

MONDIALE FEMMINILE ITALIA – Dopo aver conquistato la vittoria in extremis contro l’Australia nella partita di debutto al Mondiale Femminile, l’Italia fa il bis asfaltando la Giamaica per il secondo turno del girone C imponendosi per 5-0. Le verdeoro venivano da una sconfitta per 3-0 contro il Brasile nella prima giornata della Coppa del Mondo. Titolari anche due romaniste: Bartoli per le azzurre, in campo per 90′, e Swaby per la Giamaica sostituita nel secondo tempo. In panchina, invece, SerturiniPipitone e Trudi Carter. L’Italia, in questo momento, è prima nel girone a punteggio pieno, grazie alla sconfitta del Brasile contro l’Australia, e vola agli ottavi di finale.

Claudia Belli


Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here