Niente sconti ai giallorossi, Andreazzoli cerca l’impresa

2

EMPOLI-ROMA, L’AVVERSARIA – Dopo la vittoria nel derby di sabato scorso, la Roma dovrà sicuramente dare continuità ai risultati positivi ottenuti nelle ultime due sfide. L’Empoli di Andreazzoli, con soli 5 punti in classifica, cercherà di mettere in difficoltà i giallorossi, che nell’ultima partita contro la Lazio sembrano aver ritrovato quella compattezza che ad inizio stagione era stata smarrita.

IL MERCATOL’Empoli di Aurelio Andreazzoli si è sicuramente mosso molto in questo mercato estivo, sono state tante le cessioni, ma altrettanti gli acquisti. Partiamo proprio dai giocatori di cui i biancoblù si sono privati: Gabriel al Milan, Ninkovic al Genoa, Luperto al Napoli, Castagnetti alla Spal, Donnarumma al Brescia, Piu al Carpi e Picchi Cremonese. Nonostante le diverse cessioni però, l’Empoli ha chiuso in entrata numerose trattative. Partiamo dai nomi più importanti, ovvero quelli di Silvestre dalla Sampdoria, La Gumina dal Palermo, Buchel dal Verona, Acquah e l’ex giallorosso Salih Ucan direttamente dal Sion. A seguire, Marcjanik dal Arca Gdyna, Zappella dal Cuneo, Picchi dalla Pistoiese, Damiani dalla Lucchese, Borghini dal Gavorrano, Seminara dal Prato, Gargiulo dal Prato, Fantacci dal Prato, Tchanturia dal L.Tbilis, Mraz dal Zilina, Bittante dal Carpi e Fulignati dal Cesena.

GLI INTRECCI – Il primo e non trascurabile ex della partita è proprio Aurelio Andreazzoli. Nel 2005 segue Spalletti alla Roma, mantenendo il ruolo di direttore tecnico. A lui fu dedicato il grande gesto tecnico eseguito da Rodrigo Taddei che lo chiamò proprio “Aurelio”. Nel 2009 lascia la Roma insieme al tecnico toscano. Il 21 febbraio 2011 è richiamato dalla società capitolina per ricoprire il suo precedente ruolo nello staff di Montella, ruolo che continuerà a coprire anche alle spalle di Luis Enrique e Zeman. Il 2 febbraio 2013, in seguito all’esonero di Zeman, la società giallorossa gli affida la guida temporanea della squadra. Sollevato dall’incarico dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia contro la Lazio, il 20 giugno entra nello staff tecnico del nuovo allenatore giallorosso, Rudi Garcia. Il 15 gennaio 2016 si ricongiunge a Spalletti sulla panchina giallorossa, ma nel 2017 è pronto a prendere in mano le redini dell’Empoli. Altri due ex di questa sfida sono Matteo Brighi e Salih Ucan. Il primo ha trascorso cinque stagioni e mezzo con la maglia giallorossa, totalizzando 141 presenze e 13 gol, tra campionato e coppe. Il turco invece, non ha avuto un impatto importante nella capitale. Sono due gli anni che Ucan ha passato con la Roma, totalizzando solamente 10 presenze tra campionato e coppe, e nessun gol.

COSI’ IN CAMPOAndreazzoli dovrà fare i conti con un’infermeria piuttosto affollata: non saranno della gara Antonelli, Polvani e Rodriguez, in dubbio invece Pasqual e Acquah, che lascerà probabilmente il posto da titolare a Bennacer. Mraz dovrebbe accomodarsi in panchina con La Gumina favorito in attacco in compagnia di Caputo. L’ex tecnico giallorosso si schiererà dunque con il consueto 4-2-3-1, mettendo l’irremovibile Silvestre al comando della difesa ed affidandosi in attacco a Caputo.

EMPOLI (4-3-1-2): 21 Terracciano, 2 Di Lorenzo, 26 Silvestre, 22 Maietta, 5 Veseli, 28 Capezzi, 33 Krunic, Bennacer, 6 Zajc, 11 Caputo, 20 La Gumina
A disp: Provedel, 27 Untersee, 29 Marcjanik, 32 Rasmussen, 18 Acquah, 48 Ucan, 4 Brighi, 17 Lollo, 8 Traorè hj, 7 Michedlidze, 66 Mraz, 19 Jakupovic
Allenatore: Andreazzoli

BALLOTTAGGI: Bennacer-Acquah, Mraz-La Gumina

INDISPONIBILI: 9 Rodriguez, Pasqual, 15 Polvani e 13 Antonelli

SQUALIFICATI: nessuno

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here