Bologna, rinascita Donadoni: in due partite eguagliato Delio Rossi

0

BOLOGNA-ROMA, L’AVVERSARIA – La 13^ giornata si apre all’insegna delle proprietà americane. Dalla Capitale a Bologna il filo conduttore, oltre agli ex di turno Fenucci, Brighi e Destro, è rappresentato dalla dirigenza straniera, ormai sempre più frequente nel campionato italiano. I rossoblu, da quest’anno tornati in Serie A, hanno dovuto fare i conti con un avvio di stagione da brividi. La prima delusione arriva con l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Pavia, poi la striscia horror di 10 partite con 8 sconfitte e due vittorie sancisce l’esonero di Delio Rossi, condottiero nella serie cadetta e generale senza truppa nel massimo torneo italiano. Al suo posto arriva un Donadoni carico come una molla. L’esperienza di Parma non lo ha allontanato dal calcio che conta e la panchina felsinea è l’occasione migliore per lanciare la sua squadra, almeno fino a un mese fa, verso un’isperata salvezza.

IL MOMENTO –  La cura Donadoni sembra aver dato nuova verve al Bologna con due vittorie consecutive in altrettante gare di campionato. Il mister bergamasco ha già eguagliato il suo predecessore conquistando sei punti in due giornate invece di dieci. Anche sotto il profilo realizzativo i rossoblu hanno registrato un netto cambio di marcia segnando 5 reti, quasi la metà dei gol totali (11), nelle gare con Atalanta ed Helllas. Come se non bastasse anche la porta è rimasta inviolata, evento fino a quel momento accaduto solo una volta, ovvero nella vittoria in casa contro il Frosinone. L’attuale 16° posto con una lunghezza di distanza dalla zona retrocessione è una boccata d’aria fresca e permette alla squadra di affrontare con più leggerezza una Roma vogliosa di riprendersi il primato. Per Garcia le preoccupazioni maggiori, vista la possibile assenza di Destro, arriveranno da Giaccherini e Mounier. Da non sottovalutare Masina, vera e propria sorpresa azzurra sulla fascia sinistra per il club felsineo.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Alla terza panchina di Donadoni risulta ancora difficile trovare un vero e proprio assetto, ma appare scontato come l’ex Parma si affiderà a uomini di corsa, la dimostrazione sta nel fatto che i rossoblu con 107, 961 sono la terza squadra ad aver percorso più kilometri in Serie A. Spazio quindi ancora al 4-3-3 con Mirante tra i pali, mentre in difesa il quartetto sarà formato da: Rossettini, Maietta, Gastaldello e Masina. A centrocampo confermato il trio Diawara, Donsah e Rizzo. Mentre in avanti potremmo vedere il tridente leggero con Giaccherini e Mounier sulle fasce e Brienza falso nueve. Proprio i movimenti in attacco, nonostante le 5 reti messe a segno nelle ultime due gare, andranno migliorati perché ad oggi il Bologna resta il club ad aver effettuato meno tiri (80) in tredici giornate.

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Probabile formazione (4-3-3): 83 Mirante; 13 Rossettini, 20 Maietta, 28 Gastaldello, 25 Masina; 22 Rizzo, 21 Diawara, 30 Donsah; 17 Giaccherini, 23 Brienza, 26 Mounier
A disp.: 1 Da Costa, 15 Mbaye, 24 Ferrari, 4 Krafth, 3 Morleo, 6 Crisetig, 5 Pulgar, 8 Taider, 33 Brighi, 18 Acquafresca, 11 Mancosu
All. Donadoni

In dubbio: Destro
Indisponibili: Zuculini, Oikonomou
Diffidati: Destro, Masina
Squalificati: –

LA ROSA

PORTIERI

 83 Mirante (ITA)

1 Da Costa (ITA-BRA)

32 Stojanov (AUS)

DIFENSORI

2 Oikonomou (GRE)

13 Rossettini (ITA)

23 Gastaldello (ITA)

20 Maietta (ITA)

15 Mbaye (SEN)

25 Masina (ITA)

3 Morleo (ITA)

4 Krafth (SVE)

24 Ferrari (ITA)

Ceccarelli (ITA)

CENTROCAMPISTI

 30 Donsah (GHA)

21 Diawara (ITA-GUI)

6 Crisetig (ITA)

8 Taider (FRA)

22 Rizzo (ITA)

5 Pulgar (CIL)

90 Crim (ITA)

14 Zuculini (ITA-ARG)

33 Brighi (ITA)

ATTACCANTI

23 Brienza (ITA)

26 Mounier (FRA)

17 Giaccherini (ITA)

7 Falco (ITA)

10 Destro (ITA)

11 Mancosu (ITA)

18 Acquafresca (ITA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here