Parma solido in casa e D’Aversa ha una ‘freccia’ in più nel suo arco

0

PARMA ROMA, L’AVVERSARIA – La Roma fa visita al Parma allo stadio Ennio Tardini per l’ultima sfida del girone d’andata della Serie A, in programma oggi alle ore 15.00. I giallorossi sono settimi in classifica con 27 punti, a -4 dal quarto posto. I ducali occupano la dodicesima posizione a quota 25, ma sono preceduti da Atalanta, Fiorentina e Sassuolo che hanno gli stessi punti. La squadra di Roberto D’Aversa, reduce dal blitz a Firenze (0-1) con il gol decisivo di Inglese, vuole chiudere la stagione con una vittoria davanti al pubblico di casa.

COME ARRIVA – La formazione emiliana arriva alla gara con la Roma nel migliore dei modi. Il cammino casalingo degli emiliani in campionato è positivo: in 9 gare sono arrivate 3 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte con 9 gol fatti, 8 subiti e una media punti di 1,44 a partita. In trasferta l’andamento del Parma è quasi uguale: 4 successi, 5 sconfitte e nessun pareggio con 8 reti all’attivo e un passivo di 13.

L’EX SCATENATO – Il grande ex della sfida di sabato sera e pericolo numero uno per la difesa giallorossa è Gervinho. L’attaccante ivoriano, dopo le 3 stagioni nella Capitale, ha iniziato alla grande la sua seconda esperienza nel campionato italiano con la maglia del Parma. In 12 partite (812′ giocati) è andato a bersaglio 5 volte. Nella sua prima avventura in Serie A con la Roma, invece, dopo 12 presenze aveva segnato 3 reti e fornito 6 assist per i compagni, giocando 908 minuti. Il rendimento complessivo di Gervinho con i capitolini, dal 2013 al 2016, è buono: 17 centri e 18 assist in 71 presenze. L’ivoriano è entrato per 35 volte a far parte dei gol segnati dalla Roma, incidendo nel 50% delle occasioni in cui ha giocato. I tifosi romanisti l’hanno apprezzato soprattutto per il suo scatto bruciante, tanto da soprannominarlo “freccia nera”.

LE SCELTE – Roberto D’Aversa per chiudere l’anno positivamente contro la Roma punta sul consueto 4-3-3. Confermato tra i pali Sepe, mentre in difesa c’è il dubbio tra Bastoni e Gazzola per affiancare Bruno Alves. A centrocampo linea a tre con Barillà, Stulac e Luca Rigoni, favorito su Deiola. In attacco spazio al tridente veloce con l’ex giallorosso Gervinho, Inglese e Biabany, che sembra in vantaggio su Ciciretti e Siligardi.

PROBABILE FORMAZIONE

PARMA (4-3-3): 55 Sepe; 2 Iacoponi, 95 Bastoni, 22 Bruno Alves, 28 Gagliolo; 17 Barillà, 5 Stulac, 32 L.Rigoni; 27 Gervinho, 45 Inglese, 77 Biabany.
A disp.: 1 Frattali, 56 Bagheria, 23 Gazzola, 18 Gobbi, 10 Ciciretti, 8 Deiola, 20 Di Gaudio, 9 Ceravolo, 26 Siligardi, 93 Sprocati.
All.: Roberto D’Aversa

BALLOTTAGGI: Bastoni-Gazzola, L. Rigoni-Deiola, Biabany-Ciciretti, Biabany-Siligardi
IN DUBBIO: –
INDISPONIBILI: 3 Di Marco (problema agli adduttori), 88 Grassi (rottura legamento crociato), 13 Sierralta (lesione muscolare), 21 Scozzarella
SQUALIFICATI: 72 Calaiò
DIFFIDATI: 28 Gagliolo

Riccardo Casoli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here