ADESIVI ANNA FRANK LOTITO – E’ dura la reazione di Claudio Lotito, ai virgolettati riportati in mattinata da ‘Il Messaggero’, secondo cui il presidente della Lazio, avrebbe descritto la visita alla Sinagoga di Roma come una ‘sceneggiata da fare’“Questa notizia è totalmente falsa – afferma ai microfoni di Rai 3 – per un semplice motivo: ero nel posto 1 dentro all’aereo e ho dormito tutto il tempo. Al mio fianco avevo un parlamentare del PD che può testimoniarlo. Ho proposto già un’azione di risarcimento dei danni per questa cosa, che è una cosa ignominiosa. Che il rabbino stesse a New York io l’ho saputo ieri – continua Lotito – quindi non ho parlato con nessuno io. La corona di fiori è stata fatta ieri mattina. Sono tutte cose totalmente costruite. Io sono contro ogni tipo di strumentalizzazione”. 

E’ arrivata all’Ansa la conferma del parlamentare PD Dario Ginefra, che ha affermato:  “Lotito all’atterraggio a Roma cercava disperatamente un contatto attraverso i suoi col rabbino capo di Roma che però era a New York: questo è vero, ho sentito la ricerca di un contatto. La frase ‘facciamo questa sceneggiata’, invece io non l’ho sentita. Lotito è un uomo che per idee politiche, credo sportivo e altre ragioni è quanto di più distante da me: non ho motivo di prendere le sue parti, ma quel che è giusto è giusto… Mi può essere sfuggita mezza parola, ma era evidente che il presidente della Lazio – prosegue il parlamentare del Pd – cercava di trovare un’immediata risposta all’idiozia commessa da una piccola parte della tifoseria biancoceleste, e francamente da parte sua non pareva ci fosse voglia di banalizzare il gesto”. 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

1 commento

Comments are closed.