IL CORRIERE DELLO SPORT (R.Maida) – Il contratto di Capitan Totti è ancora chiuso in un cassetto in attesa di essere rinnovato. Scadrà nel 2014, ovvero al termine della prossima stagione. Come riferisce ‘Il Corriere dello Sport’, è ormai giunto il momento di tirarlo fuori e di trovare l’accordo valido che prevede per il giocatore simbolo della Roma altri cinque anni di legame in veste di dirigente, con l’ingaggio più alto percepito da un manager a Trigoria nel giugno del 2014 (oggi sarebbero i 600.000 euro a stagione di Baldini, Sabatini e Fenucci). Ma c’è un problema: Totti non ha nessuna intenzione di abbandonare le vesti da calciatore. Qual’è l’obiettivo del Capitano? Segnare il primo gol nel nuovo stadio di proprietà. Facciamo un pò di calcoli allora: secondo i programmi giallorossi alla prima nel nuovo impianto mancano poco più di quattro anni. La stagione 2017-2018 (inizio agosto 2017) dovrebbe giocarsi nello stadio di proprietà a Tor di Valle. Tre anni, se come punto di partenza del conteggio si considera la scadenza del contratto da giocatore di Totti. Che però sarà prolungato. L’accordo è già più o meno pronto. Se Totti da dirigente dovrebbe guadagnare 3 milioni di euro netti in cinque anni, gli stessi soldi gli potrebbero essere garantiti per un altro anno da giocatore. E si arriverebbe al 2015, con Totti trentanovenne e ancora due anni all’apertura dello stadio.

Scommetti sulla serie A, per te 50 euro di bonus e ti regaliamo il 100% della tua prima scommessa! 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here