Italpetroli-Unicredit, altro rinvio: il 5 Luglio l´ultimo appello

0

 
Un altro rinvio. Si è conclusa così la prima udienza dell’arbitrato tra Italpetroli e Unicredit per trovare un accordo circa l’esposizione di 325 milioni di euro della holding della famiglia Sensi nei confronti della banca di Piazza Cordusio.Un rinvio lungo dodici giorni che culminerà il 5 Luglio data fissata come ultima nella trattativa tra le parti. Una data fondamentale per decidere le sorti sia della Italpetroli che dell’As Roma.
 
Cesare Ruperto, presidente del Collegio arbitrale che si sta occupando della questione è stato chiarissimo: “Il 5 luglio è il termine ultimo per il tentativo di conciliazione, oltre non si potrà andare. Se per quella data non si sarà trovato un accordo si andrà al lodo arbitrale” . Parole che non lasciano spazio ad interpretazioni. Sembra che Italpetroli e Unicredit possano essere vicine ad un accordo, che però in queste circostanze risulta sempre molto delicato da raggiungere. Da una parte la holding della famiglia Sensi spera di poter limare qualcosa e magari evitare di dover cedere alla banca i suoi asset migliori, dall’altra la Banca guidata da Alessandro Profumo ha tutto l’interesse a rientrare del credito che ha con Italpetroli e cercherà fino all’ultimo di arrivare alle proprietà del gruppo.
 
A confermare le voci che vorrebbero le due parti intenzionate a non arrivare fino al Lodo Arbitrale e quindi orientate a trovare un accordo, sono arrivate le parole di Gambino, uno dei tre legali che difendono gli interessi della Famiglia Sensi, all’uscita dell’udienza odierna: “Proseguiremo il tentativo di conciliazione il 5 luglio prossimo. Mi ritengo ottimista, qualche piccolo passo in avanti si può dire che c’è stato”. Dichiarazioni che fanno immaginare come la trattativa si stia svolgendo in un clima sereno. Da evidenziare anche come la notizia sia stata percepita da Piazza Affari che ha visto il titolo della Roma schizzare in alto del 5,95%. Un segnale che non solo i tifosi della Roma ma  anche il mondo finanziario sia molto attento alla questione e spera che venga trovato un accordo a breve termine tra le parti.
 
 
Massimiliano Guerra

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here