News della giornata. Per il dopo Ranieri si pensa a Sarri, ma Conte è il sogno proibito. Florenzi salta la Spal

4

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA – Non c’è tempo per la Roma di festeggiare la vittoria contro l’Empoli, fondamentale per restare attaccati al treno quarto posto. I giallorossi, infatti, oggi sono tornati ad allenarsi, in vista della sfida di sabato pomeriggio alle 18.00 contro la Spal di Semplici. Come di consueto dopo una partita, il gruppo è stato diviso tra chi ha giocato e chi no. Per quanto riguarda i singoli, terapie per Manolas, De Rossi, Pastore e Zaniolo (dolore al polpaccio post trauma contusivo); individuale per Ünder e Kolarov (per un fastidio accusato su una vecchia cicatrice). Questa settimana di lavoro dovrebbe approfondire la conoscenza tra i calciatori e Ranieri e già a Ferrara potremmo vedere qualche novità: sulla destra dovrebbe tornare dal primo minuto Karsdorp, vista la squalifica di Florenzi, così come il rientrante Fazio. Da risolvere il dubbio su un centrocampo a quattro con la presenza delle fasce o a rombo, mentre in avanti si potrà ammirare la coppia Dzeko, Schick. La ripresa è fissata per domani alle 11.00: la squadra si allenerà a questo orario per tutta la settimana.

BOOKMAKER PANCHINA ROMA – Claudio Ranieri deve traghettare la Roma fino al termine del campionato, ma per la prossima stagione il casting è aperto. Come riporta Agipronews, per il bookmaker britannico Stanleybet c’è un nome sopra tutti gli altri: Maurizio Sarri, il cui futuro giallorosso è dato a una quota particolarmente bassa, 1,75. Lontani gli altri: l’alternativa più credibile è Antonio Conte, a 6,00, seguito da Gasperini, De Zerbi e Giampaolo, tutti a 8,00, alla pari con Paulo Sousa. Outsiders Montella, Donadoni, Zaccheroni e Blanc, tutti a 12. In lista anche la suggestione Totti, ritenuta però improbabile, a 50. Ma attenzione a Ranieri: centrando l’obiettivo Champions farebbe salire di molto le sue azioni. La conferma di sir Claudio è data a 3,50.

PANCHINA ROMA DI BIAGIO – La Roma è alla ricerca di un nuovo tecnico, ma anche dei nuovi dirigenti. Detto che la coppia SabatiniOsti è ampiamente in vantaggio, con uno fra Sarri – ma dipenderà dal ChelseaGiampaolo o Gasperini in panchina, c’è una nuova possibilità all’orizzonte e caldeggiata da Franco Baldini. Secondo quanto riporta tuttomercatoweb, una soluzione che andrebbe verificata dai risultati ottenuti da Claudio Ranieri in queste settimane: il tecnico giallorosso andrebbe a occupare la scrivania del direttore tecnico, con in panchina Gigi Di Biagio: ex romanista, da calciatore, è ora alla guida dell’Under21 dal 2013.

LA PISTA TOP – Dopo la rivoluzione della scorsa settimana, la Roma pensa già al futuro. Secondo quanto riporta Ilario Di Giovambattista, direttore di Radio Radio, la società giallorossa è già alla ricerca di un allenatore top in vista della prossima stagione. Claudio Ranieri è stato scelto per di dare uno scossa alla squadra e tentare di arrivare al quarto posto, ma alla fine del campionato la Roma sembra intenzionata a fare il salto di qualità. Tra i papabili anche Antonio Conte, già in passato accostato ai giallorossi.

ROSELLA SENSI INTERVISTA – La prima avventura di Claudio Ranieri nella capitale era circa 10 anni fa e nella Roma c’erano molte cose diverse. Per prima la proprietà: ancora dovevano arrivare gli americani e la società giallorossa era guidata da Rosella Sensi. L’ex numero uno del club è intervenuta ai microfoni di Rete Sport per parlare del ritorno del tecnico romano sulla panchina capitolina e non solo. Ecco alcune delle sue parole: “Ranieri? Lo stimo molto, così come stimo Eusebio Di Francesco. Sono contenta per lui perché è una persona seria ed un gran professionista. Quando ha vinto col Leicester gli ho fatto i complimenti, perché è un professionista che merita di vincere. Sono certa che lui ce la metterà tutti, per uscire da momenti qualche volta un po’ bui”.

AGENTE CELAR ROMA EMPOLI – “L’ho sentito dopo la partita ed era contentissimo, ma spero che per lui sia soltanto la prima di una lunga serie di presenze”, queste le parole dell’agente di Zan Celar, Amir Ruznic, dopo l’esordio del suo assistito negli ultimi minuti della sfida contro l’Empoli per sostituire Schick. Non ha avuto molti palloni giocabili, ma ha corso e rincorso gli avversari, mostrato impegno e spirito di sacrificio per aiutare la squadra a portare a casa la vittoria. “Ho sempre creduto in lui e per questo non sono particolarmente sorpreso in generale del suo impatto in Italia“, ha proseguito Ruznic, tornando anche sulla trattativa che ha portato Celar nella Capitale: “L’ho proposto a Monchi e Massara. Loro lo hanno visionato e poi con il Maribor ci si è accordati in poco tempo nonostante la concorrenza di altre squadre europee“. Un classe 1999 che in Primavera ha messo in seria difficoltà tutte le difese del campionato e molti già lo paragonano a Dzeko: “Il paragone può esserci inizialmente, ma Zan è più piazzato – aggiunge Ruznic – fisicamente e ha lavorato negli ultimi anni proprio in questo senso. La cosa sorprendente è che non ha perso la velocità di base ottima che ha di natura“.

GIUDICE SPORTIVO – Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 12 marzo 2019, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate: squalifica per una giornata effettiva di gara e ammenda di 1500 euro per Florenzi.

MANCINI ROMA TRIGORIA – L’ex giallorosso Amantino Mancini, presente a Trigoria per lo stage UEFA Pro organizzato dalla Federazione, si è concesso anche a Roma Radio parlando del momento della Roma: “Lo sappiamo tutti, questa non è una piazza come le altre e lo ha detto anche Ranieri. Anche nel momento di difficoltà ieri la squadra a dimostrato di esserci, mandando un segnale forte ai tifosi con tre punti di fondamentale importanza“. L’esterno brasiliano si elogia gli esterni giallorossi: “Mi rivedo molto in El Shaarawy, ma anche in Diego Perotti, perché sono giocatori abili nell’uno contro uno e sanno saltare bene l’uomo”.

ROMA PANCHINA RANIERI – Subito dopo l’ufficialità dell’addio di Eusebio Di Francesco alla Roma, il club giallorosso aveva già pronto il suo sostituto: Claudio Ranieri. Secondo quanto riporta Tele Radio Stereo, però, il tecnico testaccino non era l’unico obiettivo della società, che nei giorni e settimane precedenti aveva sondato anche altri profili in caso di partenza dell’allenatore abruzzese: Marcello Lippi e Fabio Capello. Soprattutto il ritorno a Trigoria del secondo nome, contattato circa un mese e mezzo fa, sarebbe stato molto gradito, ma le condizioni dettate dall’ex ct dell’Inghilterra e Russia non hanno trovato un’adeguata risposta nell’offerta della Roma.

RANIERI TRIGORIA – Mister Claudio Ranieri per due giorni sarà anche professore. Il tecnico giallorosso è stato infatti scelto dalla FIGC per tenere alcune lezioni nell’ambito di uno stage organizzato per i frequentanti del corso UEFA Pro. In queste lezioni, che si svolgeranno tra oggi e domani nel centro sportivo Fulvio Bernardini a Trigoria, gli allievi potranno conoscere alcune metodologie di lavoro dello staff giallorosso, seguire da vicino gli allenamenti e confrontarsi con lo stesso tecnico sulle più importanti tematiche calcistiche. Presente anche il presidente dell’Associazione Italiana Allenatori, Renzo Ulivieri.

NO BULLI ROMA FLORENZI TESTIMONIAL – Nella sala Mechelli del Consiglio regionale del Lazio alle ore 10:30 si è svolta la conferenza stampa di presentazione della campagna di sensibilizzazione contro il bullismo “No Bulli“. Testimonial e partner dell’iniziativa la Roma con Florenzi, la Lazio con Immobile e il Frosinone con Ciofani. Le società erano presenti con i propri rappresentanti, per i giallorossi il vicepresidente Mauro Baldissoni, per i biancocelesti il presidente Claudio Lotito. Dopo gli interventi introduttivi ha preso la parola per primo il patron della Lazio, che ha sottolineato l’importanza del tema e come la sua società si stia impegnando da questo punto di vista anche con un lavoro di sensibilizzazione anche sui genitori dei piccoli calciatori, per far sì che non eccedano loro per primi nel sostenere i propri figli. Successivamente è intervenuto il vicepresidente della Roma Baldissoni, anche lui ha ribadito quanto siano fondamentali iniziative come questa e ha voluto portare l’esempio della società giallorossa che si sta impegnando da anni con la propria fondazione Roma Cares e la campagna “A Scuola di Tifo”, che lo porta nelle prime classi delle scuole elementari per parlare di temi importanti tra cui soprattutto la lotta al bullismo. A seguire sono intervenuti i giocatori, per primo Alessandro Florenzi, protagonista di un intervento emozionante, che ha raccontato il grave doppio infortunio al ginocchio e di come l’aiuto e il sostegno dei compagni di squadra sia stata fondamentale per potersi rialzare. Visibilmente emozionati, Immobile e Ciofani hanno fatto dei brevissimi interventi a sostegno dell’iniziativa.

CALCIOMERCATO – La sessione estiva di calciomercato è ancora lontana, ma la Roma non perde tempo. I giallorossi continuano a cercare rinforzi per una rosa ridimensionata dai tanti infortuni e dalle squalifiche. Un’idea per rinforzare il centrocampo potrebbe arrivare dall’Inghilterra. Come riportato da calciomercato.com, i giallorossi starebbero pensando a Danny Drinkwater. Il centrocampista del Chelsea non ha brillato in questa stagione con Sarri e Ranieri, che lo ha allenato quando era al Leicester, lo conosce molto bene e lo avrebbe consigliato alla dirigenza romana. Josip Ilicic è stato senza dubbio uno dei giocatori più accostati alla Roma durante la scorsa sessione di calciomercato. Gennaio si è poi concluso e nessun nuovo giocatore è sbarcato nella capitale, ma le cose potrebbero cambiare a giugno. L’attaccante dell’Atalanta potrebbe continuare ad essere un obiettivo di mercato del nuovo ds Massara e il suo agente non sarebbe affatto contrario all’idea. Queste le sue parole a gianlucadimarzio.com, dopo aver confermato l’interesse dei giallorossi: “Sarebbe perfetto per la Roma”. Tutti pazzi per Zaniolo. Sono in tante, infatti, le squadre che hanno messo gli occhi sul talento classe 1999 della Roma e che vorrebbero puntare al ‘colpo grosso’ quest’estate. Secondo quanto riportato da Evening Chronicle, a mettere gli occhi sull’ex Inter ora, sarebbe il Newcastle di Rafa Benitez. Per il tecnico spagnolo il giallorosso è il profilo ideale per rinforzare una squadra che, nonostante i tanti soldi spesi in questi anni, non riesce a spiccare il volo in Premier League.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche della capitale, si è parlato sicuramente molto della partita disputata dalla Roma ieri contro l’Empoli. Questo il commento di Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Ieri era una squadra davvero arrabattata, per me fin troppo hanno fatto. Ho notato qualcosa in più da Kluivert, a parte il gol, invece, Schick non mi è piaciuto”. Andrea Pugliese ha invece parlato delle decisioni arbitrali che hanno fatto molto discutere: “La Roma ha trovato anche un arbitro ostico, scarso. Due episodi clamorosi: l’ammonizione di El Shaarawy dopo Silvestre che si scusa e l’espulsione di Florenzi. Secondo cartellino allucinante, ha fatto di tutto per fermarsi, se lo ammonisci sei scarso”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Non mi è piaciuta la Roma per niente. Però i 3 punti sono buoni. Certo tanti infortunati e squalificati. Allenatore Top? Non ti ci viene nessuno se l’obbiettivo è vendere i migliori e comprare giocatori non all’altezza. La formazione che vorrei io non è proibitiva, fattibile solo che serve un investimento sostanzioso per comprare 8 titolari su 11. Per me De Rossi, Kolarov e Dzeko anche se attuali titolari il prossimo anno non ce li vedo più titolari. In più bisogna rivoluzionare la rosa vendendo quei 10 inutili e comprandone almeno 6-7 abbastanza forti.

  2. Sarri no vi prego… abbiamo appena mandiato via uno che gioca sempre allo stesso modo e ne prendiamo un altro uguale che ha la flessibilità di una panca di granito. Allenatore sopravvaiutato… Piuttosto Conte!

  3. Prendiamo una torre di Libeskind come allenatore.
    Finche’ non la si smette di mandare la squadra in giro per il mondo al posto di fare la preparazione atletica,
    Finche’ non si comprende che serve una preparazione atletica costante durante tutto l’anno,
    Finche’ non si comprende che il direttore tecnico deve comprare i calciatori adatti al pensiero tecnico dell’allenatore e non a suo piacimento,
    Finche’ non la si smette di vendere e destrutturare la squadra ogni anno,
    Finche’ non la si smette di legare la as roma alle speculazioni edilizie dei prenditori nostrani ed americani,
    si avra’ ogni anno la solita merda!.

    • Almeno Libeskind è un architetto di fama internazionale. Devo ancora capire chi è Dan Meis, cercando online sembra possa vantare solo qualche collaborazione. Boh!
      Spero che Pallotta non abbia risparmiato pure sulla progettazione…
      Per il resto non vedo come non si possa essere d’accordo con quello che hai scritto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here