L’AVVERSARIA – Dopo il passo falso casalingo contro il Bologna, la Roma è chiamata al pronto riscatto contro il Cagliari, un avversario storicamente ostico per i giallorossi: negli ultimi 15 incroci, Totti e compagni hanno ottenuto 6 pareggi e 9 sconfitte. Negli ultimi 35 campionati, i capitoloni hanno vinto in terra sarda soltanto 7 volte in 22 match. Unica nota positiva è l’assenza del tifo locale, dato che lo stadio Is Arenas non è stato ritenuto agibile e la gara sarà giocata a porte chiuse. Le motivazioni per i rossoblu potrebbero arrivare da altrove: conquistare i primi tre punti nell’impianto di Quartu Sant’Elena. Sicuramente i supporters giallorossi terranno occhi puntati su Daniele Conti, vero incubo per la Roma negli ultimi anni (su 29 gol in carriera, 5 sono quelli messi a segno contro i giallorossi, la sua ‘vittima’ preferita). Ma non solo lui: i tifosi romanisti devono guardarsi bene anche da Mauricio Pinilla che in tre incroci con la Roma ha messo a segno due reti.

IL MOMENTO DEL CAGLIARI – Dopo la bella salvezza dello scorso anno, Cellino ha deciso di riconfermare Massimo Ficcadenti alla guida dei rossoblu. Anche la rosa è stata confermata in blocco, mantenendo giocatori cardine come Astori, Nainggolan (entrambi cercati dallo Zenit di Spalletti), Conti e Pinilla, che è stato riscattato dal Palermo. L’unico innesto di un certo livello è stato il ritorno di Marco Sau, autore di una buonissima stagione con la maglia della Juve Stabia (21 i gol messi a segno con le “Vespe”). Tutto, quindi, faceva presagire ad un inizio di stagione agevole determinato dal fatto che la rosa fosse già ben oliata. E invece le cose non sono andate propriamente così, già a partire dal primo impegno ufficiale: vittoria sofferta contro lo Spezia arrivata grazie ad un gol di Larrivey allo scadere. Anche l’inizio di campionato non ha regalato molte soddisfazioni ai tifosi sardi: dopo la sconfitta contro il Genoa all’esordio, i rossoblu hanno collezionato due pareggi consecutivi contro Atalanta e Palermo, entrambi in rimonta ed entrambi grazie a dei gol in ‘zona Cesarini’ (Ekdal al 91′ contro gli orobici, Sau al 87′ contro i siciliani).

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Ficcadenti dovrebbe schierare il recuperato Astori al centro della difesa in coppia con Rossettini, mentre sulle fasce dovrebbero essere confermati Perico e Pisano. A centrocampo, considerando la coppia Conti-Nainggolan inamovibile, ci sarà il ballottaggio Ekdal-Dessena per l’ultimo posto in mediana. In avanti, vista l’assenza di Cossu (elongazione dell’adduttore sinistro per il fantasista), il tecnico potrebbe schierare dal 1′ minuto Sau con Pinilla e Thiago Ribeiro a completare il reparto offensivo.

Daniele Gargiulo

Probabile formazione (4-3-3): 1 Agazzi; 24 Perico, 15 Rossettini, 13 Astori, 14 Pisano; 20 Ekdal, 5 Conti, 4 Nainggolan; 19 T. Ribeiro, 51 Pinilla, 27 Sau. A disp.: 25 Avramov, 3 Ariaudo, 8 Avelar, 32 Casarini, 21 Dessena, 15 Eriksson, 23 Ibarbo, 9 Larrivey, 18 Nenè. All.: Ficcadenti

Indisponibili: Cossu, Camilleri
Squalificati: –
Diffidati: –

CAGLIARI CALCIO

Portieri
1 Agazzi Michael (ITA)
25 Avramov Vlada (SER)
26 Anedda Riccardo (ITA)

Difensori
2 Camilleri Vincenzo (ITA)
3 Ariaudo Lorenzo (ITA)
8 Avelar Danilo Fernando (BRA)
13 Astori Davide (ITA)
14 Pisano Francesco (ITA)
15 Rossettini Luca (ITA)
24 Perico Gabriele (ITA)
29 Murru Nicola (ITA)
34 Del Fabbro Dario (ITA)

Centrocampisti
4 Nainggolan Radja (BEL)
5 Conti Daniele (ITA) (C)
7 Cossu Andrea (ITA)
16 Eriksson Sebastian (SVE)
20 Ekdal Albin (SVE)
21 Dessena Daniele (ITA)
32 Casarini Federico (ITA)
33 Piredda Marco (ITA)
Ceppelini Pablo (URU)

Attaccanti
9 Larrivey Joaquin (ARG)
18 Nenè Anderson Miguel Da Silva (BRA)
19 Ribeiro Cardoso Thiago (BRA)
23 Ibarbo Victor (COL)
27 Sau Marco (ITA)
51 Pinilla Ferreira Mauricio Riccardo (CIL)

Allenatore: Massimo Ficcadeni (ITA)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here