L´AVVERSARIA: Cagliari, non vince da febbraio e a Roma dal ´68

0

Mancano due partite alla fine di una stagione sorprendente, e la Roma giocherà la sua ultima partita davanti al proprio pubblico, pronto a dargli un saluto speciale per le emozioni che questa squadra è stata in grado di dargli. L’avversaria è il Cagliari di Melis che il 14 aprile ha sostituito Allegri come allenatore dei rossobu coadiuvato da Festa. Gli isolani sono una squadra che per più di metà stagione  è stata una delle sorprese del campionato per poi bloccarsi senza riuscire più a vincere, arrivando comunque ad ottenere la salvezza.MOMENTO NO – Alla venticinquesima giornata il Cagliari, che aveva appena sconfitto il Parma per 2-0 in Sardegna, aveva 38 punti ed era a meno tre dalla zona Champions. Da quel 21 febbraio la squadra sarda non ha più vinto una partita, riuscendo ad ottenere appena 5 punti in 11 partite realizzando 5 pareggi e 6 sconfitte. Nessuno ha fatto peggio. Per ritrovare l’ultima vittoria in trasferta del Cagliari bisogna tornare al 10 gennaio, ultima del girone d’andata,  quando grazie ad una rete di Matri la squadra, allora guidata da Allegri, espugnò Bologna.  Nel girone di ritorno appena tre punti lontano dal Sant’Elia per gli isolani, frutto di tre pareggi. Solo il Livorno (2 punti) e l’Atalanta(1 punto) hanno fatto peggio. PRECEDENTI – Gol in abbondanza sempre o quasi, negli ultimi precedenti tra Roma e Cagliari. E se per i giallorossi il Sant’Elia sembra essere inespugnabile, lo stesso discorso vale per i rossoblu isolani che non vincono nella capitale dal 17 novembre 1968 (1-4). In particolare negli ultimi cinque precedenti la Roma ha sempre vinto. Memorabile il 4-3 del 2006. Ottava delle undici vittorie consecutive. La Roma giocava sul campo neutro di Rieti a porte chiuse, con un gruppo di tifosi che la incitavano da una collinetta vicina allo stadio. I giallorossi andarono sotto 0-2 per poi riuscire a rimontare fino al 4-3 finale ottenuto grazie a due rigori realizzati da capitan Totti negli ultimi dieci minuti. Le altre reti furono realizzate da De Rossi e Perrotta che ha nel Cagliari il suo bersaglio preferito in serie A(5 gol). Per i rossoblu  i gol furono di Suazo, Langella e Daniele Conti, che con la Roma sembra avere un conto aperto. Ex giallorosso e figlio del grande Bruno, Daniele Conti  vanta 3 gol in carriera ai giallorossi che, insieme  alla Sampdoria,  sono la squadra a cui ha realizzato più reti in serie A.TATTICA – Gli isolani sono una squadra che tende a giocare in maniera piuttosto spregiudicata. Lo schema con cui dovrebbero scendere in campo è un  4-3-1-2 che può variare. Grazie alla duttilità di Lazzari, infatti, il Cagliari ha la possibilità di trasformare il 4-3-1-2 in un 4-4-2 o all’occorrenza in un 4-3-3. Il giocatore bergamasco infatti può giocare sia trequartista che  esterno basso o alto a seconda delle necessità della squadra. Proprio Lazzari è il giocatore che può mettere maggiormente in difficoltà la retroguardia giallorossa che sarà priva di Cassetti squalificato a destra. Nel Cagliari sarà assente per squalifica Andrea Cossu, una delle rivelazioni di questa stagione. Il giocatore sardo ha sorpreso anche il Ct della nazionale, Marcello Lippi, riuscendo così ad ottenere la sua prima convocazione in nazionale. Il Cagliari sembra comunque avere grossi problemi in difesa dove dovrà ovviare anche agli infortuni di Pisano e Lopez. I sardi sono infatti la seconda peggior difesa della serie A dopo il Genoa.
P.D.
 
ROSA PORTIERI1-Mauro Vigorito 22/05/1990 (Ita)22-Federico Marchetti 7/02/1983 (Ita/Naz)24-Cristiano Lupatelli 21/06/1978 (Ita)25-Michael Agazzi 03/07/1984 (Ita)DIFENSORI3-Lorenzo Ariaudo 11/06/1989 (Ita)6-Diego Lopez 22/08/1974 (Uru)13-Davide Astori 7/01/1987 (Ita)14-Francesco Pisano 29/04/1986 (Ita)15-Lino Marzoratti 12/10/1986 (Ita)21-Michele Canini 5/06/1985 (Ita)26-Paolo Dametto 28/06/1993 (Ita)31-Alessandro Agostini 23/07/1979 (Ita)33-Luca Di Laura 25/03/1991 (Ita)CENTROCAMPISTI2-Ignazio Carta 18/05/1991 (Ita)4-Daniele Dessena 10/05/1987 (Ita)5-Daniele Conti (c) 9/01/1979 (Ita)7-Andrea Cossu 3/05/1980 (Ita/Naz)8-Davide Biondini 24/01/1983 (Ita)10-Andrea Lazzari 03/12/1984 (Ita)16-Enrico Verachi 18/01/1990 (Ita)18-Andrea Parola 22/04/1979 (Ita)19-Mario Brkljaca 7/02/1985 (Cro)20-Simone Barone 30/04/1978 (Ita)28-Radja Nainggolan 4/05/1988 (Bel/Naz)ATTACCANTI9-Anderson Miguel Da Silva “Nenè” 28/07/1983 (Bra)23-Joaquin Larrivey 20/08/1984 (Arg) 27-Jedaias Capucho Neves “Jeda” 15/04/1979 (Bra) 29-Mattia Gallon 30/05/1992 (Ita)30-Daniele Ragatzu 21/09/1991 (Ita)32-Alessandro Matri 19/08/1984 (Ita)
Probabile formazione (4-3-1-2): Marchetti; Cannini, Ariaudo, Astori, Agostini; Dessena, Conti, Biondini; Lazzari; Matri, LarriveyAllenatore: Giorgio Melis

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here