News della giornata. Fonseca c’è il nodo clausola, Ranieri: “Stadio fondamentale per il futuro della Roma”. Cairo pronto a chiedere un indennizzo per Petrachi

1

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

DZEKO ICARDI – Ormai Edin Dzeko sembra davvero a un passo dall’Inter e la suggestione del possibile scambio con Mauro Icardi ha interessato molto la piazza. Sarebbero stati proprio i nerazzurri a proporre alla Roma l’inserimento dell’argentino all’interno della trattativa, ma i giallorossi avrebbero capito che si tratterebbe di un’ipotesi bella quanto impossibile, considerando che ci sarebbero diversi fattori a ostacolarla. I problemi principali risiederebbero nella mancanza degli introiti della Champions; nella necessità di tagliare il monte ingaggi; nella trimestrale di bilancio in rosso per oltre 24 milioni; la valutazione di Icardi per 80 milioni di euro; la richiesta di ingaggio che si aggirerebbe intorno a 7 milioni.

FONSECA CLAUSOLA – Ormai Paulo Fonseca è davvero a un passo dalla Roma, sembra infatti tutto fatto tra il club giallorosso e il tecnico portoghese. Rimarrebbe però da sciogliere il nodo clausola rescissoria, infatti lo Shakhtar non intenderebbe rinunciare a un indennizzo. Nonostante il gentleman agreement tra il club e l’entourage dell’allenatore, i neroarancio sarebbero disposti solamente a uno sconto dal prezzo iniziale di 5 milioni di euro, scendendo fino a 3.

GALTIER – Sono molti i nomi circolati in orbita Roma: i giallorossi avrebbero contattato anche Christophe Galtier, il tecnico che ha portato in questa stagione il Lille alla qualificazione in Champions. L’allenatore avrebbe però declinato l’offerta per giocare la Champions League con i francesi.

PETRACHI – Il presidente del Torino Cairo si sarebbe alterato alla vista di Petrachi intento nel cercare il nuovo allenatore romanista. Il patron granata avrebbe tutta l’intenzione, dopo aver rifiutato le dimissioni del suo direttore sportivo, di non arretrare di un passo e, quindi, di chiedere un cospicuo indennizzo ai giallorossi.

DS – Petrachi potrebbe non essere da solo a lavorare sulla costruzione della Roma del futuro. I giallorossi starebbero pensando di affiancare al nuovo ds Rouven Schröder, 43enne direttore sportivo del Mainz. Il dirigente tedesco ha costruito una squadra capace di centrare l’Europa League con cessioni per 140 milioni di euro e acquisti per circa 90 milioni. Tra le scoperte di Schröder ci sono Diallo, ora al Borussia Dortmund, e Gbamin, arrivato dal Lens per 5 milioni ed ora valutato circa 30.

RANIERI – L’ex allenatore della Roma Claudio Ranieri ha parlato di alcuni temi importanti del mondo giallorosso: “Il futuro della Roma passa dalla possibilità di fare lo Stadio. La società vuole fare le cose per bene, anche il fair-play finanziario lo impone, e avendo lo stadio ci possono essere introiti maggiori. Dietro stanno lavorando bene, il pubblico però vuole vedere i risultati sul campo e ora è importante trovare un allenatore, un direttore sportivo e che tutti remino dalla stessa parte”.

CALCIOMERCATO
LYANCO – Con l’arrivo di Petrachi la Roma può iniziare a programmare la squadra del futuro. Un profilo che piace è quello di Lyanco che però è di proprietà del Torino e in questo momento i rapporti tra le due società, per via della questione ds, sono tutto tranne che distesi: la richiesta dei granata è di 25 milioni. Si puntano anche Murru e Perin ma soprattutto Pedro Obiang, ex della Sampdoria e oggi non proprio intoccabile al West Ham.  
ISMAILY MARCOS ANTONIO – L’idea di Fonseca, che con tutta probabilità sarà l’allenatore della Roma, sarebbe anche quella di portarsi qualche pupillo che conosce già il suo 4-2-3-1. Il terzino tecnico Ismaily e il trequartista Marcos Antonio, difatti, potrebbero seguirlo a Roma. Inoltre, dato il tasso di fantasia sempre presente nell’idea di Fonseca, salirebbero le quotazioni di Carrasco. Altre opzioni offensive potrebbero portare a Muriel e Samatta. Per la difesa, invece, il ds Petrachi guarda a due suoi pupilli, Lyanco e Bonifazi.
ZAPATA – Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta ha parlato di mercato e soprattutto di Zapata. Queste le sue parole. Dovremo accontentare Gasperini. Vogliamo acquistare un paio di giocatori d’esperienza, altri con prospettive di crescita. Un esempio: Tonali ci piace, ma c’è la coda. L’offerta migliore potrebbe arrivare per Zapata: lui ha detto che resta, poi i procuratori fanno il loro mestiere. A un’offerta fra i 50 e i 60 forse non si potrebbe dire no.”
SIRIGU – Tra le prime priorità del calciomercato giallorosso ci sarebbe l’acquisto di un portiere titolare. Uno dei desideri della Roma per la porta sarebbe Salvatore Sirigu, estremo difensore del Torino, che ha commentato l’interessamento della squadra capitolina: “Non so se sia vero che Cairo abbia detto di no alla Roma per me. Non ho sentito nessuno, però il presidente è un uomo di mondo. Conosce bene le regole del mercato e sono sicuro che se dovesse ricevere un’offerta per me, mi chiamerebbe lui in primis per poterne parlare. È una persona aperta a tutto. Roma è una bellissima città, ma ne parlerò nel momento in cui dovessi ricevere una proposta di qualsiasi tipo senza problemi”.

SCHICK – Patrik Schick, impegnato in questi giorni con la nazionale ceca, ha parlato del futuro. Ecco alcune delle sue dichiarazioni: “E’ stata una stagione di alti e bassi. Sfortunatamente, non è stata un’annata perfetta. Sul mio futuro non riesco a rispondere in questo  quel momento. Non so quale allenatore arriverà, cosa succederà. Quando questo sarà chiaro, posso pensare più specificamente al futuro. Ma non è nella mia natura lasciare le cose a metà. Sarà essenziale ciò che vorranno fare la società e l’allenatore con la squadra“.

STADIO DELLA ROMA – La trama del progetto dello stadio della Roma si infittisce ulteriormente. Contrari al nuovo impianto sembrerebbero essere anche i tifosi giallorossi. Anche la giunta Raggi non ha mai nascosto le sue perplessità sulla zona nella quale andrebbe costruito il nuovo stadio, soprattutto riguardanti le difficoltà nel raggiungere l’impianto. Va detto, però, che, nonostante la priorità data all’urbanistica, l’idea sarebbe quella di andare avanti. Il prossimo passo, quindi rimarrebbe la realizzazione delle opere pubbliche da parte dei privati. L’assessore allo sport di Roma Capitale Daniele Frongia ha parlato della situazione dell’impiantistica sportiva della città:  “È confermata la volontà politica di andare avanti, come espresso dalla sindaca Raggi, ribadendo l’importanza di avere le opere infrastrutturali antecedenti alla realizzazione dello stadio, posizione espressa anche dalla maggioranza 5 stelle. Entrambe le parti vogliono arrivare a una decisione congiunta e concordata e per questo si rivedranno entro un paio di settimane. A quel punto avremo un aggiornamento”.

PEROTTI DE ROSSI – Diego Perotti ha parlato del suo futuro e di un possibile approdo di Daniele De Rossi al Boca Juniors. Queste le sue dichiarazioni: “Sarebbe ideale per questa squadra, sia per caratteristiche sia per il fatto che gli piace il Boca. E’ uno di quei giocatori che non si farebbe impressionare dalla “Bombonera” perché ha vissuto una finale di Coppa del Mondo. La pressione questo ragazzo non la sente. L’ho sempre detto e non vorrei essere ripetitivo per i tifosi. Mi piacerebbe tornare a vestire la maglia del Boca, ma non posso mentire. Ho altri due anni di contratto con la Roma e li voglio rispettare. Poi vedremo se nel 2021 vorranno prendermi. Non dipende solo da me.”

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane il tema principale è quello dell’interessamento da parte della Roma a Icardi. Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Tento di dare porzioni di verità. So che in quel contesto non inventano cose e la notizia di Icardi è fondata. Si vuole far fare una plusvalenza alla Roma con Dzeko e nell’occasione è saltato fuori il nome di Icardi, anche perché l’Inter come la Roma ha bisogno di fare plusvalenze. Conte non vuole vederlo nemmeno in allenamento. Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Quella di Icardi è semplicemente una suggestione, magari partita da qualche spiffero di questo o quel dirigente. Parliamo di un centravanti di livello, 26 anni, che potrebbe essere entrato in orbita Roma, a margine della cessione di Dzeko. Ci siamo scottati pesantemente sul piano emotivo per il naufragio dell’operazione Conte, questo mi spinge ad essere assolutamente pessimista: allo stato attuale, Icardi alla Roma è più di un sogno, le probabilità sono risicatissime. Se la Roma dovesse sostituire Dzeko con Icardi farebbe un colpo incredibile, tale da rilanciare l’entusiasmo che sta appassendo di giorno in giorno in città, ma al momento c’è l’1% di possibilità”.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Schick… I tuoi sono solamente BASSI… Mi piace questa autovalutazione… Gli alti quali sarebbero stati! Che ti sei messo la fascetta da Rambo in testa? Mi auguro che te levi de mezzoal più presto… Ma di sicuro, da brava pippa “conclamata” sono convinto che ti dichiarerai innamorato della Roma anche tu! Per i Ds pur di fare plusvalenze Pallotta ne vorrebbe due… Uno per acquistare e vendere… L’altro SOLO PER VENDERE… Poi se ne esce con le lettere kilometriche… PALLOTTA, NON TE CREDE PIU’ NESSUNO! VENDI E TOGLITI DI MEZZO! Dello Stadio non me ne frega nulla! Quando si potrà, si farà… Prima o poi si dovrà fare per forza! Ammeno che non vogliamo rimanere un Paese (per quanto riguarda il calcio) sottosviluppato! L’unica cosa che mi fa rabbia è che c’ha messo bocca tutta l’Italia sullo Stadio della Roma! Grazie a quell’attrezzo che hanno messo a Capo di Roma! Mai toccato un livello così basso, e non “parlo” solo di calcio… Spero che prima o poi la ingabbiano! FORZA ROMA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here