Carpi. Il 2016 accende le speranze salvezza, ora servono i punti

0

CARPI-ROMA, L’AVVERSARIA – “Mi aspetto una partita dove proveremo a vincere, i complimenti che ci fanno non alimentano la classifica”, è severo Castori nell’approccio alla gara con la Roma, valida per la 25^ giornata di Serie A. Il terzultimo posto a 5 lunghezze dalla 16^ posizione della Sampdoria lascia al Carpi qualche speranza di salvezza, visto anche il successo nel primo scontro diretto proprio con i blucerchiati. Nonostante la situazione drammatica di classifica, nel 2016 le prestazioni della squadra modenese sono migliorate. Nelle sette gare dell’anno nuovo sono arrivate due vittore, le stesse totalizzate fino alla sosta natalizia. Così come i successi crescono anche i punti: dei 19 totali, quasi la metà (9) sono arrivati da gennaio. Segno di un cambio di rotta importante, ma ancora insufficiente nella corsa per non retrocedere. I gol segnati sono troppo pochi (22) e se poi si vende anche il miglior marcatore stagionale nel mercato di gennaio (Borriello con 5 reti) le possibilità di restare nel massimo campionato diventano ancora più basse. Come se non bastasse le occasioni create scarseggiano e il peggior rendimento per assist vincenti (solamente 9) è la prova dei pochi palloni che arrivano alle punte e per gli inserimenti dei centrocampisti. Il Carpi per l’impresa deve sperare in una Roma già proiettata al match di Champions League con il Real Madrid, ma vista la possibilità di scavalcare Inter e Fiorentina, sembra un’ipotesi piuttosto remota. A questo punto alla squadra di Castori non resta che metterla sul piano della corsa, se non fosse per i 99, 767 km percorsi in media a gara. Peggio ha fatto solo il Torino e con la cura Spalletti anche i giallorossi sono tornati a “pedalare”.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Dopo 24 partite non c’è ancora un undici titolare e i 33 giocatori utilizzati da inizio stagione ne sono la prova. I biancorossi sono la squadra che più di tutte ha cambiato gli interpreti, ma almeno il modulo resta una certezza. Il 4-4-2 di Castori anti-Roma prevede Belec trai pali. In difesa da destra verso sinistra agiranno: Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo e Sabelli. A centrocampo spazio a Crimi e Letizia sulle fasce, mentre al centro si posizioneranno Cofie e Martinho. In attacco fiducia alla coppia Mancosu-Lasagna.

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Probabile formazione (4-4-2): 27 Belec; 5 Zaccardo, 21 Romagnoli, 6 Gagliolo, 2 Sabelli; 17 Crimi, 4 Cofie, 29 Martinha, 3 Letizia; 25 Mancosu, 15 Lasagna
A disp.: 91 Colombi, 1 Brkic, 36 Daprelà, 14 Gnahorè, 13 Poli, 10 Verdi, 20 Lollo, 7 Porcari, 19 Pasciuti, 11 Di Gaudio, 99 Mbakogu
All. Castori

Indisponibili: Fedele, De Guzman, Suagher
Diffidati:-
Squalificati: Bianco

LA ROSA

PORTIERI

1 Brkic (SER)
27 Belec (SLO)
91 Colombini (ITA)

DIFENSORI

21 Romagnoli (ITA)
18 Bubnjic (CRO)
5 Zaccardo (ITA)
6 Gagliolo(ITA)
3 Letizia (ITA)
13 Poli (ITA)
36 Daprelà (ITA)
23 Suagher (ITA)
2 Sabelli (ITA)

CENTROCAMPISTI

17 Crimi (ITA)
4 Cofie (GHA)
7 Porcari (ITA)
14 Gnahorè (GHA)
10 Lazzari (ITA)
20 Lollo (ITA)
8 Bianco (ITA)
58 Fedele (ITA)
19 Pasciuti(ITA)
29 Martinho (BRA-ITA)
16 De Guzman (NL)
11 Di Gaudio (ITA)
10 Verdi (ITA)

ATTACCANTI

99 Mbakogu (NIG)
25 Mancosu (ITA)
15 Lasagna (ITA)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here