Milan, Gattuso all-in su Higuain: alla ricerca dei primi punti

0

MILAN ROMA, L’AVVERSARIA – La Roma è pronta per affrontare la seconda trasferta di questo inizio campionato; trasferta che sarà in un campo storicamente difficile, quello di San Siro. I ragazzi di Di Francesco vengono da una vittoria con il Torino e da un pareggio con l’Atalanta, entrambi ottenuti in extremis. Il Milan, invece, ha disputato solo una delle due partite previste a causa della tragedia del ponte di Genova. Al San Paolo, contro il Napoli, i rossoneri si sono fatti rimontare il doppio vantaggio e, addirittura, hanno perso la partita a dieci minuti dal fischio finale. Due squadre, quindi, che hanno mostrato una condizione non ancora eccelsa: gli undici di Gattuso solo calati vertiginosamente nel secondo tempo di Napoli, mentre quelli di Di Francesco, contro gli orobici, hanno completamente buttato la prima frazione di gioco.

IL MERCATO – Il tecnico calabrese può ritenersi più che soddisfatto del mercato: dopo aver venduto Kalinic, che aveva deluso le aspettative nella passata stagione, Bacca e Bonucci, quest’ultimo  ‘restituito’ alla Juventus,  i rossoneri si sono rinforzati in tutti i reparti. A difendere la porta insieme a Donnarumma è arrivato Reina dal Napoli, mentre un ottimo acquisto per la difesa è stato quello di Caldara dalla Juve. A rafforzare il centrocampo ci penserà Laxalt, acquistato dal Genoa, e Bakayoko, mentre i veri e propri colpi di mercato sono stati fatti in attacco: brilla il nome di Higuain, accompagnato da un giocatore altrettanto importante come Castillejo. Proprio l’operazione che ha coinvolto Higuain, Caldara e Bonucci, è stata un’operazione di mercato che tanto ha fatto parlare tifosi e giornalisti. Infatti, dopo solo un anno in rossonero, il difensore viterbese ritorna alla Juventus, portando a Milano due giocatori molto forti come El Pipita e Caldara. Gattuso perde, dal canto suo, un difensore oggettivamente forte ma che non aveva trovato il giusto equilibrio, mentre acquista un difensore giovane e promettente e, soprattutto, il capocannoniere della Serie A 2016/17.

INTRECCI – La Roma in questo finale di mercato ha cercato di strappare ai rossoneri Suso. Leonardo e Gattuso, però, sono stati chiari: era un giocatore imprescindibile per la squadra e non si sarebbe mosso da Milano. Così è stato. Tra le file milaniste ci sono diversi volti noti come Romagnoli e Bertolacci, entrambi arrivati a Casa Milan nel 2015. Un altro ex Roma è Fabio Borini che, prima di approdare alla corte di mister Gattuso nella scorsa estate, ha passato 5 anni in Premier League tra Liverpool e Sunderland.  Negli undici di Di Francesco, invece, l’unico ex è Stephan El Shaarawy.

COSI’ IN CAMPO – Gattuso è pronto a schierare un 4-3-3 con Donnarumma a proteggere i pali, davanti a lui ci sarà la linea difensiva formata da Calabria, Musacchio , che si contende la maglia da titolare con Caldara, Romagnoli e Rodriguez, in ballottaggio con Laxalt. A centrocampo non ci dovrebbero essere dubbi:  a meno di un ripensamento dell’ultima ora, scenderanno in campo Kessie, Biglia e Bonaventura, a supporto dell’attacco formato da Suso, Higuain e Calhanoglu. Nel reparto offensivo l’unico a giocarsi la maglia da titolare con Borini è il turco.

MILAN (4-3-3): 99 G.Donnarumma; 20 Abate, 22 Musacchio, 13 Romagnoli, 68 Rodriguez; 79 Kessie, 21 Biglia, 5 Bonaventura;  8 Suso, 9  Higuain, 10 Calhanoglu.
A disp.: 25 Reina,90  A. Donnarumma, 33  Caldara, 2 Caldara,  77 Halilovic, 4 José Mauri, 16 Bertolacci, 93 Laxalt, 7 Castillejo, 14 Bakayoko, 63 Cutrone, 11 Borini.
Allenatore: Gattuso

BALLOTTAGGI: Rodriguez-Laxalt, Musacchio-Caldara, Calhanoglu-Borini
INDISPONIBILI: nessuno
SQUALIFICATI: nessuno

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here