La Roma che non sbaglia mai due volte di seguito

0

EDITORIALE – La Roma batte la Fiorentina 4-0 confermandosi schiacciasassi all’Olimpico e chiude la 23esima giornata del campionato della Serie A riportandosi al 2° posto in solitaria a 4 punti di distacco dalla Juventus. Dzeko da scarpa d’oro, Nainggolan leader, Manolas capo-difesa ritrovato. E ancora Fazio castigatore, Rudiger tutto-fare, De Rossi illuminante. Quante dolci noti dalla notte dell’Olimpico. La Roma che vorremmo sempre vedere: tonica, sicura e rassicurante, garibaldina e intrepida, generosa e letale. Qualità al servizio della squadra. Parte come un diesel poi pian piano accelera e ingrana la marcia giusta. Ci vuole Edin il capocannoniere per dare la scossa: 24 reti, 3° bomber in Europa dopo Messi e Cavani a quota 31. La Roma gira, va che è una bellezza: la perfetta combinazione tra gioco straripante ed efficacia che garantiscono a Spalletti il ritorno alla vittoria in campionato e i 3 punti necessari per avvicinarsi alla Juventus in classifica e assicurarsi il 2° posto in solitaria davanti al galoppante Napoli. Un successo fondamentale per rimanere agganciati al treno-scudetto, un successo che spazza i fantasmi brutti e angoscianti di Genova. Un successo che dimostra la reattività della Roma spallettiana: in questo campionato quando è caduta si è subita rialzata nella gara successiva. E’ accaduto dopo il ko con il Torino (vittoria per 2-1 sull’Inter), dopo la sconfitta con l’Atalanta (vittoria per 3-2 con il Pescara), dopo l’1-0 in casa della Juve (3-1 con il Chievo all’Olimpico). Insomma, un bel martedì di leoni, un segnale di forza che spaventa le inseguitrici e le inseguite.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here