News della giornata. Barella rifiuta la Roma, il Bologna incontra i giallorossi per Defrel. Per il ritiro si attende la sentenza dell’UEFA

2

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

ZANIOLO ROMA – Igor Zaniolo, padre del talentuoso centrocampista giallorosso, ha parlato di suo figlio e del suo futuro: “Nicolò è tranquillo. Quando la Roma ufficializzerà il nuovo ds, saremo sicuramente i primi ad esser chiamati. E’ tranquillo, non avverte il peso delle critiche, ci sta un momento particolare, come accade a tutti i calciatori, basta solo attendere che passi il temporale. Quello che ha fatto non gliel’ha regalato nessuno, è lui che fa la doppietta al Porto, i gol in A, gli esordi con giocate importanti. Per un giovane è fondamentale la fiducia, Di Francesco ha capito che Nicolò avesse bisogno di fiducia, gliel’ha data mentre Ranieri per varie contingenze gliene ha data meno. Conosco poco Fonseca, ma vorrà una squadra di corsa, fresca, con un gioco offensivo, che si sposa perfettamente con le caratteristiche di Nicolò”.

CALCIOMERCATO
DZEKO – La trattativa tra Inter e Roma per Edin Dzeko è in una fase di stallo. I nerazzurri hanno l’accordo totale con il giocatore ormai da qualche settimana, ma devono ancora trovare una formula che accontenti la società giallorossa. La chiave per sbloccare la situazione potrebbe essere l’inserimento come contropartita tecnica del giovane Davide Merola. L’Inter però non vorrebbe rischiare di trovarsi di fronte ad un nuovo caso Zaniolo e preferirebbe vendere il giovane talento al Bologna, generando così una plusvalenza ma mantenendo il diritto di recompra.

BARTRA – Per sostituire i probabili partenti Manolas ed Olsen, la Roma starebbe pensando, tra le varie alternative, anche a due giocatori del Betis Siviglia. Per la porta il profilo è quello di Pau Lopez, su cui pende una clausola rescissoria da 35 milioni di euro. I giallorossi hanno già offerto 20 milioni più il 50% della futura rivendita di Sanabria, ma gli spagnoli pretendono il pagamento dell’intera clausola. Per la difesa invece il nome è quello di Marc Bartra. L’ex Barcellona ha una clausola rescissoria da 60 milioni ma il suo prezzo di vendita è inferiore. I giallorossi starebbero infatti cercando abbassare le pretese del club andaluso. Vicente Fores Cornejo, agente dello spagnolo, ha parlato del possibile interessamento dei giallorossi: “Roma interessata a Bartra? È possibile, ma non posso dire di più”.

BARELLA – Nicolò Barella è uno dei nomi più in voga di questo calciomercato. Il centrocampista del Cagliari è da mesi nel mirino della Roma ma non solo; anche Inter PSG puntano sul classe ’97. I giallorossi hanno provato a strappare Barella alla concorrenza offrendo al club rossoblù Luca Pellegrini Defrel, oltre a un conguaglio economico. I sardi hanno dato l’ok per l’affare, ma da parte del centrocampista è arrivata una risposta negativa: Nicolò preferirebbe infatti andare all’Inter.

KOLAROV – Kolarov è uno dei tanti big che sembrano essere davvero in partenza in questo calciomercato estivo. Il Fenerbahçe avrebbe trovato l’accordo con il serbo, in base a una proposta da 2.8 milioni di euro a stagione per due anni con l’opzione per il terzo. Ora però i turchi dovranno trattare con i giallorossi. La Roma, però, ha smentito categoricamente le notizie che arrivano dalla Turchia a proposito della cessione di Kolarov.

MANOLAS  – Sanare il bilancio, rimotivare la piazza e regalare a Fonseca un vero colpo. Non sarà facile il lavoro del nuovo ds Petrachi che sta studiando una complessa strategia di mercato per centrare i tre obiettivi. I nomi del piano romanista sono quelli di ManolasMertens e Luca Pellegrini. La Roma, però, non farà sconti e per questo proporrà al Napoli un piano alternativo: l’idea è di incassare i 36 milioni del greco entro il 30 giugno e poi riversarne parte al club azzurro per Mertens a luglio.

PELLEGRINI – Visto che l’Inter non vuole pagare i 23 richiesti dai giallorossi per Dzeko ecco l’idea alternativa che riguarda Luca Pellegrini. Il terzino, di ritorno dal prestito al Cagliari, piace alla Juventus. La Roma fa il prezzo: 20 milioni, tutti di plusvalenza visto che il ragazzo è cresciuto nelle giovanili. In alternativa, piace Perin e qui potrebbe essere riproposta la formula presentata al Napoli.

DEFREL – Non solo acquisti e cessioni, la Roma dovrà fronteggiare anche il ritorno di alcuni giocatori andati in prestito in altre squadre. Uno tra questi è Gregoire Defrel, non riscattato dalla Sampdoria. Non solo il Cagliari sull’attaccante: anche il Bologna di Mihajlovic è interessato al giallorosso. Oggi ci sarà un incontro tra la dirigenza della Roma e quella rossoblù per trovare un accordo.

VERDE – Tra i giocatori pronti a rientrare a Trigoria dai prestiti in giro per il mondo c’è anche Daniele Verde. L’ala italiana non verrà riscattata dal Valladolid, poiché la cifra richiesta di 2 milioni di euro sarebbe ritenuta troppo alta dal club. In compenso ci sarebbe un’altra squadra spagnola che starebbe pensando a lui, infatti il Betis Siviglia avrebbe intenzione di subentrare nella trattativa e corrispondere ai giallorossi la cifra richiesta.

NAVAS – Una delle priorità del mercato giallorosso sarà l’acquisto di un portiere. Olsen non ha convinto e con ogni probabilità partirà, mentre Mirante dovrebbe tornare a fare il secondo. Negli ultimi giorni i giallorossi si sarebbero interessati al portiere del Real Madrid Keylor Navas. Il costaricano è stato uno dei protagonisti del record di Champions League vinte consecutivamente dai blancos, ma Zidane in questo momento gli preferirebbe Courtois. Già nelle passate sessioni di mercato Florentino Perez aveva messo Navas sul mercato e quest’anno forse il portiere potrebbe partire davvero. Oltre alla Roma si sarebbero interessati al costaricano anche MonacoArsenal e Benfica, con i portoghesi che in questo momento sembrerebbero in vantaggio sulla concorrenza.

SCHICK – Giampaolo riabbraccerebbe volentieri in rossonero un suo vecchio pupillo: Patrik Schick, un calciatore che con lui alla Sampdoria ha fatto vedere le cose migliori. Il ceco è un obiettivo del Milan ma, visto i 42 milioni sborsati dalla Roma quasi 3 estati fa, il prezzo del cartellino è ancora fuori portata: per questo si starebbe pensando a proporre uno scambio con Cutrone. Il centravanti, impegnato adesso con l’Italia Under 21, ha voglia di giocare e reclama spazio e con la prossima cessione di Dzeko potrebbe tornare utile al club giallorosso.

FIENGA DIRIGENZA ROMA – Dopo gli addii di Totti e De Rossi, la fase di transizione è stata gestita da Fienga, ma la ristrutturazione va avanti. In questo momento il Ceo è il plenipotenziario della società, ma l’intervista rilasciata da Baldissoni a Sky lascia intendere come i confini sulle deleghe interne siano tornati in discussione. Fienga sembrerebbe stanco di questo ruolo da numero due del club o comunque non ambisce a mantenerlo a tempo indeterminato e sarebbe intenzionato tornare alle sue vecchie funzioni, più vicine al settore marketing. Questa volontà del CEO, se venisse rinnovato il contratto a Baldissoni, consentirebbe al vice-presidente di riprendersi un ruolo di vetrina.

DE SANCTIS – La Roma ha particolarmente apprezzato la crescita professionale di De Sanctis e per lui avrebbe pronto una nuova carica: sarà il vice di Gianluca Petrachi (l’ufficialità della nomina è attesa per il 1° luglio) affiancandolo così nel lavoro quotidiano, prendendo, dunque, le mansioni di Massara. Dopo aver seguito il corso di allenatore Uefa Pro, l’ex portiere ha superato brillantemente il corso di direttore sportivo a Coverciano, svolgendo un ruolo fondamentale all’interno della società, quello di team manager.

TOTTI – A distanza di qualche giorno dalla conferenza stampa in cui Francesco Totti ha dato le sue dimissioni dalla Roma, Marcello Lippi è tornato sulle parole del simbolo giallorosso: “Si è sfogato pubblicamente. Francesco ha preso una decisione importante, maturata perché c’erano delle cose che non gli stavano bene. Ha detto quello che pensava, come del resto ha sempre fatto, interrompendo un rapporto di lavoro col suo club dopo una lunga carriera, trascorsa sempre a difesa degli stessi colori. Totti ha descritto una situazione che non andava come voleva, e lo ha fatto a modo suo, col proprio pensiero, con lo stile che lo caratterizza. La sua scelta va rispettata, come va rispettato il suo sfogo”.

EUROPA LEAGUE – La Roma sta cominciando a pianificare la sua prossima stagione ma il programma dell’estate potrebbe cambiare ben presto. Il Milan che, ad ora dovrebbe partecipare all’Europa League, potrebbe non prenderne più parte a causa della squalifica dell’Uefa per violazioni del Fair Play Finanziario e far qualificare i giallorossi direttamente ai gironi. Questo potrebbe far slittare il raduno fissato per mercoledì prossimo. L’idea sarebbe quella, di conseguenza, di spostare il ritiro a Pinzolo che, però, dall’8 al 20 luglio è prenotato dal Benevento. I giallorossi, a quel punto, dovrebbero andare in Trentino dopo quella data. Si stanno valutando, comunque, altre opzioni come Seefeld in Austria.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Se mai questa info fosse vera e non lo so : L’ex Barcellona ha una clausola rescissoria da 60 milioni ma il suo prezzo di vendita è inferiore ….. a quanto puoi prendere il giocatore?? a 35,40?? e secondo voi la roma puo spendere tutti questi soldi per un giocatore che non sai quanto é forte, non sai se si ambienta e rischi poi di trovartelo sul groppone come tanti altri che non puoi rivenderli perché altrimenti ci perdi un sacco di soldi??

  2. Barella, na sarvata de gniente … tutti quei soldi … ma levateve per uno poco più che normale, prendiamo Veretout, 100 volte meglio, una considerazione, solo 2 anni fa tra Roma e Inter avrebbero tutti scelto la Roma … vaje a da torto a Totti …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here