PAGELLE PALERMO-ROMA – Apre El Shaarawy, raddoppia Dzeko, chiude Bruno Peres. La Roma batte il Palermo come accaduto nella sfida di andata e rimane a -8 dalla Juventus al 2° posto.

Giulia Spiniello

SZCZESNY 6,5. Frittata in fuorigioco per fortuna quella su Nestorosky. Poi rimedia con alcuni interventi di grande reattività e risolve diverse situazioni complicate. Torna a lasciare la porta inviolata dopo 3 partite.

RUDIGER 5,5.  Approssimativo in alcuni interventi, sopratutto nell’errore in avvio di ripresa su Chochev che poteva costare caro. Se ci aggiungiamo che si mangia anche il raddoppio, non una gran serata…

FAZIO 6. Ancora una prestazione luci ed ombre per lui. Il suo lo fa, ma sembra doversi superare per coprire alcune situazioni che fino a 3 partite fa erano il suo pane quotidiano.

JESUS 6. Attento in copertura, senza combinare guai nè emergere per brillantezza, quasi non ci accorgiamo che sia in campo.

PERES 5.  Fuori dal gioco per gran parte del match, se non in occasione del gol del Faraone alla cui preparazione partecipa attivamente. In netta difficoltà difensiva nella ripresa quando il Palermo va all’arrembaggio. Ma quando la squadra acciuffia il raddoppio e favorito negli spazi trova la porta per il sigillo del 3-0.

PAREDES 5,5.  In evidenza su punizione quando pesca benissimo in area Rudiger e poi basta: mai in luce, fa il compitino senza rischiare la giocata.

GRENIER 6,5. Eccolo dal 1′ minuto l’oggetto misterioso del mercato invernale e sforna subito un assist-gol di prima per El Shaarawy. Non è aggressivo, ma il ritmo basso della gara lo facilita nelle giocate e negli assist. Anche in fase difensiva si fa trovare al posto giusto al momento giusto.

MARIO RUI 5,5. Dopo un primo tempo discreto, la ripresa non è allo stesso livello: poco intraprendente e imbrigliato dai siciliani non riesce ad incidere salvo un paio di interventi difensivi che evitano guai a Szczesny.

NAINGGOLAN 7. Bene in copertura, intercetta e riparte. Spreca anche lui occasioni per raddoppiare ma serve in modo perfetto Dzeko per il gol del 2-0.

EL SHAARAWY 7. La sblocca lui, trova spazio dal 1° minuto e ripaga Spalletti con il 4° gol in campionato, il 7° stagionale. Con questa rete il Palermo diventa la sua vittima preferita in Serie A: a nessuna squadra ha segnati 3 volte.Non solo gol, pressa e ruba palla: si dà parecchio da fare anche in copertura.

SALAH 5,5. Spento in attacco e fa mancare anche il suo sostegno dietro. Si dà una svegliata solo nel 2° tempo.

Dal 64′ DZEKO 7.  Entra al posto di Grenier. Quando riesce a liberarsi di Andjelkovic ha le sue occasioni e vede la porta per il 2-0 e il suo 30° gol stagionale: un tocco di biliardo che mette fuori causa il portiere rosanero.

Dal 72′ STROOTMAN 6. Entra al posto di El Shaarawy, giusto il tempo di servire l’assist per il terzo gol di Bruno Peres.

Dall’81’ DE ROSSI SV. Entra al posto di Salah.

SPALLETTI 7. Rivoluziona la formazione con 6 cambi rispetto a Lione. Esordisce Grenier e finiscono in panchina Dzeko, Strootman e De Rossi. Azzecca le scelte visto che la rete del vantaggio arriva in combinazione tra due protagonisti del turn over e che il raddoppio lo sigla Dzeko chiamato dalla panchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO