FIORENTINA-ROMA, LE INTERVISTE – All’interno tutte le dichiarazioni del pre e post-partita in casa giallorossa.

POST GARA

ANDREAZZOLI A ROMA CHANNEL

Queste sono le vittorie più belle… Nel primo tempo partita equilibrata, poi un po’ di sofferenza, ma sono le partite che dimostrano l’organizzazione della squadra… Un gruppo importante e compatto, anche nell’esultanza finale e negli abbracci a Goicoechea. Oggi abbiamo visto la squadra…
Quante volte me lo hai sentito dire? Per me non è una novità: siamo un gruppo, è così. Lavoriamo molto, ci mettiamo impegno, abbiamo voglia di farlo e di farlo insieme. A volte qualche risultato ha messo in dubbio questo, ma non sono i risultati sul campo che fanno le valutazioni. Siamo stati tacciati di non avere personalità, di essere un’armata brancaleone con l’anarchia nello spogliatoio. Io ho sempre sostenuto il contrario e basta guardare le immagini, anche di oggi, per finalmente non parlare più di questo aspetto. Ho un gruppo di persone stupende, bravissime, che fanno sempre tutto quello che chiedo. Non c’è bisogno di essere domatore con questi, la situazione è sotto controllo da ogni punto di vista e non serve la frusta, ho un gruppo di persone che lavorano volentieri, a volte si esprimono meglio, a volte meno bene, e questo per chi ha fatto sport è una componente conosciuta. Gli altri forse devono sforzarsi un po’ per comprendere che ci sono gli avversari, le difficoltà, non sempre ci si può esprimere al massimo. Stasera nel primo tempo siamo stati molto competitivi contro una squadra forte, abbiamo passato la difficoltà, avremmo fatto volentieri a meno di due sostituzioni forzate per dare linfa quando serviva. Abbiamo dovuto cambiare sistema di gioco 2 volte e lo hanno fatto con molta attenzione e di questo siamo contenti. Alla fine credo che la Fiorentina possa giustamente recriminare per la scontitta, ma noi non possiamo essere tacciati di avere portato via risultato pieno in maniera fraudolenta, noi ce la siamo meritata, nel secondo tempo abbiamo fatto 5-6 azioni molti importanti e poi abbiamo avuto anche 3-4 situazioni che potevano mandarci in gol anche prima. Siamo molto soddisfatti, andiamo avanti per la nostra squadra, abbiamo ridato una sistematina ad una media che già ci garbava per usare un termine che un mio caro amico usava spesso. E ora ci garba ancora di più devo dire.

Cosa hai detto a Goicoechea prima che entrasse?
Solo che aveva la stima di tutto il gruppo: ha fatto miglioraemnti notevoli da quando è venuto qua, lavora in maniera serissima. Gli ho detto di stare sereno, perché è in condizione estremamente buona. Bastava facesse quello che poi ha fatto, e ci ha salvato il risultato.

 

TOTTI SUL BLOG

La Fiorentina in quest’annata ha mostrato tanta qualità: riuscire a vincere sul loro campo rappresenta una prova di valore. Il nostro attuale obiettivo è l’Europa League e inoltre abbiamo una finale importante tutta da giocare. In ogni caso nelle ultime tre giornate di campionato dovremo sempre scendere in campo con la convinzione di poter prendere i 3 punti, bisogna trarre il massimo da quel che resta della stagione.Ovviamente sono decisioni che spettano alla società ma spero che Osvaldo possa restare con noi, è un amico ed è un giocatore molto forte, attaccanti di questo livello è dura trovarne”.

 

ANDREAZZOLI IN CONFERENZA STAMPA

Ho sofferto molto più le partite che ho perso che quella di stasera. Anche qualcuna che ho pareggiato l’ho sofferta molto. Il calcio è così, c’è il momento in cui puoi esprimerti al meglio, come abbiamo fatto entrambi nel primo tempo, che mi è piaciuto molto. E’ stato anche molto interessante prepararla la aprtita e verificare che il calcio è bello,perché ci sono mosse e contromosse, che io e Vincenzo abbiamo visto voi non so. Dopo abbiamo subito la peculiarità della Fiorentina, grande squadra di palleggiatori, con una fisionomia di gioco ben delineata e questo mette ancora più in evidenza la caratteristica positiva, e l’abbiamo sofferta, anche per la necessità di due cambi forzati di cui avremmo fatto volentieri a meno. Scese le energie sono stato costretto a andare verso accorgimenti tattici che poi alla fine ci hanno premiato. E’ vero che l’abbiamo subita la Fiorentina, ho visto la supremazia e il palo, ma ho visto anche che siamo arrivati al calcio d’angolo della vittoria dopo almeno 3-4 progetti di contropiede molto interessanti e 3-4 azioni concluse a rete dove potevamo anche venire premiati, parlo di Osvaldo, Pjanic… Non è che ci siamo arrivati senza fare niente, ci siamo difesi molto bene, conoscendo le loro caratteristiche, e con molto sacrificio e quindi è un premi che prendo molto volentieri e che mi porto a casa. Un premio che non ci ha reagalato nessuno, anche se devo dire che la Fiorentina non meritava di perdere. Però oni non portiamo via niente in maniera fraudolenta.

Ci sta che una squadra prenda il palo e l’altra vinca. Forse l’arbitraggio è stato sotto lo standard… Il rigore di De Rossi è evidente, la Roma è stata poco ammonita… Giusto questo tipo di valutazione?
Guarda mi spiace deluderti, ma non posso darti una risposta. Perché io da sempre mi sono dato un taglio netto: non parlo degli arbitri quando sono penalizzato, figurati se ne parlo quando sono problemi degli altri eventualmente. A volte mi sono sforzato di non farlo e oggi non lo faccio. La chiudo qua.

Ha aggiornato la sua famosa media? Mi dice ora che media punti ha? Sono 2 a partita, meglio di Allegri…
Cosa vuoi che ti dica? Sono contento, ti dico una cosa forte: meritavamo di più di due punti di media a partita e non voglio entrare nei particolari. La nostra media meritata era più alta di quella di oggi, di cui comunque siamo contenti, perché è una media interessante. Poi le proiezioni fatele voi, io in matematica ero mediorcre anche a scuola.

Perché ha cambiato il modulo tattico? Il 4-4-2 era per fare densità?
Perché 4-4-2? Io dico che avevamo due mediani, due esterni che volevano essere alti, anche se dipende dagli avversari, un trequarti e una punta. Parlerei di 4-2-3-1, gli esterni dovevano fare 1 contro 1 con i terzini,come è normale… L’ho visto fare al Bayern, al Borussia… Una cosa normale, se comandi sono attaccanti, se non comandi e attaccano gli altri sono esterni che difendono. Nel calcio è normale.

La Champions League è ancora un’utopia?
Sempre utopia, sempre utopia. Il Milan deve ancora giocare mi sembra. Siamo nelle condizioni di ieri, uguali e precise. Siamo contenti perché abbiamo guadagnato 3 punti contro una squadra molto forte e che mi piace da morire, per come è condotta, per i suoi giocatori. Devo anche fare un complimento a tutto il pubblico, romanista e non: è stato bello partecipare ad una gara con una cornice del genere.

 

BALZARETTI A MEDIASET

Con un pò di fortuna siete tornati in corsa per la Champions…
“No, credo che sia ancora molto distante. Siamo tornati in corsa per l’Europa diciamo”

Andreazzoli sarà ancora il vostro allenatore?
“Lui è bravissimo. abbiamo dimostrato di essere ancora una squadra”

Vi hanno disorientato le voci su Allegri?
“Non leggo mai i giornali. Penso solo alla squadra e a fare bene. Mi estraneo da tutto per il resto”

Non fatevi sentire dal mister che non pensate alla Champions…
“Lo diciamo per scaramanzia diciamo così (ride)”

Andreazzoli ha dimostrato di essere un allenatore molto preparato, peccato che arriva tardi nel nostro calcio..
“non è che arrivato tardi, lui ricopriva un ruolo altrettanto importante come secondo. Il calcio lui lo conosce molto bene da tanto tempo”

BALZARETTI A ROMA CHANNEL

Alla fine tutti sotto lo spicchio di tifosi giallorossi e tutti a parlare con Goicoechea…
Verso Mauro, verso Lobi, determinante nel primo tempo… Una vittoria per tanti, io poi sono anche particolarmente contento per De Rossi che secondo me ha fatto una partita incredibile, rispondendo ancora una volta alle critiche, se ce ne fosse bisogno… Anche Dani ha fatto ancora gol… MEglio di così non poteva andare. Si parlava di gruppo, di squadra… Credo che in questo momento siamo squadra ed è la cosa più importante. Si vede in campo e anche in allenamento: voi sapete l’intensità e la determinazione che ci mettiamo in allenamento. La Fiorentina gioca il miglior calcio credo: abbiamo saputo giocare nel primo tempo, soffrire nel secondo e alla fine abbiamo vinto.

Complimenti anche a te, stai recuperando la forma migliore e Cuadrado è un cliente scomodo…
Grazie, si, mi hanno aiutato tutti, sapevamo che lui è uno che fa la differenza e abbiamo cercato di limitarlo. Mi spiace tantissimo per l’ammonizione, rosico un sacco di saltare la partita col Chievo: faccio due falli e vengo sempre ammonito nella stessa maniera… Pazienza, cercherò di fare meno palestra.

 

CASTAN A ROMA CHANNEL

Avevi avuto qualche problema ieri, poi sei sceso in campo…
Si sapevo di non potere saltare questa gara bellissima e grazie a Dio ho giocato tutta la partita. Oggi abbiamo dimostrato che siamo forti e che in queste 4 gare possiamo arrivare il più in alto possibile in classifica.

La Fiorentina è forte in attacco, ma siete stati molto organizzati…
E’ vero, è stato difficile perché sono troppo forti, ma abbiamo lavorato bene grazie a Burdisso e a Marcos anche. E’ merito di tutti,non solo della difesa, quando fai un buon lavoro. Tutti i giocatori ahnno aiutato.

Quale è stato il momento più duro della partita?
Nel primo tempo abbiamo giocato bene, poi nel secondo la Fiorentina ci ha attaccati subito, ha fatto pressione ed era difficile. Ma dopo il cambio del mister, con la difesa a 3 e Marcos abbiamo giocato meglio e grazie a Dio Osvaldo ha fatto un bellissimo gol.

Come vedi la Roma nell’ultimo mese? Siete cresciuti?
Si, grazie al mister che ha fatto un buonissimo lavoro con tutti. Con Franco e con tutti i nostri, ha fatto un buonissimo lavoro. Con Vito e tutti. Ora dobbiamo riposarsi e domani prepararci per la gara difficile contro il Chievo. Per provare ad andare in Champions LEague dobbiamo vincere la prossima gara.

A fine partita siete andati tutti da Goicoechea…
Sappiamo che è difficile rientrare dopo tanto tempo senza giocare, in una partita così difficile… Lui è importante per noi, come Lobont e come tutti. Questo dimostra che noi siamo tutti forti, non solo uno o due, ma tutti.

 

CASTAN IN ZONA MISTA


Adesso cambia il vostro finale di stagione?

“Penso di sì, è stata una bellissima gara ma adesso bisogna vincere anche con il Chievo, per cambiare la stagione bisogna vincere tutte le partite che mancano”.

Dalla difesa a tre a quella a quattro…
“Meglio di noi la Fiorentina, poi il mister ha visto bene e ha cambiato, da quando è entrato Marcos è stato più facile per noi. Complimenti al mister che ha visto questo”.

Osvaldo: è cambiato qualcosa?
“No, è un bravissimo uomo e giocatore, sono felice per lui, è un grande attaccante”.

 

 

GOICOECHEA A ROMA CHANNEL

Non è semplice tornare in campo dopo tanto tempo, la tua parata su Ljaic è un mezzo gol…
E’ stata una sorpresa il tutto, ma sono molto felice per avere avuto la possibilità di giocare di nuovo e dimostrare che posso farlo bene. Mi spiace per Lobont che si è fatto male, ma credo stia bene, ho parlato con lui e stava bene. Siamo felici per questa vittoria molto importante per noi.

Una parata molto difficile, il pallone non si è alzato…
Si, per fortuna l’ho fatta. Sono contento.

A fine partita anche i complimenti dei compagni, quanto fanno piacere?
Tantissimo, i miei compagni mi sono sempre stati vicino e questo è molto importante per me. Vederli dopo la partita avvicinarsi e dirmi quello che mi hanno detto è per me un piacere enorme.

Dove ti senti cresciuto di più? In allenamento ti vediamo crescere tantissimo…
Penso che sono migliorato tantissimo sotto tutti gli aspetti, mi sono allenato sempre per giocare, per fare il meglio possibile e sono qua per migliorare e per crescere.

Andreazzoli cosa ti ha detto per stimolarti?
Mi ha detto che dovevo fare quello che so, che mi sto allenando bene e che dovevo essere tranquillo.


ANDREAZZOLI A MEDIASET

Champions ancora un’utopia questa sera?
“L’ho utilizzato per indicare qualcosa di irraggiungibile. Noi siamo vivi e abbiamo da onorare ancora una finale. Abbiamo dimostrato di essere persone serie”

Nel secondo tempo avete sofferto molto ma Osvaldo è stato decisivo…
“Primo tempo in equilibrio, poi siamo calati di fronte al palleggio della Fiorentina. Sapevamo delle peculiarità della Fiorentina che esprime in maniera eccellente. Poi abbiamo utilizato le nostre contromosse. Abbiamo dimostrato di avere carattere e abbiamo dimostrato di saper soffrire. Bisogna riconoscere che la Fiorentina ha espresso un calcio lineare”

Se continua così la Roma non ha bisogno di chiamare un altro allenatore…
“Io voglio fare solo il massimo, se continua così la Roma arriva prima ai primi di agosto”

Quanto le hanno dato fastidio le voci sulla panchina giallorossa?
“Mi dà fastidio perchè le attenzioni non sono concentrate su quello che stiamo facendo. Il lavoro di tutti non è apprezzato perchè si parla solo di mercato. Questo infastidisce perchè devo riportare continuamente la giusta concentrazione nella squadra”

Un bravo allenatore deve fare anche questo…
“il problema nello spogliatoio è minimo perchè c’è poco da fare”

Si sente davvero un domatore?
“Mi hanno chiesto se mi sentivo domatore e io ho risposto di sì perchè ritengo di aver in pugno la squadra. Ma io ho risposto semplicemente ad una domanda poi siete bravi voi a fare i titoli…”

 

ANDREAZZOLI A SKY

Guardando la classifica, il distacco minimo dal Milan
“Ci fa piacere perchè diamo continuità a quello che abbiamo fatto. Abbiamo dato una sistematina alla media punti siamo soddisfatti, siamo venuti a disputrare una gare al cospetto di una squadra importantissima che gioca un bel calcio. Io mi sono divertito sia a prepararla che a gestirla con mosse e contromosse. Credo che il primo tempo sia stato equilibrato, poi nella ripresa la Fiorentina ha messo in campo le sue doti come il palleggio e una spiccatissima fisionomia. Noi ci siamo adattati soffrendo anche, abbiamno cambiato sistema di gioco e ci siamo risistemati. Credo che abbiamo comunque avuto 3-4 progetti di contropiedi importanti che avrebbero potuto premiarci, credo che la Fiorentina debba recriminare qualcosa sul risultato, ma noi per come ci siamo comportati abbiamo meritato la vittoria”

Quanto si diverte a leggere i nomi di Mazzarri e Allegri
“Sono stanco di ripetere queste cose, quello che mi infastidisce è dover verificare che mentre noi nello spogliatoio mettiamo impegno per portare la Roma in alto in classifica, all’esterno c’è questo desiderio di parlare di tutto fuorchè dell’avversario, mentre noi siamo concentratissimi per fare il massimo. All’esterno l’attenzione è solo sul mercato e questo non è la maniera migliore per dare forza alla squadra. La squadra a me ha dimostrato di essere un gruppo stupendo, qualche mancanza l’abbiamo avuta”.

Le parole del prepartita di Baldini?
“Mi fa piacere, non avevo dubbi sul fatto che Baldini avesse stima di me. Noi siamo molto compatti nel cercare di ottenere il massimo, sperriamo di avere la soddisfazione di ottenere ciò che ci meritiamo”

Raramente ho visto la Roma soffrire così. I due centrocampisti centrali hanno letto benissimo tutte le situazioni, che ne pensa?
“io credo di si, hanno disputato una buona gara, sono stati bravi nonostante sia difficile, sia Francesco che Daniel hanno lavorato molto per limitare Pizarro. Loro avevamo tre grandissimi palleggiatori e noi abbiamo fatto bene nella fase di interdizione”.

Cosa ha detto a Goicoechea per tranquillizzarlo?
“Fai quello che sai fare, sei in una condizione strepitosa, lui meriterebbe di giocare perchè è cresciuto notevolmente e sta dimostrando tutto il suo valore, ho voluto rinfrancarlo e testimoniargli la mia stima”

 

TOTTI A MEDIASET

Una vittoria importantissima…
“Affrontavamo una delle squadre più forte del campionato. Vincere a Firenze non è facile per nessuno. L’abbiamo affrontata a viso aperto e il risultato ci ha dato ragione”

Utopia il terzo posto?
“sì penso che sia la parola giusta, tireremo le somme solo alla fine”

Osvaldo quanto è importante per voi?
“Se gioca con questa grinta e caparbietà… Fa parte del nostro gruppo”

TOTTI A SKY

E’ stata dura ma ce l’avete fatta. Grande carattere
“Per vincere queste partite serve un po’ tutto, è una dimostrazione che anche noi valiamo, cerchiamo di finire nel migliore dei modi”

Si avvicina sempre di più la Champions. E’ giusto crederci?
“Ancora non è finito il campionato, più ti avvicini più ci credi. Pensiamo all’Europa League che è il nostro traguardo adesso, poi abbiamo una finale da giocare”

Che consiglio daresti a Osvaldo. E’ giusto puntare su di lui per il futuro?
“Io sto dalla parte sua, è mio amico è forte è uno che fa gruppo, ma spetta alla società prendere una decisione. Speriamo possa rimanere perchè uno di questa caratura è difficile da trovare”

 

 

PRE PARTITA

BALDINI A SKY

Si dice che abbiate già preso Allegri per la prossima stagione. Qual è la posizione della Roma a proposito di quello che si è sentito nelle ultime ore?
Non abbiamo fatto alcun accordo con nessuno, anche perché tutti date per scontato che la Roma dovrà cambiare allenatore, mentre la Roma ha un allenatore che sta facendo molto bene. I punti che ha fatto Andreazzoli fino a questo momento consentirebbero alla Roma una proiezione finale addirittura di 73 punti, quindi un campionato di grandissimo livello. Non vedo perché noi dobbiamo in tutti i modi già archiviare la posizione di Andreazzoli, che è e rimane un autorevolissimo candidato a essere l’allenatore della Roma.

Sono queste le serate giuste che piacciono alla Roma?
Tranquilli quest’anno non si può stare. Chiaro che è una partita bella da giocare, loro cercano sempre di proporre e lo hanno fatto con più continuità rispetto a noi e questo potrebbe essere propedeutico per una grande gara”.

Quale modulo adotteresti in questo momento? Il 4-2-3-1 lo vedi anche per l’anno prossimo?
“Non è un particolare da poco. Io sono sempre per un modulo che sfrutta le caratteristiche dei giocatori che si hanno a disposizione e per ora, con questi giocatori, il modulo che sta usando Andreazzoli è il migliore”

Tornando sulla partita. E’ sicuro del rendimento della sua squadra?
“La squadra ha sempre cercato il gioco quindi non sarà una partita di sciabola piuttosto che di fioretto. Per noi questa è l’ultima chiamata, l’ultima occasione di fare quei punti che ci consentirebbero di arrivare a querll’utopia di cui parlava ieri Andreazzoli. A noi ci può far star tranquilli solo un risultato, la vittoria”

BURDISSO A MEDIASET

Stasera vi attende una partita speciale con tanti ex. Che gara ti aspetti?
“Una gara durissima. Il campionato italiano è molto duro. Sarà uno scontro diretto contro un’avversaria che sta facendo molto bene e che penso che in questo momento è una delle migliori. Dobbiamo continuare a fare bene”

Tu la daresti una chance ad Andreazzoli?
“Sicuro, stiamo lavorando molto bene con lui e gli vogliamo molto bene. Abbiamo fatto benissimo in questi 3 mesi. Ora pensiamo a questa partita e alla finale che ci aspetta tra un mese”

 

BURDISSO A ROMA CHANNEL

Partita molto dura questa, come vi approcciate?
“Molto bene, abbiamo fatto una bella settimana di lavoro e siamo affamati: per la partita, per l’avversaria, per dimostrare che siamo più fortu. Loro stanno in forma, ma anche noi stiamo bene”.

Dovete anche dimostrare che pensate al campionato e non solo al derby di Coppa Italia…
“Si certo, dobbiamo andare e lavorare giorno dopo giorno e arrivare bene in campionato e poi pensare bene alla finale”.

Tanti ex, un motivo in più per vincere?
“No il motivo in più è che sono davanti a noi e se vogliamo dimostrare di essere più forti di loro dobbiamo batterli e basta”.

 

BURDISSO A SKY

Fiorentina avversario peggiore per la Roma?
“Si, ma noi abbiamo un finale di stagione importante da fare e siamo in un buon momento come loro ma sarà sicuramente una bella partita”.

Come si fa a rimanere tranquilli con tutte queste voci sull’allenatore?
“Lavorando giorno dopo giorno, questa mentalità ci ha portato oggi ad arrivare dove stiamo”.

La Fiorentina è piena di ex, possiamo dire che allora è la Roma l’avversario più difficile per la Fiorentina?
“Nei viola ci sono tanti ex compagni ed un allenatore che conosciamo molto bene. Non sarà facile per la Fiorentina”.

Print Friendly, PDF & Email