Faccia a faccia. Manolas vs Koulibaly, DiFra e Ancelotti si affidano alla difesa

0

FACCIA A FACCIA – Domenica sera al San Paolo, Napoli e Roma si affronteranno in un match infuocato e di grande importante per le rispettive squadre. I giallorossi, reduci dalla vittoria di Champions League, proveranno a rimediare alla brutta sconfitta subita in casa contro la Spal. Il Napoli, attualmente a -4 dalla Juventus, cercherà di dare continuità alla striscia di vittorie avuta nelle ultime gare. Ad accendere il match, ci sarà una sfida nella sfida: i giocatori in questione sono Kostas Manolas e Kalidou Koulibaly. Andiamo ad analizzare lo stato attuale dei giocatori:

MANOLAS – Cresciuto nelle giovanili del Thrasyvoulos Fylis, Manolas venne affiancato dallo zio Stelios , direttore tecnico dell’AEK, che lo indicò alla dirigenza. Trasferitosi all’AEK Atene ha esordito contro l’AO Kavala il 13 marzo 2010. Ha segnato il suo primo gol contro l’Olympiacos F.C. Il 3 luglio 2012 Manolas diventa a titolo definitivo un giocatore di questi ultimi. Dopo due stagioni da titolare fisso viene ceduto nella sessione di mercato successiva alla Roma, dopo 74 presenze complessive e 6 gol , due dei quali in Champions League. In 5 stagioni in giallorosso, Kostas Manolas ha contribuito notevolmente alle vittorie della Roma, una su tutte quella contro il Barcellona all’Olimpico, indimenticabile per i tifosi giallorossi. In cinque anni alla Roma, il greco ha totalizzato 341 presenze e 19 reti, tra campionato e coppe. Nel match contro il Napoli cercherà di fare le cose che gli riescono meglio: correre e difendere.

KOULIBALY – Kalidou Koulibaly comincia la carriera nel Saint-Dié, giocando nel Championnat de France amateur 2, quinta serie del calcio francese. Si trasferisce poi al Genk per 1,2 milioni di euro. Nella seconda stagione con la maglia del Genk, grazie alle sue prestazioni, attira le attenzioni di club come Manchester United e AS Monaco. Il 19 maggio 2014 il difensore approda al Napoli, che lo acquista per circa 8 milioni di euro. Esordisce il 19 agosto, nella gara di andata del turno preliminare di UEFA Champions League, giocata contro l’Athletic Bilbao. Il 24 settembre successivo realizza il suo primo gol in assoluto con la maglia del Napoli, e il primo in Serie A. Dopo cinque stagioni in maglia azzurra, Koulibaly ha totalizzato 307 presenze e 12 reti, tra campionato e coppe, diventando uno dei punti saldi del Napoli. Anche lui, come Manolas, vorrà incidere sulla gara, a partire dal coprire la porta difesa da Ospina.

Alice Cappella

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here