D’Anna partenza in salita, all’Olimpico per allontanare i fantasmi dell’esonero

0

ROMA CHIEVO VERONA, L’AVVERSARIA – Dopo la pausa per la Nations League, la serie A torna in campo. La Roma giocherà contro il Chievo nel lunch match di domenica; i ragazzi di Lorenzo D’Anna vengono da una sconfitta in extremis contro la Juventus nella prima giornata di campionato, da una sonora disfatta contro la Fiorentina e da un pareggio a reti inviolate contro l’Empoli. Gli undici di Eusebio Di Francesco, invece, hanno portato a casa una vittoria, un pareggio e una sconfitta rispettivamente contro Torino, Atalanta e Milan. I giallorossi devono riprendersi dal momento buio che sta avvolgendo la squadra, soprattutto per arrivare alla sfida del Bernabeu contro il Real Madrid con il morale alto. I gialloblù, invece, vogliono trovare la prima vittoria in questa stagione, sfruttando il momento no della Roma.

IL MERCATO – Il tecnico lombardo in questa sessione di calciomercato ha visto partire alcune pedine importanti della sua squadra tra cui Inglese, ceduto al Napoli e girato a sua volta in prestito al Parma, Castro, ora al Cagliari, e Bastien, destinazione Standard Liegi. Dall’altra parte, però, ha acquistato giocatori d’esperienza per poter rinforzare e dare qualità all’undici titolare; tra questi ci sono Djordjevic che si è svincolato dalla Lazio, Obi strappato al Torino, Rodriguez acquistato dall‘Empoli e Floro Flores tornato dal prestito al Bari. Oltre ai senior, come è consuetudine del Chievo, sono arrivati a Verona anche dei giocatori giovani da poter affiancare a una ‘chioccia’ in modo da acquisire esperienza: i nomi in questione sono quelli di Mbaye, proveniente dal Carpi, e Burruchaga del River Plate. Inoltre ha acquistato Barba, ex giallorosso, dallo Sporting Gijon.

INTRECCI – L’unico calciatore ad aver indossato la maglia di entrambe le squadre è Federico Barba. I giallorossi, nel 2013, vendono metà del cartellino del giocatore all’Empoli; comproprietà che si risolverà alle buste l’anno successivo a favore dei toscani. Nel febbraio del 2016 passa in prestito allo Stoccarda con obbligo di riscatto alla decima presenza ma, a causa di un infortunio al polpaccio, non si sono verificate le condizioni per il trasferimento a titolo definitivo. Torna quindi all’Empoli che lo cede allo Sportin Gijon dove colleziona 32 presenze e, un anno più tardi, verrà acquistato dal Chievo per 3 milioni.

COSI’ IN CAMPOD’Anna è pronto a schierare la formazione gialloblù con un 4-3-2-1 che vede Sorrentino tra i pali, davanti a lui la linea difensiva composta da Tomovic, in ballottaggio con Depaoli, Bani, Rossettini e Jaroszynski che si gioca la maglia da titolare con Barba. A centrocampo, invece, confermati Rigoni, Radovanovic ed Obi a supporto di Birsa e Giaccherini trequartisti. Come prima punta, invece, c’è Stepinski.

CHIEVO (4-3-2-1): 70 Sorrentino; 40 Tomovic, 14 Bani, 15 Rossettini, 44 Jaroszynski ; 4 Rigoni, 8 Radovanovic, 22 Obi; 23 Birsa, 17 Giaccherini; 9 Stepinski.
A disp.: 16 Seculin, 1 Semper, 5 Barba, 27 Depaoli, 3 Tanasijevic,  13 Kiyine, 11 Leris, 69 Meggiorini, 31 Pellissier.
Allenatore: D’Anna

BALLOTTAGGI: Tomovic-Depaoli, Jaroszynski-Barba
INDISPONIBILI: Hetemaj, Cesar
SQUALIFICATI: nessuno

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here