WEB RADIO ROMANEWS – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews si riparte con Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30 Federico Prosperi, Paolo Sparla e Adriano Cesarini vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live l’incontro visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Durante la prima ora di trasmissione spazio alla rassegna stampa. Dalle 8.30 i collegamenti: si parte con la nostra bionda al comando, Giulia Spiniello. Alle 9.30 appuntamento con Marco Evangelisti del Corriere Dello Sport, mentre alle 10.00 è il momento di Romolo Buffoni, giornalista di Leggo. In chiusura alle 10.30 interverrà con noi l’ex giallorosso Gaetano D’Agostino.

D’Agostino a Romanews Web Radio:“Ho ringraziato l’Anzio perché mi ha dato la possibilità di poter intraprendere questa carriera. E’ stata un annata bellissima, poi però bisogna sempre migliorarsi e io devo farlo come allenatore. Il mio augurio è che le cose possano migliorare anche ad Anzio, ovviamente riprogrammando il tutto”.

Sulla Roma:
“C’è stato un momento dove la Roma poteva andare ad un punto dalla Juve nel corso della stagione. La Roma deve cambiare mentalità, bisogna avere un equilibrio nel trovare l’obiettivo comune”.

Sul post-Spalletti…
Si fanno tanti nomi di allenatori in orbita Roma, io preferirei un nome italiano. In Europa gli allenatori italiani sono dei vincenti, pensate ai vari Conte, Ranieri o Carrera in Russia. Secondo me Emery non ha nulla in più rispetto ad un Di Francesco”.

Evangelisti a Romanews Web Radio: “Strootman dovrebbe rinnovare, credo che debba rimanere e rimarrà. Rudiger ha offerte sostanziose, la Roma ascolta sempre le offerte. Potrebbe essere una pedina importante per il mercato, credo che Monchi non sia venuto qui a liquidare la rosa.

30 milioni su chi li investiresti ?
Immagino che Monchi, arrivato alla Roma, sia rimasto sbalordito dall’offerta per Kessie. Credo che voglia investire quei soldi con un vice Dzeko: Dolberg è il numero 1 della lista, ma alla Roma serve anche un centrocampista: Pellegrini dovrebbe essere riscattato e quindi Defrel potrebbe entrare nell’orbita giallorossa. Credo che il ds voglia costruire una squadra valida con una strategia”

Su Totti…
“Quando penso a Totti, penso che sia un fuoriclasse, non una bandiera. La Roma è stata chiarissima con lui, Pallotta disse che sarebbe stato l’ultimo anno da calciatore. Totti vorrebbe ancora giocare perché ancora si diverte. È difficile il distacco con il campo”.

Capitolo portieri:
“Allison sicuramente è il titolare, deve migliorare la sua tecnica individuale. E’ ancora grezzo, abituato al Brasile. Skorupski tornerà dal prestito, è migliorato moltissimo e  potrebbe essere una buona pedina di scambio. Il portiere è un ruolo molto più stressante degli altri. Dida era fenomenale, la parata su Veron formidabile. Dopo c’è stato un calo, ed è sparito”.

La Roma ha ridotto il gap?
“Credo che allegri non si aspetti una crescita della Juve, i suoi dubbi derivano proprio da questo. I bianconeri ad un certo punto dovranno calare. Sulla Roma ho forse troppa fiducia ma credo che sia Monchi la persona giusta per crescere. Attenzione alle milanesi che sono società nuove e sono pronte ad investire per colmare il gap con la Juve”.

Situazione ritorni:
“Castan è un caso particolare, ha avuto tanti problemi fisici. monchi dovrà utilizzare le sue arti psicologiche per arrivare ad una separazione definitiva. Iturbe ha dei limiti tecnici, è stato un investimento infruttuoso. Doumbia è un problema molto importante anche se non è andato male in Svizzera. Il grosso limite della Roma è stato il non poter sostituire Dzeko nelle partite in cui non girava, Tumminello o Sadiq potevano essere buone alternative”.

Kessiè :
“E’ un giocatore eccellente, io l’avrei preso. L’avevo già inserito nella rosa, ma capisco benissimo che quel prezzo è esagerato”.

  • Ugo

    Emery non è sicuramente il migliore però qualche coppa in più (anche Europea) rispetto a Di Francesco ce l’ha.
    Non sto dicendo che Di Francesco è una pippa, ci mancherebbe.
    Però non bisogna pure far passare Emery per l’ultimo arrivato.
    Comunque credo che rimarrà al PSG.