PAGELLE ROMA-TORINO  –  Sulla scia del poker al Villareal, la Roma mette in cascina altri 3 punti fondamentali. Batte il Torino con un netto 4-1: partecipano alla fiera del gol Dzeko, Salah, Paredes e Nainggolan. Peccato per la rete nel finale di Maxi Lopez.

Giulia Spiniello

SZCZESNY 5.  Qualche incertezza nelle uscite sui cross, ma di fatto il Toro non tira mai in porta… Inoperoso fino a un tiro morbido di Maxi Lopez all’80’ e rimane inoperoso anche sul gol dello stesso numero 11 granata che in extremis gli rovina la possibilità di chiudere il match senza prendere gol.

MANOLAS 7. Tiene a bada Belotti con mestiere e intelligenza. Bravo a non farsi ammonire, vista la diffida. Domenica c’è l’Inter!

FAZIO 7. Qualche incertezza sui giochi in velocità di Ljajic, ma una volta prese le misure all’ex romanista nel suo muro non si fa breccia.

JUAN JESUS 6,5. Risponde presente sfiorando il gol in avvio, e sfiorando anche il pasticcio nella propria area. Le sue coperture diventano importanti con il passare dei minuti e porta a casa una gara più che sufficiente.

BRUNO PERES 6,5. Apprezzabile per impegno e abnegazione. Macina molto nella metà campo granata e difende con ordine.

PAREDES 7. Di fiducia. Bene in copertura, poco brillante nella costruzione di gioco nel primo tempo. Poi si trasforma e veste i panni di Super Leandro nei secondi 45′: non solo prende in mano il centrocampo e si fa vedere di più sulla ricnoquista del pallone, ma sfodera il piglio del campione con un gol da cineteca.

STROOTMAN 7.  Uno dei migliori. Partecipa al gol del raddoppio servendo di prima intenzione Dzeko che fa andare in confusione Barreca e la palla che carambola sul mancino magico di Salah. Per fermarlo i granata devono ricorrere continuamente al fallo. Multitasking!

EMERSON 6. Non la miglior partita stagionale, ma la sua spinta dalle parti di Zappacosta e Iago Falque è costante e fastidiosa.

SALAH 7,5. Un palo e un gol, il primo gol nel 2017, il 9° stagionale: l’egiziano si riprende totalmente la regia dell’attacco giallorosso.

NAINGGOLAN 7. Fascia di capitano al braccio e altra partita da stakanovista. Partecipa al gol di Dzeko poi ruvido ma efficace, poi si mette alla ricerca degli avversari per rubargli palla. Ma non smette di provarci e viene premiato da un gol nei minuti di recupero che regala il 10° poker stagionale alla Roma.

DZEKO 7. Si inventa un gol bellissimo, trafigge con il destro Hart per la sua 29esima rete stagionale, a segno da 8 gare consecutive con un totale di 11 marcature. Gli perdoniamo anche il calo di lucidità del 2° tempo.

Dal 72′ VERMAELEN NG. Entra la posto del diffidato Manolas.

Dall’81’ TOTTI NG. Entra al posto del diffidato Strootman.

Dall’88’ PEROTTI NG. Entra al posto di Dzeko.

SPALLETTI 7,5. Roma assoluta padrona del campo, gioca bene e non rischia praticamente nulla. Il risultato gli consente di gestire con saggezza i cambi, non rischiando di perdere con l’Inter i diffidati Manolas e Strootman.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO