Il Rodrigo Taddei senese

0

 
Il Siena prelevò nell’estate del 2002 dal Palmeras il brasiliano ventiduenne Rodrigo Taddei che contribuì in maniera determinante alla storica promozione in serie A della compagine toscana. Alla guida della formazione bianconera c’era Papadopulo: tecnico grintoso e di carisma che coronò il sogno di allenare nella massima categoria alla bella età di 55 anni.Il campionato 2003/2004 fu il trampolino di lancio di Taddei verso la gloria: in quella stagione, infatti, accumulò 30 presenze e 8 gol che gli valsero l’interessamento della Roma intenzionata a strappare al Presidente De Luca il tornante sudamericano offrendo i cartellini di Guigou e Cufré. Tuttavia, l’elevato ingaggio dei due giocatori giallorossi fece tramontare la trattativa. A quel punto, iniziarono i problemi tra la dirigenza senese e Taddei in scadenza di contratto nel 2005: il brasiliano fu prima messo fuori squadra e poi fu reintegrato. Il giocatore, peraltro, chiese l’appoggio dell’AIC (Associazione Italiana Calciatori) denunciando la società toscana per “mobbing”. Nel giro di alcune settimane, comunque, la situazione tornò alla normalità anche se ormai i rapporti fra Taddei e il Siena si erano deteriorati. Nell’estate del 2005, quindi, l’esterno sudamericano ebbe modo di approdare finalmente alla Roma, pur dovendo affrontare un’ulteriore difficoltà dovuta al blocco del mercato giallorosso a seguito del caso Mexes. L’embargo nei confronti del club capitolino, iniziato il 29 giugno, terminò l’8 agosto con il club giallorosso che, grazie al ricorso al Tas, ottenne il via libera per il trasferimento di Taddei, di Kuffour e di Nonda.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here