SERGIO RAMOS DOPING – Le ultime rivelazioni di Football Leaks hanno fatto nascere un nuovo caso nel Real Madrid, con Sergio Ramos accusato di esser risultato positivo ad un controllo antidoping in seguito della finale di Champions League a Cardiff, con l’Uefa che avrebbe archiviato il tutto. Non si è fatta attendere  la risposta del capitano madrileno che, dopo il clamoroso tonfo dei suoi compagni in casa dell’Eibar, ha voluto dare la propria versione dei fatti: “In merito alle informazioni pubblicate sul mio conto da molti media, tengo a chiarire che mi oppongo con veemenza al doping – scrive sulla sua pagina Twitter – Non ho mai acconsentito a qualunque forma di doping. A Malaga, alla fine della partita, mi è stato chiesto di sottopormi a un test antidoping. Data l’urgenza per il viaggio di ritorno della squadra, l’ufficiale mi ha permesso di fare la doccia, rimanendo presente per tutta la durata dell’operazione, prima di completare il test, che ho superato come sempre con successo (di qui la spiegazione della presenza del medico del Real durante i controlli, cosa che non sarebbe possibile) A Cardiff, invece, ho ricevuto un trattamento medico standard, somministrato dai professionisti dello staff medico del club. La questione è stata chiarita e risolta formalmente mediante uno scambio di note tra le organizzazioni. Nel corso della mia lunga carriera mi sono sottoposto a un infinito numero di controlli antidoping, che ho sempre superato senza problemi. Anche in questi casi, come la Uefa, la Wada e il Real Madrid hanno già confermato, non ho violato alcuna norma antidoping. I miei avvocati stanno considerando ulteriori azioni per tutelare il mio onore e la mia reputazione”

Print Friendly, PDF & Email