Colantuono studia la formula per riaccendere il proprio attacco

0

L’AVVERSARIA: L’ATALANTA – Guai a farsi ingannare dalla classifica. L’Atalanta è una di quelle formazioni storicamente ostiche tra le proprie mura amiche: non sarà quindi una passeggiata per la Roma tornare a casa con i tre punti in tasca. Partita con l’obiettivo di centrare una salvezza agevole, la dirigenza orobica aveva impostato una campagna acquisti incentrata sulla qualità: oltre ad aver trattenuto i big (unica eccezione è stata la partenza di Consigli), il presidente Percassi ha regalato a Colantuono rinforzi del calibro di Giuseppe Biava, Alejando Gomez e l’ex Rolando Bianchi. In queste prime giornate, però, il riscontro sul campo è stato negativo: due vittorie, a fronte di quattro pari e cinque sconfitte. Inoltre i nerazzurri hanno palesato una certa difficoltà a trovare la via della rete: sono solo quattro i gol messi a segno (due Boakye, e una marcatura a testa per Denis e Estigarribia) che li relegano all’ultimo posto della Serie A. Di contro la retroguardia si è comportata in maniera egregia: se l’Atalanta si trova “solo” in quart’ultima posizione è grazie anche alla difesa che ha concesso solamente undici gol agli avversari (il quinto miglior reparto difensivo del campionato). Sta al tecnico ora riuscire a trovare il giusto equilibrio ed allontanarsi della sabbie mobili.

IL MOMENTO DELL’ATALANTAUn mese fa l’ultima vittoria. Poi il nulla. Dal successo interno contro il Parma, datato 19 ottobre, l’Atalanta non è più riuscita a conquistare i tre punti, perdendo al Friuli contro l’Udinese e collezionando tre pareggi di fila contro Napoli, Torino e Sassuolo, con questi ultimi due arrivati in trasferta ed entrambi terminati a rete bianche. Il fedele manifesto delle difficoltà di Denis & co a bucare le reti avversarie.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Per la sfida contro la “sua” Roma, mister Colantuono sembra orientato a confermare la linea difensiva schierata nell’ultimo impegno contro il Sassuolo: spazio quindi a Benalouane e Dramé sulle fasce e la coppia Stendardo-Cherubin al centro. Dalla metà campo in sù potrebbero esserci invece novità: viste le non perfette condizioni di Molina e Migliaccio (quest’ultimo dovrebbe però essere del match), si passerà al 4-3-3 nel quale verrà data un’occasione a D’Alessandro (prodotto del vivaio giallorosso, ndr) che avrà il compito di innescare Denis assieme a Maxi Moralez. Dietro il tridente si muoverà la cerniera composta da Carmona (che sostituirà lo squalificato Cigarini), Baselli e Migliaccio. Un modulo speculare per contrastare la forza d’urto dei giallorossi: questa l’idea di base del tecnico atalantino.

A.B.

Probabile formazione (4-3-3): Sportiello; Benalouane, Stendardo, Cherubin, Dramé; Baselli, Carmona, Migliaccio; D’Alessandro, Denis, Moralez. 
A disp.: Avramov, Scaloni, Bellini, Biava, Raimondi, Del Grosso, Zappacosta, Spinazzola, Gomez, Boakye, Bianchi. All.: Colantuono.

Indisponibili: Rosseti (Ricostruzione legamento crociato anteriore del ginocchio), Estigarribia (Rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Molina (Affaticamento al flessore).
Squalificati: Cigarini.
Diffidati: Dramé.

ROSA ATALANTA

Portieri

78 Giorgio Frezzolini

57 Marco Sportiello

1 Vlada Avramov

Difensori

22 Davide Zappacosta

2   Guglielmo Stendardo

6 Gianpaolo Bellini

27 Cristiano Del Grosso

5   Lionel Scaloni

93 Boukary Dramé

33 Nicolo Cherubin

20 Giuseppe Biava

28 Yohan Benalouane

Centrocampisti

25 Leonardo Spinazzola

31 Salvatore Molina

8   Giuseppe Migliaccio

17 Carlos Emilio Tello Carmona

21 Luca Cigarini

77 Cristian Raimondi

10 Alejandro Dario Gomez

11 Maximiliano Nicolas Moralez

95 Alberto Grassi 

7 Marco D’Alessandro

18 Daniela Baselli

20 Marcelo Estigatrribia

Attaccanti

27 Lorenzo Rosseti

19 German Gustavo Denis

99 Richmond Boakye

9   Rolando Bianchi

All. Stefano Colantuono

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here