Empoli, il gol è tabu: solo 2 reti in campionato per un digiuno che dura da 664′

0

EMPOLI-ROMA, L’AVVERSARIA – Domani alle 15.00, la Roma sfida l‘Empoli al Castellani nell’undicesima giornata di Serie A. I padroni di casa, terzultimi a quota sei punti, cercano un risultato utile per rilanciarsi nella lotta per la salvezza dopo la sconfitta per 2-0 subita al San Paolo contro il Napoli. Con la Roma però il bilancio non sorride ai toscani: in 22 partite i giallorossi hanno ottenuto 15 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.

ATTACCO FLOP – Domani sarà anche la sfida tra il miglior attacco della Serie A, quello della squadra di Spalletti (26 reti), e il peggiore, quello dell’Empoli (2 gol). La formazione di Martusciello ha segnato una sola volta nelle prime dieci giornate, nella notte del 2-1 in casa con il Crotone. Negli altri nove incontri gli azzurri sono rimasti a bocca asciutta e il loro digiuno di gol dura ormai da 664 minuti. A testimoniare la difficoltà della squadra nel creare occasioni pericolose c’è anche un altro dato: i toscani sono la formazione che tira meno in campionato.

LE SCELTE – Mister Martusciello, che deve fare a meno dell’infortunato Laurini, conferma il consueto 4-3-1-2 con l’ex Skorupski in porta, Veseli, Bellusci, Costa e Pasqual in difesa, Croce, Mauri e Tello a centrocampo e Saponara alle spalle della coppia PucciarelliMaccarone.

EMPOLI (4-3-1-2): 28 Skorupski; 13 Veseli, 6 Bellusci, 15 A. Costa, 21 Pasqual; 88 A. Tello, 5 Mauri, 11 Croce; 10 Saponara; 20 Pucciarelli, 7 Maccarone. All.: Martusciello
A disp.: 23 Pelagotti, 3 Zambelli, 19 Barba, 21 Cosic, 77 Buchel, 4 Dimarco, 33 Krunic, 8 Diuosse, 31 Pereira, 17 Maiello, 9 Michelidze, 89 Marilungo, 18 Gilardino.

INDISPONIBILI: Laurini (infortunio ai flessori)
SQUALIFICATI:
DIFFIDATI: 6 Bellusci

Marco Miele

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here