AJAX ROMA, L’AVVERSARIA – La Roma si prepara a scendere in campo per affrontare l’Ajax, nella prima delle due sfide valide per i quarti di finale di Europa League. La squadra di Fonseca è l’unica italiana rimasta in gioco nelle coppe europee e dovrà farsi valere. Porta però sulle spalle il peso di aver conquistato solo un punto nelle ultime tre partite di campionato. Vincere è fondamentale per i giallorossi, ora pericolosamente lontani dal quarto posto in Serie A, ma decisi a lottare per tentare di arrivare in fondo alla competizione europea.

Leggi anche:
Ajax-Roma, le probabili formazioni

Prossimi impegni

Ajax-Roma (andata dei quarti di finale di Europa League, 8 aprile ore 21.00, Amsterdam Arena)
RKC-Ajax (29° turno di Eredivisie, 11 aprile ore 16.45, Mandemakers Stadion)
Roma-Ajax (ritorno dei quarti di finale di Europa League, 15 aprile ore 21.00, Stadio Olimpico)
Ajax-Vitesse (finale di Coppa d’Olanda18 aprile ore 18.00, Stadion Feijenoord)

Come l’Ajax arriva alla sfida contro la Roma

L’ultima giornata di Eredivisie ha visto l’Ajax impegnato in trasferta contro l’Heerenveen. Il match andato in scena all’Abe Lenstra Stadion è terminato 2-1 per la squadra di ten Hag, che ha conquistato la vittoria in rimonta. Gli avversari sono passati in vantaggio al 27′ con van Bergen, poi i biancorossi sono riusciti a ribaltare il risultato grazie al rigore trasformato da Tadic al 36′ e alla rete di Haller al 61′. Per l’Ajax, primo in classifica con 69 punti, questo è il 16° risultato utile consecutivo in campionato (13 vittorie e 3 pareggi). La seconda e ultima sconfitta stagionale incassata in patria risale infatti al 5 dicembre 2020 (1-2 contro il Twente). Anche l’ultimo ko arrivato nelle competizioni europee risale a quattro mesi fa. Si tratta della sfida di Champions disputata contro l’Atalanta il 9 dicembre, persa in casa per 1-0.

Nessuno ha vinto quanto l’Ajax in Olanda

Il palmares dell’Ajax in patria fa invidia a chiunque. Non a caso, i biancorossi detengono il record di Campionati Olandesi (34, ultimo stagione 2018-19) e di Coppe dei Paesi Bassi (19) vinti. Hanno anche conquistato ben 9 Supercoppe dei Paesi Bassi. Non hanno rivali nemmeno al livello internazionale: 2 Coppe Intercontinentali, 4 Coppe dei Campioni/Champions, una Coppa delle Coppe, una Coppa Uefa e 2 Supercoppe Uefa.

Leggi anche:
L’Ajax batte in rimonta l’Heerenveen, ma Stekelenburg…

Il percorso europeo e i precedenti in Europa League

Il percorso europeo dell’Ajax ha avuto inizio ad agosto del 2020, con la fase a gironi di Champions, chiusa al terzo posto del Gruppo D, dietro al Liverpool e all’Atalanta e davanti al Midtjylland. Retrocessa quindi in Europa League, la squadra di ten Hag ha battuto prima il Lille ai sedicesimi e poi lo Young Boys agli ottavi. Nelle ultime 11 stagioni gli olandesi hanno partecipato 10 volte alla competizione europea, raggiungendo i sedicesimi in 5 occasioni, 2 volte gli ottavi e la finale nella stagione 2016-2017 (battuti 2-0 dallo United). Nel 2018-19 sono invece arrivati a disputare la semifinale di Champions League, ma sono poi stati eliminati dal Tottenham.

Roma, ecco i punti di forza e le debolezze dell’Ajax

L’Ajax ha vinto tutti e 4 i match disputati finora in Europa League, realizzando 9 gol (media di 2.25 a partita) e incassandone solo 2 (media di 0.5 a partita). Non a caso, in patria vanta la miglior difesa dell’Eredivisie, con 20 gol incassati in 27 gare (media di 0.7 a partita). Il rendimento degli uomini di ten Hag nella competizione europea è identico in casa e in trasferta, ma alla Amsterdam Arena hanno segnato leggermente di più (5 gol vs 4). Equamente distribuito anche il numero di reti incassate (1 e 1, entrambe subite contro il Lille). L’Ajax ha finora effettuato 55 tiri, 29 dei quali in porta (53%) e 61 cross, 27 dei quali utili (44%). Gli angoli battuti sono stati invece 16 (media di 4 a match), mentre la percentuale di precisione dei passaggi è stata pari all’87%. Inoltre, i biancorossi detengono in media il 58% del possesso palla. Un’occhiata al cronometro rivela che la squadra di ten Hag risulta più pericolosa nell’ultimo quarto d’ora di gioco (56% dei gol fatti tra il 75′ e il 90′) e più vulnerabile dal 60′ al 90′ (2 gol subiti su 2 nell’ultima mezz’ora).

I numeri dei singoli

L’uomo da tenere d’occhio è senza dubbio Tadic. Il serbo è il miglior marcatore dell’Ajax in Eredivisie e in Europa League, dove ha segnato rispettivamente 14 e 3 reti. E’ anche il giocatore che ha effettuato più tiri a partita nella competizione europea, insieme ad Antony (media di 2.8), e il miglior assist man della squadra di ten Hag in campionato (12 assist). Martinez vanta invece la più alta percentuale di precisione dei passaggi (92.6%) e il maggior numero di duelli aerei vinti a partita (media di 2.8). In 4 match di Europa League ten Hag non ha mai fatto a meno di Klassen, Tadic, Alvarez, Martinez, Stekelenburg, Rensch, Neres e Antony. Il portiere biancorosso ha mantenuto la porta inviolata in entrambe le gare disputate contro lo Young Boys. Come sempre l’Ajax si conferma una squadra molto giovane: l’età media dei giocatori in rosa è pari a 24 anni.

Leggi anche:
Trigoria, lesione al flessore per El Shaarawy. Individuale per Smalling e Mkhitaryan

Le scelte di ten Hag per Ajax-Roma

I moduli più utilizzati da ten Hag in Eredivisie e nelle coppe europee sono il 4-2-3-1 e il 4-3-3. Per il match contro la Roma il tecnico olandese dovrà fare a meno di Onana, squalificato fino a febbraio del 2022 per doping, e di Blind, ai box dopo la rottura del legamento sindesmotico. Da valutare invece il portiere Stekelenburg, infortunatosi al ginocchio sinistro nel riscaldamento prima della sfida contro l’Heerenveen, e Mazraoui, che dovrebbe tornare in gruppo dopo aver superato il recente problema agli occhi. In porta il giovane Scherpen potrebbe prendere di nuovo il posto dell’infortunato Stekelenburg, poi difesa a quattro con Rensch, Timber, Martinez e Tagliafico. Davanti spazio a Klassen, Alvarez e Gravenberch. Il tridente d’attacco sarà invece formato da Antony, Tadic e Neres. Qualora ten Hag dovesse invece optare per il 4-2-3-1, Klassen avanzerebbe sulla trequarti, in mezzo ad Antony e Neres, dietro a Tadic.

La probabile formazione

AJAX (4-3-3): 35 Scherpen; 15 Rensch, 2 Timber, 21 Martinez, 31 Tagliafico; 6 Klassen, 4 Alvarez, 8 Gravenberch; 39 Antony, 10 Tadic, 7 Neres.
A disp.: 3 Schuurs, 5 Klaiber, 9 Idrissi, 18 Ekkelenkamp, 19 Labyad, 20 Kudus, 23 Traoré, 25 Taylor, 30 Brobbey, 33 Kotarski.
All.: Erik ten Hag

BALLOTTAGGI: Stekelenburg-Scherpen, Timber-Maduro.
IN DUBBIO: 12 Mazraoui (problema agli occhi), 1 Stekelenburg (infortunio al ginocchio).
INDISPONIBILI: 24 Onana (squalificato per doping), 17 Blind (rottura del legamento sindesmotico).
DIFFIDATI: Neres, Schuurs, Tagliafico.
SQUALIFICATI:-.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

2 Commenti

  1. Ajax imbattuto da 4 mesi ? .. ragazzi .. mi fido del vostro potere di portare jella non solo alla Roma ma a tutte le squadre di cui sottolineate da quanto tempo non perdono ! l’ Ajax la battiamo ! ……….
    …….. ps .. confido nel vostro animo ricco di sportivita’ per non bannare questo commento “Profetico”

  2. Puntiamo sulla giovane riserva di Stekelemburg, magari qualche tiro da fuori . . . ma de chi ? forse Veretout. Potrebbero scendere in campo troppo sicuri, o forse una giornata un po’ così può capitare a una squadra tutto sommato poco esperta. L’ideale sarebbe un gò all’inizio, così s’innervosiscono, attaccano a testa bassa e vai con il raddoppio al 90°. Che ve ne pare ?

Comments are closed.