Faccia a faccia. Pellegrini vs Zajc per una trequarti di fantasia

0

FACCIA A FACCIA – Non c’è due senza tre. E, come tutto il mondo romanista sperava, anche questa volta il detto è risultato veritiero. Tre vittorie e tre grandi prestazioni contro Frosinone, Lazio e Viktoria Plzen per ridare sicurezza ed entusiasmo alla Roma. Come potrebbe essere altrimenti? Se la partita contro i ciociari poteva essere considerata uno scenario poco rilevante, il derby capitolino ha confermato la forza di volontà della squadra offrendo un bel gioco da parte di tutto il gruppo. La gara in Champions contro i cechi, poi, ha regalato 90 minuti, anzi 92 considerando il gol allo scadere, di belle prestazioni che hanno fatto divertire tutto il pubblico allo stadio e non. E’ però il momento di lasciare l’Olimpico, che in queste ultime tre partite è diventato una fortezza, per tornare a giocare in trasferta. Nel prossimo match, infatti, la Roma affronterà l’Empoli al Castellani e dovrà dimostrare la sua forza anche fuori le mura di casa.

LORENZO PELLEGRINI – Lorenzo Pellegrini è uno dei migliori giovani prospetti italiani. Classe ’96, all’età di 9 anni entra a far parte del vivaio della Roma ed esordisce nel 2015 in una partita con il Cesena vinta poi per 1-0 dai giallorossi. Nell’estate dello stesso anno viene acquistato a titolo definitivo dal Sassuolo dopo che la Roma inserì una clausola di recompra che esercitò solo due anni più tardi, nel 2017. Nella Capitale ritrova Eusebio Di Francesco, mister che lo valorizzò con la squadra neroverde. Lo scorso anno esordisce in Champions League nella partita contro l’Atletico Madrid, finita con un pareggio a reti bianche.  Dopo la partenza, in questa sessione di calciomercato, di 2/3 del centrocampo giallorosso, Pellegrini ha avuto un ruolo fondamentale prima nel 4-3-3 e poi nel 4-2-3-1 di Di Francesco. Il ragazzo ha cominciato la stagione come mezzala ma, ‘grazie’ ad un infortunio di Pastore nel derby con la Lazio, è sceso in campo come trequartista. Posizione che aveva già sperimentato sempre con lo stesso allenatore a Sassuolo “nei momenti di difficoltà“, come rivela l’abruzzese. Ruolo che ha tirato fuori le migliori potenzialità del centrocampista considerando che, nello stesso derby, ha collezionato un gol, un assist e una punizione da cui è arrivato il gol del momentaneo 2-1. Anche contro il Viktoria Plzen, in due delle cinque reti, c’è stato il suo zampino; prima l’assist a Under e poi contribuendo, con una verticalizzazione per lo stesso turco, al gol di Kluivert. Ma, oltre a questi dati, la caratteristica che affascina di più di Pellegrini è proprio la capacità di trovare gli spazi alle spalle della prima linea di pressione avversaria. Inoltre, la facilità di giocare con entrambi i piedi permette a Di Francesco di spostarlo all’interno della stessa partita sia sul centro destra che sul centro sinistra. Uno dei suoi difetti è il poco approccio difensivo: non è sempre reattivo quando c’è da recuperare il pallone.

MIHA ZAJC – Da sempre l’Empoli è stata una vera e propria cantera che sforna grandissimi centrocampisti e anche quest’anno, grazie a Miha Zajc, non si è smentita. Nato in Slovenia nel 1994, esordisce nel massimo campionato nazionale con l’Olimpia Lubiana e a gennaio 2017, dopo una piccola parentesi al Celje, viene ceduto all’Empoli per 1,5 milioni. In toscana è stato uno dei cardini della promozione in Serie A e il suo valore di mercato è lievitato esponenzialmente grazie alle gare giocate da vero protagonista. Lo sloveno muove i primi passi nel mondo del calcio come centrocampista centrale, ma con il passare del tempo è diventato sempre di più il trequartista moderno a ridosso delle due punte nel 4-3-1-2 di Andreazzoli. Sebbene la trequarti avversaria sia il suo posto del campo ideale, gli anni passati a giocare davanti alla difesa lo hanno reso un centrocampista versatile che può essere utilizzato in diverse zone del campo. I suoi punti di forza, così come per il centrocampista giallorosso, sono i calci piazzati. I tiri da fuori sono una vera specialità, anche se spesso cerca l’inserimento sotto porta per farsi trovare pronto per eventuali ribattute a rete.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here