Frosinone, lontano dal Matusa non scocca la magia: mai vincente la squadra di Stellone

1

ROMA-FROSINONE, L’AVVERSARIA – Il campionato giallorosso continua tra i rimpianti di un cambio in panchina arrivato, forse, troppo tardi, ma resta anche aggrappato alla flebile speranza di vedere un passo falso delle prime della classe. In questo tourbillon di emozioni si presenta la 22^ giornata contro il Frosinone, penultimo in classifica e a meno sette dalla salvezza. Il club ciociaro è alla prima stagione in Serie A e, al momento, sembra destinata a restare un unicum nella storia della società. Il presidente Stirpe e l’allenatore Stellone, però, tentano di trasmettere alla squadra quel pizzico di cattiveria che potrebbe regalare ai tifosi canarini un finale ricco di colpi di scena. Per compiere l’impresa non basta l’agonismo, serve anche equilibrio e i 45 gol subiti fino a oggi preoccupano e non poco. Un timido segnale di ripresa è arrivato nel pareggio a reti bianche con l’Atalanta. I gialloblu sono riusciti a mantenere la porta inviolata dopo 12 gare consecutive in cui prendevano almeno un gol. La strada per non retrocedere è ancora lunga e servirà più continuità di risultati perlomeno tra le mura amiche.

LA SALVEZZA SI COSTRUISCE IN CASA – Nonostante il pari con gli uomini di Reja, la vittoria in casa ciociara manca da due mesi. L’ultimo successo risale al 3-2 in casa del 29 novembre contro l’Hellas. Da lì in poi solamente due pareggi che hanno visto scendere notevolmente le chance di permanenza nel massimo campionato. Il Frosinone deve tornare a marciare. Se non in trasferta, dove sono arrivati 2 dei 19 punti totali, almeno al Matusa. La magia trasmessa in casa dai tifosi non riesce a trovare spazio in trasferta. Con la Roma, vista la vicinanza delle due città e il fattore derby, potrebbe essere una storia a parte. La Sud sarà in sciopero, ma il settore ospiti sarà gremito, pronto a sostenere la propria squadra. La palla passa a Stellone. A lui il compito di trovare il giusto mix che porti quella solidità troppe volte mancata nelle battute finali dei match e spesso risultata fatale. Sono 5 i gol subiti nei minuti di recupero e nessuno in Serie A ha fatto peggio. Anche i giallorossi, però, tendono a crollare nella ripresa e in particolare nell’ultimo quarto d’ora. Mai come in questa partita i cambi nella ripresa potranno spostare gli equilibri di una partita delicata per entrambe.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Contro l’Atalanta, Stellone ha abbandonato il suo classico 4-4-2 in favore del 4-3-3 con discreti risultati e probabilmente lo riproporrà anche sabato all’Olimpico, mantenendo quasi gli stessi interpreti. Dunque spazio a Leali in porta, mentre il difesa il quartetto sarà così composto da destra verso sinistra: Rosi, Ajeti, Blanchard e Pavlovic. A centrocampo Kragl e Sammarco saranno le due mezz’ale con Chibsah a fare da schermo alla retroguardia. In avanti largo al tridente in grado di segnare 11 gol in totale e formato da Paganini, Ciofani e Dionisi

AFFARI ALL’OLIMPICO – Del tridente avrebbe potuto far parte Verde, ma il giovane talento giallorosso non è riuscito a integrarsi con il gruppo e il Frosinone, all’inizio del mercato invernale, lo ha rispedito al mittente. Dalla società hanno fatto capire quanto il giocatore debba ancora crescere, soprattutto sotto il profilo umano, e anche per questo la Roma lo ha subito girato in prestito al Pescara. I rapporti tra la società giallorossa e quella ciociara restano comunque ottimi, anche dopo il rifiuto da parte di Gerson e del suo entourage di trasferirsi per sei mesi nel club canarino. A dimostrazione di ciò, già sabato all’Olimpico si potrà discutere di eventuali trattative. Si era parlato di parcheggiare Alisson per sei mesi, ma potrebbe non essere l’unico nome sulla lista dei due ds.

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Probabile formazione (4-3-3): 33 Leali; 28 Rosi, 93 Ajeti, 6 Blanchard, 20 Pavlovic; 11 Kragl, 22 Chibsah, 21 Sammarco; 17 Paganini, 9 D.Ciofani, 18 Dionisi
A disp.: 1 Zappino, 23 Gomis, 13 M.Ciofani, 69 Bertoncini, 4 Russo, 7 Frara, 8 Gucher, 19 Tonev, 12 Longo, 10 Soddimo
All. Stellone

Squalificati: Gori
Diffidati: Paganini, Diakité
Indisponibili: Crivello, Carlini

LA ROSA

PORTIERI

33 Leali (ITA)
23 Gomis (SEN)
1 Zappino (ITA)

DIFENSORI

6 Blanchard (ITA)
24 Diakité (FRA-SEN)
13 M.Ciofani (ITA)
4 Russo (ITA)
20 Pavlovic (SVI)
3 Crivello (ITA)
28 Rosi (ITA)
21 Bertoncini (ITA)
93 Ajeti (ALB)

CENTROCAMPISTI

8 Gucher (AUS)
7 Frara (ITA)
22 Chibsah (GHA)
5 Gori (ITA)
23 Sammarco (ITA)
19 Tonev (BUL)
11 Kragl (GER)
10 Soddimo (ITA)

ATTACCANTI

17 Paganini (ITA)
12 Longo (ITA)
18 Dionisi (ITA)
9 D.Ciofani (ITA)
29 Carlini (ITA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here