L’AVVERSARIA. Colantuono: ‘Roma senza mezze misure’. Brighi lavora a parte, ma ci sarà

0
(Foto Getty Images)

L’AVVERSARIA – Pubblicato il 23/02:
Dopo aver superato con una prestazione convincente l’ostacolo Parma, la Roma è attesa dalla difficile trasferta in casa dell’Atalanta, valevole per il sesto turno del girone di ritorno di Serie A e crocevia fondamentale per la corsa al terzo posto (vista anche la concomitanza dello scontro tra le dirette concorrenti Napoli e Inter), ultimo piazzamento valido per la Champions League ormai obiettivo dichiarato della società giallorossa. Sarà quindi necessaria una Roma diversa dalla squadra altalenante vista lontano dall’Olimpico, il cui bilancio è in negativo: in trasferta infatti, gli uomini di Luis Enrique sono riusciti a vincere solo in quattro occasioni, pareggiando in due e perdendo per ben sei volte. L’allenatore spagnolo si avvicina alla partita di Bergamo con i grattacapi legati alle diffide di Juan e Gago e con quello del vice Totti: il capitano infatti dovrà osservare un turno di stop per squalifica. I bergamaschi sono reduci dalla opaca prestazione casalinga con il Novara (match terminato a reti inviolate). Tuttavia, dall’inizio del girone di ritorno, gli uomini di Colantuono hanno collezionato otto punti in cinque partite: frutto di due vittorie, altrettanti pareggi ed una sola sconfitta.

COLANTUONO: “ROMA SENZA MEZZE MISURE” –  Il tecnico degli orobici è intervenuto quest’oggi ai micorofoni dell’emittente Centro Suono Sport per parlare del match di domenica. Colantuono, per spiegare il tipo di atteggiamento che adotterà con i giallorossi, torna con la mente alla gara dell’andata: “I due approcci peggiori di questo campionato sono stati a Roma con la Roma e a Roma con Lazio, probabilmente ci fa male l’aria di Roma. La squadra giallorossa ha un sistema di gioco particolare, non ha mezze misure o la si aggredisce forte, o se ti prendono in campo ti devi abbassare”. Come affrontare quindi gli uomini di Luis Enrique? “Noi dobbiamo lavorare un po’ su tutto, devi trovare una via di mezzo per poter fare buona partita. Se fai le cose fatte male in quel caso rischi di avere grossi problemi”. Nonostante l’altalena di risultati, l’allenatore capitolino parla di una Roma dai grandi mezzi tecnici: “E’ una squadra forte, è vero che qualche risultato non è andato bene, ma ha giocatori incredibili come Pjanic, Gago”. Pur definendo la scuola di allenatori italiani come “la migliore”, Colantuono spende parole di stima per il collega giallorosso Luis Enrique: “Lui mi piace, anche durante l’ultima conferenza in cui era arrabbiato, ha i concetti giusti quando dice che bisogna pensare partita dopo partita e non fare passi falsi, quello che sta proponendo la Roma con molti giovani, è una cosa molto importante. Ha proposto un certo tipo di atteggiamento, una squadra più concreta, più leziosa, lui ha capito che doveva trasformare qualcosa e ci sta riuscendo. Se la Roma e i tifosi avranno pazienza vedranno grandi cose”. Perso un giocatore chiave come Padoin (accasatosi alla Juve), il tecnico romano punta sul Matteo Brighi, ex della partita: “Brighi è un ottimo sostituito, nelle ultime tre partite ha fatto cose importanti”.

TATTICA – Doppia seduta ieri per i nerazzurri al lavoro sui campi di Zingonia. Pur avendo lavorato a parte, l’ex giallorosso Birghi sarà della partita: lo staff medico nerazzurro infatti ha preferito dosare gli sforzi del mediano di Rimini, vicino alla terza partita in una settimana. Lavoro differenziato anche per Cappelli e Carmora. Quest’oggi le prove tattiche decisive nel corso della partitella che gli uomini di Colantuono dovrebbero disputare contro una formazione del settore giovanile. Se l’undici anti Roma resta ancora un rebus, non dovrebbe variare il modulo: l’ormai collaudato 4-4-1-1.  Ecco i convocati di mister Colantuono. 

Giacomo Capellini

ATALANTA BERGAMASCA CALCIO

Portieri

47    Andrea Consigli (ITA)
78    Giorgio Frezzolini (ITA)
16    Ciro Polito (ITA)

Difensori

5    Thomas Manfredini (ITA)
3    Stefano Lucchini (ITA)
6    Gianpaolo Bellini (ITA)
32   Michele Ferri (ITA)
13   Federico Peluso (ITA)
4    Daniele Capelli (ITA)
25  Andrea Masiello (ITA)
2    Guglielmo Stendardo (ITA)

Centrocampisti

27   Cristiano Doni (ITA)
7    Matias Ezequiel Schelotto (ARG)
79   Adriano Ferreira Pinto (BRA)
77   Cristian Raimondi (ITA)
17   Carlos Carmona (CIL)
23   Leonardo Pettinari (ITA)
17   Carlos Carmona (CIL)
11   Maximiliano Moralez (ARG)
10   Giacomo Bonaventura (ITA)
88   Nadir Minotti (ITA)
21   Luca Cigarini (ITA)
33   Matteo Brighi (ITA)
18   Alessandro Carrozza (ITA)
44   Riccardo Cazzola (ITA)

Attaccanti

90   Simone Tiribocchi (ITA)
89   Guido Marilungo (ITA)
28   Manolo Gabbiadini (U21 ITA)
19   German Gustavo Denis (ARG)

ALLENATORE: Stefano Colantuono (ITA)

Probabile formazione: 4-4-1-1

47 Consigli; 3 Lucchini, 2 Stendardo, 5 Manfredini, 13 Peluso; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 33 Brighi, 11 Moralez; 89 Marilungo; 19 Denis

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here