SLOVAN-ROMA, ESORDIO UFFICIALE VIVIANI

Sembra strano, ma è vero. Per Federico Viviani la gara di Bratislava contro lo Slovan è stato l’esordio ufficiale con la maglia della Roma. Il debutto “reale” con la prima squadra. Centrale di centrocampo dai piedi finissimi ha vissuto un 2010/2011 da urlo e si appresta a vivere la stagione 2011/2012 in maniera ancora più esaltante, se possibile. Ha inizio tutto dal ritiro di Riscone. Il pre-campionato e le bella parole spese da Luis Enrique, durante le prima conferenze stampa, gli regalano il ruolo di vice De Rossi e una consacrazione definitiva a livello di prima squadra.

Federico da Grotte di Castro avrebbe potuto già esordire contro il Parma, ma quel giorno i due gol di Amauri e una gara storta da parte della Roma gli negarono la gioia del debutto. Fede ha dovuto attendere soltanto qualche mese in cui, nel mentre, ha conquistato uno scudetto Primavera e un posto fisso nelle nazionali giovanili.

Ora, 18 Agosto 2011, può finalmente esultare e godersi la sua prima volta. La maturità scolastica l’ha ottenuta tra i banchi di scuola lo scorso Luglio. Per ottenere quella calcistica ha dovuto attendere poco più di un mese, ma alla fine è arrivata la grande gioia. La storia di Federico Viviani è davvero una favola, un calciatore che due stagioni fa aveva appena disputato sei gare nel suo primo anno di Primavera, adesso si confronta con i grandi del calcio. Dicevano di lui che avesse i piedi buoni, ma non crescesse troppo a livello fisico. Viviani è cresciuto, Federico è diventato uomo…

Davide Garofalo