Faccia a faccia: Pastore vs Milinkovic, quando l’attacco non gira, ci pensa il centrocampo

1

FACCIA A FACCIA – L’anticipo del sabato vede protagonista il derby capitolino tra Roma e Lazio. Dopo la buona prestazione contro il Frosinone la Roma vuole ripetersi per non far tornare i fantasmi di inizio stagione, e vorrà farlo proprio contro la squadra di Simone Inzaghi. La Lazio, apparsa in leggera difficoltà nella vittoria contro l’Udinese, cercherà di continuare la striscia positiva di vittorie che in questo momento la portano al quarto posto in campionato. Ad infiammare questa gara, ci sarà una sfida tra due giocatori che con il loro talento potrebbero cambiare le sorti delle proprie squadre. Pastore e Milinkovic-Savic. Analizziamo lo stato attuale dei due centrocampisti:

PASTORE– Il talento di Javier Pastore non è mai stato un mistero. Già dalla seconda stagione a Palermo comincia a farsi notare, diventando costantemente uno dei migliori in campo. Addirittura, nella serata del 24 gennaio 2011 gli viene assegnato l’Oscar del calcio AIC per il miglior calciatore giovane del 2010, battendo gli altri due candidati Mario Balotelli e Alexandre Pato. Con 11 gol segnati in campionato, è il capocannoniere del Palermo. In quella stagione ha totalizzato 13 reti in 45 presenze considerando anche le realizzazioni in Coppa Italia ed Europa League. Il 6 agosto 2011 passa Paris Saint-Germain in cambio di € 43 milioni, non pochi. Sono 7 gli anni che Javier Pastore ha passato con i francesi, andando a totalizzare 263 presenze e 43 reti, tra campionato e coppe. Un percorso un po’ in salita quello dell’argentino a Parigi, che dopo un inizio ad alti ritmi, alla conclusione del settimo anno, si trasferisce alla Roma. La sua avventura giallorossa è iniziata brillantemente, infiammando l’Olimpico con un gol di tacco contro l’Atalanta. Ma la sua condizione non ancora ottimale, e le prestazioni tutt’altro che buone della squadra non gli hanno permesso di esprimersi al meglio. Nell’ultima sfida in casa contro il Frosinone però, sembra aver ritrovato una condizione migliore, andando a siglare un gol fotocopia del precedente. Sempre con il destro, di tacco e all’angolino. Pastore, come la Roma, vorrà sicuramente ripartire dall’ultima vittoria, e portarsi a casa il derby capitolino.

MILINKOVIC-SAVICMilinkovic è sicuramente uno dei giocatori più talentuosi dei biancocelesti, e nonostante venga messo in dubbio per la formazione titolare, Inzaghi probabilmente non ne farà a meno e lo schiererà dall’inizio. Nell’estate del 2014 passa al club belga del Genk che sborsa 400 mila euro al Vojvodina. Conclude la stagione totalizzando 24 presenze e 5 reti. La sua avventura al Genk non dura molto e la Lazio ufficializza il suo acquisto nel 2015, per 10 milioni di euro. Il 1 marzo 2017, nella sua seconda stagione con la maglia biancoceleste, mette a segno la sua prima rete proprio in un derby di Roma, in occasione della semifinale di Coppa Italia vinta 2-0 dai biancocelesti. In 4 anni alla Lazio, Milinkovic ha collezionato 128 presenze e 25 reti, tra campionato e coppe, dimostrandosi importante anche sotto l’aspetto realizzativo. Questa estate, molte voci di mercato lo hanno visto lontano da Roma, ma il serbo è rimasto e, nonostante un inizio zoppicante di stagione, è pronto per il derby di sabato contro i giallorossi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here