SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Alberto Mandolesi (Centro Suono Sport) a Romanews Web Radio: “Parlare con questi dirigenti ormai è inutile. Ti rendi conto che il mestiere che facciamo noi, che dovrebbe rappresentare l’unione tra tifoso e società è perfettamente è inutile, perché dicono cose solo che servono in quel momento ma che non hanno riscontro nella verità. Si era detto ‘la Roma non è un supermarket’, ma in realtà è così. Si compra e si vende chiunque. ‘Rudiger ci sono zero possibilità che vada via’ ed invece nel momento della necessità ci ha messo zero secondi ad andare via. Non so se è il caso per un periodo di smettere di presentare le sale stampa, perché poi lo scrivo io e non mi voglio prestare a questo gioco, non mi piace proprio. In 42 anni di professione ho fatto pochi scoop perché la dote più importante è quella della credibilità, però la stiamo perdendo se ci prestiamo a questi giochi a citare frasi che non hanno nessunissimo valore”.

Francesco Guerrieri (giornalista Corriere dello Sport) a Romanews Web Radio: “Senza cessioni non si sarebbe potuto comprare. Erano inevitabili e tutti lo sapevano. Forse non ci si aspettava Rudiger in questa maniera, tanto se non fosse stato lui, sarebbe stato Manolas. E’ stato fatto sia per bilancio sia per comprare. Secondo me non è stata una decisione di Monchi, ma una decisione arrivata dai piani alti. Bisogna dar fiducia a questo DS, che ha sempre fatto bene, non si può subito screditare il suo lavoro dopo due cessioni. Manolas? Bisogna lavorare bene a livello psicologico per recuperare il giocatore. La situazione mi ha un pò ricordato quella di Stekelenburg quando fu venduto da Sabatini ma poi saltò tutto. Il rinnovo di contratto può essere un messaggio forte e chiaro”.

Franco Zavaglia a TMW: “Roma? Mi aspettavo un mercato diverso. In questo momento si sta pensando a cedere delle certezze e ci sono tanti punti interrogativi. Monchi? Roma e Siviglia sono due piazze completamente diverse. Totti? Dipende da lui e dalla società trovargli il ruolo più adatto. Totti è un patrimonio della Roma e del calcio mondiale. Non bisogna perderlo, va tenuto in grande considerazione anche se non gioca. Speriamo che inizi un’epoca di soddisfazioni per Totti e per la Roma. Di Maria e Nainggolan all’Inter? Non so se ci arriveranno, l’occhio al bilancio è dovuto. L’Inter ha una grande garanzia, Luciano Spalletti, sarà importante che la società gli dia ascolto sul mercato”.

Franco Melli a Radio Radio“Io non ho mai creduto a quello che disse Monchi. La situazione della Roma, ad oggi, è inquietante, non ci si capisce più niente. Ora con quale stato d’animo può rimanere Manolas, da separato in casa? Occorre riempirlo d’oro. E adesso occhio ai fuochi d’artificio dell’Inter che sogna di portare a Milano Nainggolan… Di Francesco accetta qualsiasi situazione gli prospettano perché per lui è troppo importante allenare la Roma. Con tanti americani pieni di soldi alla Roma è capitato quello sbagliato, uno che vende a dieci e compra a uno. Così è impossibile fare una squadra più forte”.

Xavier Jacobelli a Radio Radio“Nel mercato mai dire mai e mai parlare prima. Prendiamo atto delle promesse fatte da Monchi che oggi sono state deluse. L’operazione Ruediger conferma quanto era importante l’esigenza di cessione per esigenze di bilancio. Mi preoccupa molto l’età dei tre giocatori ceduti. Giovani talenti vengono venduti, ed è costato molto far tornare uno bravo come Pellegrini. Ora serve un immediato segnale da parte di Pallotta dicendo che è chiusa la campagna cessioni e da oggi si parlerà solo di acquisti. Ora i tifosi si aspettano un’immediata contromossa in entrata”.

Stefano Agresti a Radio Radio“Io dalla Roma vorrei capire quando finisce la presa in giro nei confronti dei tifosi. La proprietà sbandiera delle cose che poi non è in grado di sostenere. La Roma è un supermercato dove ci sono tutti i prodotti in vetrina con un prezzo, e vende anche dei prodotti freschi se andate a vedere l’età media di quelli ceduti. E gli acquisti sono tutti quasi trentenni di cui nessuno in Europa si era accorto. Quello della Roma, ad oggi, è un progetto allarmante. Pallotta ha disatteso ancora una volta le promesse fatte ai tifosi. Dicono una cosa e una settimana dopo fanno il contrario, con una serenità assoluta. Sono anti-romanisti loro, non noi”.

Alvaro Moretti a Radio Radio“Non mi piace quando non si comunicano le cose come stanno. La gente non può essere presa in giro, a me non piace questo. La devono smettere, la chiarezza nella comunicazione deve essere il presupposto senza il quale non c’è possibilità alcuna che nessun’altra comunicazione venga creduta. I fatti non sono coordinati con le parole che dicono. Sono dei bugiardi patentati, pagati per dire le bugie. I giornali non si inventano i nomi dei giocatori messi sul mercato”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo“Senza Champions sarebbero successe le stesse cose, forse ad eccezione dell’arrivo di Karsdorp. La cessione di Ruediger chiude un cerchio che si è concluso ieri, il bilancio di una squadra che non ha partecipato alla Champions League. Finché non ci sarà lo stadio o non ci saranno altri imprenditori la storia sarà questa. Da tempo non credo a una parola di Pallotta sulle strategie di mercato, non ha credibilità. Le sue parole contano zero. Ora è molto facile dare del bugiardo a Monchi, è stato un errore esporsi ma non è un bugiardo o uno sprovveduto, sarà sicuramente seccato anche lui. Ora non serve attaccarlo. Mancano gli sponsor, quali sono le altre fonti di ricavo della Roma? Si conta troppo su diritti tv e Champions. L’Inter ha una situazione peggiore: ma come l’ha risolta? Con sponsorizzazioni e operazioni varie, hanno tirato fuori improvvisamente 20 milioni. Non importa che ci siano 10000 persone a Fiumicino, contano i risultati e non la gente. La Roma se ne deve strafregrare di cosa pensa la gente, non vince nulla da anni. Ora il giudizio va sospeso fino al primo settembre”.

Stefano Carina a Radio Radio“La cessione di Ruediger verrà messa a bilancio entro il 30 giugno perché c’è stato prima di oggi un accordo tra i club. Questo ci fa fare un pensiero definitivo su quanto accaduto negli ultimi sei anni nella Roma. Monchi è stato chiamato per venire a vendere ragazzi dai 20 ai 23 anni, evidentemente quello che faceva Sabatini non era così impossibile da fare. Spero che la cessione del difensore tedesco sia l’ultima dei big. Temo che non sia così e ci siano altre sorprese da qui alla fine del calciomercato”

Ezio Sella (ex allenatore Roma) a Tele Radio Stereo: “Quando si sente parlare di cessioni illustri è normale che al tifoso vengano dei dubbi. Per Di Francesco sarà molto importante avere l’appoggio dei giocatori più esperti, come De Rossi per esempio: per la sua filosofia di gioco è cruciale. Tra Rudiger e Manolas, se dovessi decidere io, punterei su Rüdiger, farei un grande sforzo per tenere il tedesco e trovare una sistemazione per Manolas. Salah è un giocatore che ho sempre ammirato, senza l’egiziano la Roma perde tantissimo. Per me Di Francesco è molto preparato, lo conosco bene, so quali sono i suoi principi, ma come tutti gli allenatori ha bisogno del sostegno della società”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport“L’affare Ruediger è chiuso, il giocatore dovrebbe volare direttamente dalla Russia a Londra in queste ore. Io ero uno di quelli che preferiva tenere Manolas, ma vedrete che nelle prossime ore qualcuno cambierà idea. Mi preoccupa l’esigenza di acchiappare soldi. Nessuna Roma prima d’ora aveva perso 4 titolari più Totti nel solo mese di giugno. Monchi ha detto due cose che non si sono verificate, ma non riesco a dargli troppe colpe. È un parafulmine”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo“La Roma ha un grave problema a livello comunicativo. Storicamente Monchi ha sempre comprato i difensori a molto poco e gli attaccanti ad un prezzo elevato, quindi speriamo bene e aspettiamo”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “La trattativa per Rudiger è stato un fulmine a ciel sereno. Non me la sarei mai aspettata. Monchi ha sbagliato in conferenza stampa quando ha detto che il difensore tedesco non sarebbe partito. Manolas potrebbe diventare un problema perché non si sa se rinnoverà il contratto con i giallorossi o se verrà comunque ceduto. Comunque se Skriniar viene pagato 30 milioni, Rudiger non può essere pagato 33 milioni di euro. Se la cifra fosse 50, bisognerebbe fare altre considerazioni. Diventerebbe complicato anche dire di no. Manolas? Credo che se la Roma gli alzi lo stipendio, rimarrà alla Roma”.

Nando Orsi a Radio Radio: “In Italia tutti i calciatori sono cedibili ed hanno un prezzo. Monchi aveva smentito la cessione di Rudiger, invece sta accadendo tutto il contrario, quindi non mi meraviglierei se venisse ceduto anche Nainggolan. Pallotta ora vuole incassare il più possibile per ripartire da capo con un nuovo ds ed un nuovo tecnico”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Vorrei sapere se la prossima stagione la Roma schiererà in campo i pali delle porte o i calciatori… Spero che almeno Manolas resti, altrimenti i giallorossi non arriveranno neanche quarti”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Quando è arrivata la notizia di Rudiger ho dubitato la sua veridicità. Pensavo che vendere Manolas fosse una strategia di mercato e con la fumata nera con lo Zenit non sarebbe partito nessuno. Quando Monchi in conferenza dice che Rudiger non sarebbe partito sapeva che sarebbe andato via Manolas. E’ ingeneroso considerare Monchi un bugiardo perché era convinto che a partire fosse stato Manolas. Se avessi scelto io avrei venduto Manolas e non Rudiger. Ma nel momento in cui succede questo impicco, non è che improvvisamente Manolas è diventato una pippa. La Roma era convinta di aver ceduto Manolas, perché il giocatore si era cercato la squadra. La Roma ci ha provato a tenersi Rudiger e cedere Manolas, ma Manolas ha fatto saltare il banco”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Mi rifiuto di pensare che la Roma debba rifare completamente la difesa. Mi auguro che la Roma rinnovi il contratto a Manolas, cosicché abbiamo una certa sicurezza mentale che è mancata durante questa stagione. Spero davvero che non verrà ceduto anche Manolas”.

Franco Melli a Radio Radio: “Manolas? L’ipotesi peggiore sarebbe tenerlo. Temo che la difesa della Roma sarà rifatta ex novo. Temo che se ci sarà un’offerta, Manolas andrà via. Non puoi tenere un giocatore scontento. L’ipotesi migliore sarebbe accontentare Manolas e dargli i soldi che chiede, ma non so se questo accadrà. Ma credo che la Roma venderà anche Manolas. Se lo tengono per la difesa della Roma è un bene, ma bisogna rimotivarlo ed è una cosa difficile”.

Enzo Bucchioni a Tele Radio Stereo: “La Roma è un po’ inquietante per quello che sta accadendo. Adesso si cominciano a capire le parole di Luciano Spalletti. Con tutto il rispetto di Di Francesco, ma perché la Roma ha preso lui? E’ un allenatore giovane di basso profilo e la Roma poteva prendere un grande allenatore italiano, ce ne erano tanti sulla piazza. Monchi è un dirigente bravissimo, però fa a prendere dei giocatori semisconosciuti o da rilanciare. Ad oggi è cambiato il progetto. Prima eri a un passo dalla Juventus, adesso è tutto un punto interrogativo”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “La Roma sta vendendo in fretta e in furia Rudiger, anzi, lo sta svendendo considerata l’età del calciatore. Evidentemente il gol di Perotti col Genoa è stato annullato… E’ una storia ciclica che fa quadrare il cerchio circa la necessità di vendere. Si vende Rudiger perché evidentemente la Roma doveva vendere, ora credo che la situazione sia chiara. L’ho presa veramente male. Venti ore fa faceva #AskToni, parlava con i tifosi della Roma… Se Totti avesse avuto 7-8 anni di meno, quest’estate lo avrebbero venduto al Real Madrid? Io mi aspettavo le cessioni di Manolas e Paredes, non quelle di Salah e Rudiger. Monchi? La necessità di vendere si riconduce al vertice della Roma, non al ds. Defrel? Per me vale al massimo 12 milioni. Qual è l’operazione che mi aspetto la prossima settimana? Assolutamente il rinnovo di Radja Nainggolan”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Ma perché questa fretta e necessità di vendere? Se nel giro di 5 minuti non vendi Manolas e vendi Rudiger significa che c’è qualcosa sotto. Qualcuno ci dovrà dire qualcosa. Monchi diceva che non c’erano possibilità che partisse Rudiger, ora però deve portare qualcuno più forte di Rudiger e di Salah. Ma oggi Nainggolan è ancora così sicuro di rimanere? Manolas è un problema perché è scontento che la Roma non l’ha accontentato l’anno scorso e inoltre i compagni forse non lo amano. Secondo me la Roma sta aspettando un’offerta”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Rudiger? Io sono stupito, perché la situazione devono spiegarcela meglio. Mi viene da dedicare un pensiero a Totti: sono contento che non sia coinvolto in una stagione come questa. O Monchi ha capacità oltre a qualsiasi aspettative o deve reinventare completamente una squadra. Uno non si può accontentarsi di Karsdorp. Certo, è un buon prospetto. Ma lì già avevi Bruno Peres. Se Nainggolan inizia a guardarsi intorno non è da considerare un traditore, visto che stanno andando via tutti. L’abbondanza a centrocampo mi fa pensare che De Rossi possa arretrare in difesa o uno tra Nainggolan e Strootman possa essere venduto. Mario Rui? E’ l’unica operazione che concepisco, perché la Roma ci guadagna nonostante abbia visto poco il campo. Manolas? Non sono sicuro che resti con la partenza di Rudiger. Manolas ha ancora la possibilità di essere venduto”.

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport“Alla Roma sta succedendo qualcosa di inquietante. Mi chiedo se con le tre cessioni ora i conti si siano appianati o meno. Io combatterò fino alla morte questa nuova filosofia di mercato di Pallotta. Ora, però, non bisogna vendere Nainggolan”.

Gianni Lucioli a Centro Suono Sport“Tecnicamente ci starebbe anche la cessione di Nainggolan, perché comunque ha 29 anni ed è questo il momento di fare una grande plusvalenza. Molti club ragionano in questo modo”.

Tiziano Moroni a Centro Suono Sport“La Roma sta dimostrando che davanti ad offerte interessanti nessuno è incedibile. Loro ragionano sul fatto che la Roma ancora non è in grado di competere per lo scudetto e la Champions League, e così pensano a mettere a posto i conti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

13 Commenti

  1. Personalmente sono più contento che si sia ceduto Rudiger e non Manolas. Se il greco sapesse anche impostare sarebbe Baresi e ad ogni buon conto è il nostro piu forte marcatore e tra i primi centrali del campionato. Quello che mi spiace è l’aria di ridimensionamento che è calata su di noi. Oltre questi 3 acquisti operati finora bastavano un paio di innesti ancora per avere una rosa più lunga e competitiva e la cessione del solo Salah forse sarebbe stata sufficiente. Ennesima rivoluzione,ennesimo nuovo progetto…a vincere subito non se ne parla proprio…

  2. Stanno sbriciolando la Roma E per questo hanno ingaggiato il signor Monchi quando bastava un appena appena mediocre amministratore di condominio per svendere una squadra di calcio ed ingaggiare le mezze calzette che giocano in Europa. A fare questo disastro ero capace anch’io .

  3. Ancora si parla di mettere a posto il bilancio??? o ci hanno raccontato frottole sui 53 milioni di buco …o ci raccontano frottole sui piani della Roma. Viste le ultime vendite ed azzerando i debiti (53 milioni) e considerando una quarantina di milioni per la Champions…dovremmo essere a più 70 milioni (senza contare la varia “paccottiglia” che abbiamo in giro per il mondo , da vendere) …più che sufficienti a comprare due o tre grandi giocatori (es. Seri , Dolberg)…a meno che già si sappia che ci saranno altri 50 milioni di debito per il prossimo anno…ed allora ci saremmo solo avvantaggiati, per non vendere il prossimo anno…ma non credo perchè abbiamo buchi di organico da paura, da colmare!

  4. Eccomi,mi sono ritemprato ai Caraibi di Puglia,dove eravamo rimasti? AH si ! vorrei che qualcuno mi spiegasse il concetto di supermercato e la differenza che c’è tra la verita’ e la bugia e per favore non tirate fuori la storia delle radio e dei giornalai,che sono si scorretti e…..perche’ questa societa’ non ha niente da imparare da nessuno in fatto di menzogne

    • Fabià, aspetta il 31 agosto, abbi fede… Casomai è una “gioielleria”, non cadere nelle trappole di chi vuole affossarci… Già si sono dimenticati di come giudicavano rudiger dopo l’ultimo derby… Non c’è più la memoria storica in questa città. Monchi va giudicato alla fine del mercato, non ora

    • Fabià, aspetta il 31 agosto, abbi fede… Casomai è una “gioielleria”, non cadere nelle trappole di chi vuole affossarci… Già si sono dimenticati di come giudicavano rudiger dopo l’ultimo derby… Non c’è più la memoria storica in questa città. Monchi va giudicato alla fine del mercato, non ora

  5. @voltiamo..@cucs,amici miei forse non riesco a spiegarmi,io non ne faccio una questione di sostanza,per quella aspettero il 31 di agosto,ma di forma,voi potete sinceramente affermare che non ci stanno prendendo in giro con certe affermazioni”non siamo un supermercato…Rudiger incedibile….vendiamo i migliori ma saremo piu’ forti…..”comunque per l’operato di Monchi aspettero’ non il 31 di agosto ma il 31 di maggio e spero tanto di poter dire che è un grande ds,un saluto ai miei fratelli romanisti

  6. La dimostrazione che qui scrivono sempre i soliti due-tre cambiando solo nick…cucs 2015 scrive un messaggio, poi un minuto dopo uno uguale cambiando nick senza accorgersene ahahahahah

    Che figura sti pallotta boys!

LASCIA UN COMMENTO