Il Bologna per giocare, con la Roma nel cuore. Il pensiero di Stefano Okaka passa attraverso le parole del suo procuratore, Domenico Scopelliti. Rintracciato da Romanews.eu l’agente ha fatto luce sul futuro del giovane attaccante, sempre più vicino a trasferirsi in Emilia. Il prestito è la soluzione più probabile: le società stanno trattando.Sembrava ad un passo da Lecce, poi la trattativa si è complicata e in cima ai pensieri di Okaka è subentrato il Bologna”Il ragazzo ha espresso il proprio gradimento per Bologna. La società ha manifestato a Stefano un progetto serio: potrà misurarsi con attaccanti del calibro di Marazzina e Adailton e al contempo avere lo spazio per crescere. Sulla preferenza di Okaka rispetto a Lecce hanno contribuito motivi extracalcistici: la sua famiglia è di Castiglion del Lago (Perugia) e la sorella giocherà nel Mantova. Il trasferimento in Emilia non lo porterebbe troppo lontano da casa. Ora spetta a Roma e Bologna trovare l’accordo”.L’accordo appunto: con il Lecce la trattativa era impostata sulla comproprietà. Stesso discorso con il Bologna?”La trattativa la stanno facendo le società: credo si stia parlando di prestito con dirittto di riscatto al Bologna e controriscatto alla Roma. In ogni caso si tratterà di un prestito ‘oneroso’: la Roma conosce il valore di Okaka e come accaduto con il Modena la società non è intenzionata a concedere il prestito gratuito”.Bologna, solo Bologna. O ci sono altre società interessate al giocatore?”Diverse società erano e sono tuttora interessate ad Okaka, ma la Roma in questo momento sta trattando con i rossoblu. Stefano ha diverse estimatrici nella serie cadetta, in serie A invece si erano fatte avanti il Siena e la Reggina, oltre al Lecce ovviamente”.Bologna per giocare, con un pensiero sempre rivolto alla Roma, giusto?”Assolutamente sì. Okaka è consapevole che ora ha bisogno di misurarsi e maturare più esperienza possibile: per questo ha scelto Bologna. Tuttavia la Roma resta sempre in cima ai suoi pensieri. Vorrebbe ripercorrere le orme di Aquilani: il suo sogno è quello di tornare, perchè lui si sente un giocatore della Roma”.
Simone Di Segni

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here