Leggeri: “Lo Scudetto deve essere un obiettivo, Di Francesco valore aggiunto”

14

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “In Eusebio we trust! A maggior ragione oggi, poichè il mister ha espresso le reali ambizioni della sua Roma: competere per il titolo, al pari di Napoli e Juventus. Di Francesco ha giustamente richiamato alle proprie responsabilità se stesso e i propri calciatori. Lo Scudetto deve essere un obiettivo per una squadra arrivata tre volte seconda negli ultimi anni, dei piazzamenti siamo stufi”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Napoli e Juve sono più pronte, più consolidate e attualmente rappresentano le reali favorite al titolo. La Roma è stata data per morta troppo presto, è chiaro che possa pagare in questa prima fase lo scotto dell’ennesima ristrutturazione tecnico-tattica, ma sul lungo periodo il vero valore aggiunto potrebbe essere proprio Di Francesco”.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “La Roma può competere per lo scudetto, a condizione che alcune scommesse diventino certezze. Alisson? Lo reputo ancora una scommessa, deve fare ciò che ha fatto contro l’Atletico Madrid per tutta la stagione”.

Federico Vespa a Centro Suono Sport: “La Roma è un gradino sotto Juve e Napoli, le manca qualcosa a livello tecnico. Fino ad adesso ha vinto solo contro squadre nettamente più deboli e nell’unico scontro diretto ha preso gli schiaffi”.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “Di Francesco mi sta piacendo molto per la gestione delle situazioni, ovviamente domani è atteso ad una sfida importante: serve soltanto vincere. Le prove della verità saranno le sfida contro Milan e Napoli a cavallo della sosta: lì si potrà fare un primo vero bilancio sulle ambizioni di questa squadra. Scudetto? Troppo presto per dirlo”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “La Roma non deve sbagliare la partita di domani contro un’Udinese non all’altezza della formazione giallorossa. La squadra di Eusebio Di Francesco ha dalla sua un’ampiezza della rosa che le permette di far riposare i giocatori in vista dei numerosi impegni di campionato e di Champions”. 

Tony Damascelli a Radio Radio“Domani è una partita meno facile di quello che si possa prevedere. L’Udinese con il Torino è stata anche sfortunata e poteva pareggiare addirittura all’ultimo”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Un pareggio contro l’Udinese sarebbe sportivamente una tragedia, la Roma deve vincere. I giallorossi sono vivi, stanno bene. Kolarov è stato un grande acquisto, sta facendo davvero bene”. 

Roberto Renga a Radio Radio: “Ci saranno ancora altri cambi nella formazione giallorossa contro l’Udinese, questo è da grande squadra. La squadra friulana ha una rosa completamente nuova e con giocatori strani: avranno bisogno di tempo per diventare un gruppo”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Penso che la Roma possa vincere, anche se l’Udinese è un avversario più scomodo rispetto a Benevento e Verona. Mi dispiace non vedere ancora Karsdorp e Schick, la Roma si affiderà ai soliti noti sperando di vedere anche un’evoluzione tecnica, un’alternativa di gioco rispetto al 4-3-3”.

Franco Melli a Radio Radio: “La Roma deve prendere con serietà e concentrazione la partita contro l’Udinese. Al di là del risultato che sarà quasi certamente positivo per i giallorossi, Di Francesco dovrà capire alcune situazioni dalla formazioni: se il titolare basso sarà Florenzi o Peres, e se a centrocampo sia meglio Strootman o Pellegrini”. 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

14 Commenti

  1. Parlo di Stadio oggi.
    Ieri l’autorità del Tevere ha inviato una missiva al Comune di Roma (ammesso e non concesso che abbiamo trovato qualcuno che comprende la lettera) dove denuncia che 250.000 romani si trovano ad abitare in zone a forte rischio esondazione del Tevere (anche se le possibili precipitazioni fossero non particolarmente intense) causa la mancata manutenzione di oltre 700 fossi che costeggiano il fiume.
    Nel documento vengono elencate tutte le zone interessate da Roma nord fino a Fiumicino.
    Tra queste zone….non c’è Tor di Valle.
    Ah però….

    • e completiamo dicendo che se si dovesse fare questo benedetto stadio, tra le opere che Pallotta dovrà pagare di tasca sua c’è anche la sistemazione del fosso di Vallerano. Così, giusto per.

    • anto58: ti quoto in tutto. Premetto che non vivo più a Roma da 5 anni, non avendo percezione diretta di quanto successo durante l’ultimo nubifragio ho provato a cercare notizie sulla sitazione a Tor di Valle sui giornali ed anche sui social. Nessun riscontro. Vedevo foto del sottopassaggio davanti l’aeroporto di Ciampino, il cassonetto (sic!) davanti al Colosseo ma niente che riguardasse l’area del nuovo stadio. Quale era la situazione se qualcuno può aggiornarmi. Certo non mi meraviglerei se anche lì ci fossero stati problemi vista la manutenzione e lo stato di abbandono ma questa reticenza dei giornali romani mi ha insospettito
      Ciao

      • Niente nemmeno un cavallo affogato negli anni in cui tor di valle ospitava le corse di trotto, nemmeno Soldatino di Febbre da cavallo asciutto pure lui…..dal 1855 anno in cui è stato istituito il registro meteorologico Romano con sede in piazza del collegio romano vicino al liceo classico visconti risulta una esondazione del Tevere in zona……doppio ah però……

    • Ca….pperini! ma allora non hanno piu’ alibi,chissa’ cosa’ dira’ quel fenomeno della Raggi ora….o la svraintendenza delle belle arti…..ridicoli!!sono dei comici inconsapevoli,hanno un futuro su Zelig,qualcuno li avvisi….Ciao Anto,oggi c’è un pallido sole….so che mi capirai,anche la bella di Campiglia ha ripreso pigolo……

    • Allora. Dipende dai punti di vista. Se ragioniamo dal punto di vista di una grande squadra, che deve lottare con Juve e Napoli per i primi tre posti, allora perdere punti contro l’Udinese sarebbe sportivamente una tragedia, perché una grande squadra quei punti non può permettersi di perderli, visto come corrono le concorrenti.
      Inoltre, se ragioniamo da grande squadra, ogni volta la prossima partita sarà un esame, perché la grande squadra non si può accontentare delle partite vinte fino a ieri, ma deve continuamente dimostrare di essere la migliore.
      Va bene così, ci si gode la vittoria la sera della domenica e il lunedì mattina, ma poi subito con la testa alla partita che viene. Forza Roma!

      • domani non voglio l’udinese… aridateme l’inter, voglio spaccà in due spalletti e icardi… la mala fede dei passocoresi fa pena e misericordia……..ddr, nainggolan, strootman, pellegrini, gonalons, florenzi…. dzeko, schick, defrel, elshaarawy, under, perotti… dateme pure er napoli, nun c’ho paura de nessuno!!!

  2. bastano due partite e tutti tornano sul carro dei vincitori…commentatori laziali compresi…ora la rosa è all’altezza e l’allenatore non è più una pippa…ma andate a zappare la terra tutti quanti

  3. io continuo ad avere i miei dubbi sul modulo. le partite contro verona e benevento hanno mostrato 3 cose: le altre due erano pippe al sugo ma va bene così, ci giochi contro, le seppellisci di gol e porti a casa i 3 punti.
    la seconda è che il 433 di DiFrancesco ha bisogno di terzini che corrono bene, sempre e tanto, tipo Florenzi e Kolarov e di ale di centrocampo sempre in movimento, tipo Pellegrini e Nainggolan. Questo significa che se segni subito poi c’hai pure vita facile, ma se la partita s’incanala sullo 0-0 o vai sotto di uno e l’altri si chiudono, so cazzi. Rischi di spompare la squadra e basta.

    terzo, ti servono i giocatori adatti: De Rossi non lo è, JJesus non lo è, lo strootman di adesso non lo è, Defrel non lo è, Perotti non lo è neanche secondo me.

    Poi come sempre, spero di sbagliare alla grande e forza Roma.

  4. Chissà come mai, nessuno ne parla
    Ma Sanabria del quale manteniamo ancora il diritto di Recompra ha AFFOSSATO il Real Madrid
    Spero di riscattarlo col diritto di Recompra ad 11 mln e magari venderlo subito a minimo 30 e dalla sua Plusvalenza prendere 2/3 giovanissimi talenti che solo Monchi può conoscere..
    nb. dalla prossima estate Mr Monchi inizierà a farci ballare la Samba

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here