La Roma, il Torino e gli intrecci di mercato

0

ROMA-TORINO , IL FACCIA A FACCIA – Smaltita l’euforia di una notte da leoni al San Paolo, la Roma accoglie il Torino con lo spirito infarcito di consapevolezza. La squadra di Mazzarri, dopo qualche prestazione convincente, ha subito una battuta d’arresto, incassando una pesante sconfitta in casa del Verona e piegandosi di fronte alla Juventus nel Derby della Mole. I giallorossi ripartono da ciò che di convincente c’è stato nel match con il Napoli: stasera non vincere segnerebbe un passo indietro fin troppo grande. Roma-Torino è anche la sfida degli ex, da Umar Sadiq (da gennaio in prestito al NAC Breda, dove ha già segnato 3 gol e fornito 2 assist) a Bruno Peres, passando per Ljajic e Iago Falque, sono stati molti gli episodi di mercato intarsiati sull’asse che congiunge la Capitale al capoluogo piemontese.

IAGO FALQUE E LJAJIC – Entrambi sono giunti a Torino nel luglio del 2016 dopo una lunga trattativa; il serbo è stato pagato 8.5 milioni più 0.5 di bonus, lo spagnolo è arrivato in prestito con diritto di riscatto fissato a 6 milioni ed esercitato da Cairo con sei mesi di anticipo sulla scadenza, a gennaio del 2017. Nonostante un buon inizio di campionato, con l’arrivo di Mazzarri (il 4 gennaio), Ljajic ha visto il campo solo negli ultimi 20 minuti della sfida contro il Verona. I due potrebbero non essere compatibili. Al danno poi si aggiunge la beffa: stasera, con Niang non al meglio per via della frattura al naso, avrebbe potuto ritagliarsi il suo spazio, invece sarà fuori a causa di un problema muscolare. Iago Falque, di contro, finora non ha saltato neanche una partita e potrebbe migliorare i numeri dello scorso anno. È già a quota 11 gol e 8 assist fra campionato e coppa Italia contro le 12 reti e gli 8 assist della precedente stagione.

BRUNO PERES – È approdato in giallorosso un anno e mezzo fa, ha un contratto quinquennale e percepisce circa 2 milioni all’anno più premi. Fra prestito oneroso (1 milione), riscatto fissato a 12.5 e bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi per un massimo di 1.5 milioni, la Roma ha versato nelle casse del Torino quasi 15 milioni di euro, con i granata che possono vantare, inoltre, una percentuale sulla futura rivendita del giocatore. Sempre in affanno, disorientato, non impeccabile neanche fuori dal campo, è sicuramente uno dei nei della Roma di Di Francesco, almeno per quanto visto fino ad oggi. L’infortunato Karsdorp, nel frattempo, fa progressi.

Paolo Sparla

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here