Auguri De Rossi

0

Nato ad Ostia il 24 luglio del 1983 e romanista sin da bambino, De Rossi inizia a giocare ben presto nel settore giovanile dell’Ostiamare e nell’AS Roma, del quale il padre Alberto è uno dei maggiori responsabili, nonché allenatore della squadra primavera. In questo momento è uno dei migliori centrocampisti d’Europa; le richieste dei maggiori club continentali fioccano, ma la dirigenza giallorossa lo considera una bandiera destinata a sventolare nella Capitale. In un centrocampista, una miscela così ben amalgamata di quantità e qualità è merce rara da trovare; a soli 19 anni, nella stagione 2002/03, Daniele inizia a far parte stabilmente della prima squadra guidata da Capello.L’esordio arriva il 25 gennaio ’03 (Como-Roma-2-0) e la prima partita da titolare arriva il 10 maggio dello stesso anno, giorno in cui segna anche il suo primo gol in giallorosso, contro il Torino. Complice la vicinanza dell’esperto Emerson, la stagione 2003/04 è per De Rossi quella della consacrazione, grazie ai progressivi miglioramenti arriva anche la convocazione in Nazionale. Il 15 marzo 2006, nella partita di Coppa UEFA contro il Middlesbrough FC, De Rossi porta al braccio la fascia di capitano della Roma, simbolo che dimostra di meritare pochi giorni dopo, in un Roma-Messina: De Rossi segna un gol di mano, convalidato dall’arbitro; ma con grande fair play ammette l’irregolarità, facendo annullare la rete. De Rossi colleziona diverse presenze nella Nazionale Under-21, con la quale vince da titolare gli Europei Under-21 del 2004. Sempre nel 2004, vince la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene con la Nazionale olimpica,  esordendo pochi giorni dopo con la Nazionale maggiore, segnando anche un gol (Italia-Norvegia 2-1). Nel maggio del 2006 viene convocato per i mondiali di Germania, dove parte come titolare. Durante la partita Italia-Stati Uniti, del 17 giugno, viene espulso per una gomitata al volto dello statunitense McBride, in un contrasto aereo. Il gesto gli costa 4 giornate di squalifica. Al termine dell’incontro, De Rossi si scusa con McBride negli spogliatoi, in tv con i tifosi, e in una lettera alla FIFA. Terminata la squalifica, De Rossi torna a disposizione di Lippi per la finale del 9 luglio 2006, dove subentra nella ripresa al posto di Francesco Totti e si laurea campione del mondo. E’ suo il terzo rigore realizzato contro la Francia.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here