News della giornata. Infermeria ancora piena, la Roma vuole blindare El Shaarawy. Moggi: “Pallotta è mal consigliato”

0

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA – La Roma prosegue la preparazione in vista della sfida di campionato contro la Spal, in programma sabato alle 18.00. Il programma della seduta prevede un riscaldamento, tecnica e tattica. Individuale di recupero per Diego Perotti, individuale in campo per KolarovZaniolo Pastore. Continuano le terapie ManolasPellegriniDe Rossi e Under.

ALLENAMENTO SPAL – La Spal, sotto la guida di Semplici, ha svolto esercitazioni tattiche, seguite da una partitella a campo ridotto. Differenziato per Mattia Valoti a causa di un trauma contusivo al ginocchio destro rimediato durante la gara di domenica scorsa contro l’Inter. Le sue condizioni saranno valutate giorno per giorno.

CONFERENZA STAMPA – L’allenatore giallorosso Claudio Ranieri interverrà domani alle 10.30 in conferenza stampa in vista di Spal-Roma. Il tecnico romanista introdurrà la gara di campionato in programma sabato alle 18, rispondendo alle domande dei giornalisti presso la sala conferenze di Trigoria.

EL SHAARAWY – La stagione di El Shaarawy, al contrario di quella della Roma, è stata un continuo crescendo a suon di prestazioni e di gol, coronata anche dalla fascia da capitano negli ultimi minuti della gara contro l’Empoli. Il Faraone, autore di 9 gol in campionato, è pronto a prendersi la Roma: prima con Monchi e ora con Massara, verrà al più presto rivisto e prolungato il suo contratto in scadenza nel 2020.

CALCIOMERCATO TADIC – “Ha dimostrato di poter giocare ad altissimi livelli contro chiunque. Un futuro in Italia? Ha un contratto con l’Ajax fino al 2022, ma tutto è possibile. Non ho mai confermato l’interesse di club italiani ai media, tantomeno dell’Inter. Ma per il prosieguo dipende da quale club si farà sotto…”. Queste sono le parole dell’agente di Tadic, Milos Malenovic. Il nome dell’esterno offensivo era stato accostato anche alla Roma nei giorni scorsi.

JULIO SERGIO RANIERI – L’ex portiere giallorosso Julio Sergio ha rilasciato un’intervista a Leggo e tra i vari argomenti trattati ha parlato anche di Claudio Ranieri, attuale tecnico della Roma: “Ha una grande carisma e riesce sempre a tirare fuori il carattere ai suoi giocatori. Anche loro però devono mettere da parte social o altre cose e tirare fuori il cuore come ho fatto io nel 2010. Sono sicuro che anche loro hanno fame di vittorie, per farlo devono seguire in tutto e per tutto il mister”. Sono sincero a questo punto della stagione non avrei cambiato allenatore, ma la scelta di Ranieri era la migliore possibile dal momento in cui hanno esonerato Di Francesco”.

MOGGI ROMA CHAMPIONS – Luciano Moggi torna a parlare della Roma ai microfoni di Radio Radio. I temi principali sono la gestione Pallotta e la corsa Champions. Ecco alcune delle sue parole: “Tra Roma e Lazio chi merita di più la Champions? Come organizzazione sicuramente la Lazio. I biancocelesti hanno un presidente sempre attivo, ha un ds, Tare, che è uno dei migliori del nostro campionato. Hanno una buona squadra. Il peso politico potrebbe essere più della Roma che della Lazio, però sicuramente entrambe saranno in lizza per tentare di andare in Champions o in Europa League.”

NAPOLI GIUNTOLI – Il Napoli blinda Cristiano Giuntoli. Il direttore sportivo dei campani “resterà per altri cinque anni”, fa sapere il club azzurro attraverso il proprio profilo Twitter. Il dirigente partenopeo nelle ultime settimane era stato accostato alla Roma per il dopo Monchi: Qualche interesse esterno c’è stato, ma la volontà di rimanere non è mai mancata“, ha dichiarato l’ex direttore sportivo del Carpi. “Siamo molto felici di poter continuare il lavoro con lui. Continueremo a crescere insieme“, ha aggiunto De Laurentiis chiudendo di fatto a un ipotetico futuro di Giuntoli alla Roma.

SALA VAR UNICA COVERCIANO – È in fase avanzata di progettazione da parte dell’Associazione Italiana Arbitri, la realizzazione di un centro V.A.R. (Video Assistant Referee) unico per tutte le gare, presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano. Come viene riportato dal sito della Figc, La sala V.A.R. unica, in accordo con la Federazione Italiana Giuoco Calcio, probabilmente prenderà il via a partire dalla Stagione Sportiva 2019/2020, e avrà l’obiettivo di fornire un’attività arbitrale sempre più efficace ed efficiente per l’intero mondo del calcio italiano e internazionale.


SZCZESNY TOTTI DE ROSSI – Wojciech Szczęsny, ex portiere della Roma ora alla Juventus, ha rilasciato un’intervista al canale YouTube Foot Truck. Tra i vari argomenti trattati, l’estremo difensore polacco ha parlato anche dei suoi compagni del periodo romanista: Totti e De Rossi. Queste alcune delle sue parole: “Totti? Una grande figura, sia per la reputazione che per le qualità. L’innamoramento dei tifosi nei suoi confronti forse non era sano per la società e per la squadra. Però da un certo punto di vista era comprensibile e quando le cose andavano male e lui si riscaldava o entrava in campo, lo stadio si svegliava e cominciava una nuova partita. De Rossi per me è stato sempre il vero Capitano della squadra, dello spogliatoio. Questo perché Totti era una leggenda del club ed era una figura talmente forte, probabilmente lo era anche più della squadra. Da un certo punto di vista c’era Totti e c’era la Roma. Daniele invece è stato veramente l’anima dello spogliatoio, con un carattere eccezionale ed è veramente un grande calciatore”.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane il tema più dibattuto è sicuramente la rimonta della Juventus ai danni dell’Atletico Madrid che ha spalancato ai bianconeri le porte dei quarti di finale di Champions League. Max Leggeri a Centro Suono Sport afferma: “La serata juventina di ieri ci ha reso ancora più depressi. A me riesce difficile fare i complimenti alla Juve, ma se investi e se porti a casa il più forte al mondo riesci poi a ottenere successo. Qui, invece, ci è stato tolto anche il sogno di poter vincere. Ci hanno assuefatto alla mediocrità. I giocatori della Juve, se paragonati ai nostri, sembra che pratichino un altro sport. Il gap tecnico è evidente a tutti. A Trigoria, secondo me, non hanno voglia di vincere. Il prossimo anno sarà un anno difficile. Io pretendo di tornare ad essere un tifoso di una squadra che può competere per vincere un trofeo. Il male di Roma è la diffusa prostituzione intellettuale, i mercenari del consenso, che hanno incanalato il pensiero di una parte della tifoseria. I capi-corrente del ‘tutto va bene”. Queste invece le parole di Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “La Roma pensa di non poter arrivare alla Juventus sia per la questione stadio di proprietà, ma anche per altro. La Juventus non fallisce gli acquisti che fa, o meglio non ce ne ricordiamo molti. Nell’ultima partita è stato capitano El Shaarawy, nella Roma non c’è più un senso di appartenenza che prima invece era un marchio di fabbrica. Sono cambiate le prospettive di questa squadra”.

Claudia Belli






Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here