PAGELLE ROMA-NAPOLI – Una doppietta di Mertens manda la Roma all’inferno in casa sua. L’Olimpico rompe l’incatesimo e non è più un fortino. Strootman illude con il gol nel finale ma è una squadra irriconoscibile quella vista ieri.

Giulia Spiniello

SZCZESNY 5,5. Si vede per un anticipo in uscita su Insigne nel primo tempo e per la smanacciata provvidenziale su Rog nel 2° tempo. Poi è spettatore della disfatta giallorossa.

RUDIGER 5,5. Troppo alta tutta la difesa sul gol di Mertens. Non bene come del resto tutto il reparto ma è decisivo con un intervento in spaccata che evita il 3° gol.

FAZIO 4. Stringe i denti nonostante il lieve affaticamento muscolare avvertito nel riscaldamento, ma forse paga proprio quel problema: sbaglia su entrambi i gol partenopei e Spalletti lo toglie, forse tardivamente.

MANOLAS 5,5. Si balla la tarantella là dietro, lui non esente da colpe anche se rimedia evitando guai peggiori. Il giallo gli farà saltare Palermo-Roma.

JESUS 5,5.  Nella mediocrità generale forse è uno dei più attenti nel piazzamento e negli interventi.

STROOTMAN 5. Si mangia l’1-1, ma non fallisce l’1-2 e dà un senso agli ultimi minuti di gara. Male in controllo palla e in fase difensiva: quando si fa rubare palla da Rog fa venire l’orticaria.

DE ROSSI 4,5. In difficoltà sul palleggio, commette errori pesanti sulle trequarti. Fatica a innescare il gioco e pecca anche nel filtro davanti alla difesa, per fermare Mertens è costretto al fallo e arriva il giallo. Rischia grosso quando sgambetta Reina. Miracolato!

EL SHAARAWY 4,5. Non dà spunti alla squadra e non ne dà a noi per giudicarlo.

NAINGGOLAN 5,5. Recupera palla nel traffico, quando trova il pertugio giusto punta l’area e tira ma è impreciso. Cresce nella ripresa.

PEROTTI 5. Ci prova ma manca di precisione, la squadra lo cerca ma sbaglia molto. Efficace solo nell’assist a Strootman. Confuso!

DZEKO 4,5. Servito male dai compagni ma ci mette anche del suo. Poco reattivo e svagato, sembra il lontano parente dell’Edin che conosciamo.

Dal 52′ PERES 5,5. Entra al posto di Fazio. Ha la palla giusta davanti a Reina, ma spara alle stelle.

Dal 52′ SALAH 5. Entra al posto di El Shaarawy. Il suo ingresso vivacizza la squadra e si mangia almeno 3 gol.

Dal 78′ PAREDES SV. Entra al posto di De Rossi.

SPALLETTI 4,5. Giallorossi in difficoltà nel palleggio di fronte al pressing alto del Napoli, Sarri gliela imbriglia bene: la Roma è costretta a superare il centro del campo per la superiorità altrui e non riesce mai a fare il suo gioco. L’Olimpico non è più un fortino!

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 COMMENTO

  1. ormai tutti faranno pressing alto contro questi zombie. una partita ogni tre giorni, pagati milioni l’anno, e sono spompati. bah. alla prossima stagione, liberandoci di pesi inutili (dopo l’inutile sabatini)

LASCIA UN COMMENTO