SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo:In questo momento l’Inter non ha i soldi da mettere per Schick mentre la Roma ce li ha. Il problema è che devi convincere il giocatore, ma secondo me si sta lavorando bene anche per fargli accettare di venire a Roma. Penso che sarebbe il miglior acquisto della sessione, porti a casa un giocatore fortissimo. La Samp sarebbe anche propensa a cedere Schick alla Roma, perché ha più liquidità. Non ritengo, però, chiusa la vicenda Mahrez”.

Ivan Zazzaroni a Radio Radio: “Sabatini è stato il gestore delle stagioni dell’autogestione. Aveva il compito di non far spendere soldi al presidente, l’ha fatto più o meno bene, ma non ha vinto nulla. Spalletti è arrivato nell’ultimo anno di Totti e ha trovato un amico ed un nemico. Il nemico, la stampa, e l’alleato, il tifoso. Questo perché i tifosi godono quando sentono un allenatore insultare la stampa”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Monchi è stato idolatrato al suo arrivo ma per me non è stato, ad oggi, il valore aggiunto della Roma: i giallorossi non sono ancora all’altezza della Juventus. Se dovesse arrivare Mahrez o un colpo ad effetto, i giudizi cambierebbero. Ad oggi Monchi ha fatto il suo, ma non ha dato quel qualcosa in più che da lui ci si aspettava. Mi attendevo altro da lui”. 

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “Sabatini e Spalletti hanno voluto lasciare la Roma. Mi aspetto che i tifosi all’Olimpico si divideranno: qualcuno lo fischierà e qualcun altro lo applaudirà. Spalletti ha fatto molto bene in campionato, male nelle Coppe”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Spalletti viene a Roma senza sapere cosa aspettarsi da Di Francesco. L’infortunio di Bruno Peres sotto questo punto di vista rende più difficile la lettura della partita per Spalletti, che pensava già di sapere cosa aspettarsi, conoscendo molti elementi della rosa. Penso che per lui ci saranno tanti fischi, ed un bel po’ se li è cercati per un addio inelegante alla Roma a livello tempistico”.

Jacopo Volpi a Tele Radio Stereo: “Mi è piaciuto molto Juan Jesus, 60’ di Kolarov e il primo tempo di Dzeko. Ho apprezzato il sacrificio dei calciatori, ad esempio Defrel che si è messo al servizio della squadra. Su tutto il resto sono abbastanza critico: la squadra non ha ancora assimilato bene i movimenti di Di Francesco, e al tempo stesso non ha la gamba per farlo. Credo sia un problema di scarsa condizione. Ho visto un po’ in sofferenza Strootman e Nainggolan. Comunque vincere a Bergamo è una bella cosa. Nella Roma Schick potrebbe diventare un titolare quasi fisso, sarebbe una buona scelta”. 

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Schick lo vedrei molto bene in un 4-4-2 alle spalle di Dzeko. La Roma di quest’anno è più forte di quella dello scorso anno. Ha molti ricambi e un centrocampo più completo rispetto alla passata stagione. Forse ha perso qualcosa nella formazione titolare con l’addio di Ruediger e Salah, ma può fare molto bene. Schick potrebbe anche risolvere il problema centravanti per il futuro, visto che Dzeko non è eterno”. 

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Io non ho capito ancora se la Roma ha i soldi per esaudire le richieste di Eusebio Di Francesco e dei tifosi. Lancio una provocazione: la Roma potrebbe cedere Strootman ed investire con forza sui due ruoli dove necessita”. 

Riccardo “Galopeira” Angelini a Tele Radio Stereo: “Di Francesco dovrà studiare una soluzione per trovare un’alternativa a Bruno Peres. L’acquisto di Schick mi convincerebbe più di quello di Mahrez. Il giocatore avrebbe preferito l’Inter rispetto alla Roma, ma i nerazzurri potrebbero avere problemi con il fair play finanziario. Rimarrebbe l’insidia Juventus che dovrà scegliere di prendere uno tra l’esterno ceco e Keita della Lazio. Concludere il mercato avendo preso in attacco Defrel e Schick mi renderebbe soddisfattissimo. La partita con l’Inter mi spaventa. Sono sicuro che Spalletti preparerà questa gara in modo maniacale”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Sabato contro l’Inter si può vincere, ma con l’Inter la sconfitta ci potrebbe anche stare. Rendiamoci conto che siamo all’inizio del campionato e sfideremo una signora squadra, ma bisogna pensare che siamo solo all’inizio. Mancano tantissime partite e se si dovesse perdere non bisogna assolutamente rimettere in discussione tutto. Bisogna continuare a dare fiducia all’allenatore scelto e al suo progetto. Buttare tutto dopo appena due partite non avrebbe senso”.

Roberto Renga a Radio Radio“Dal mercato della Roma mi aspetto un grandissimo difensore. C’è una iattura sui terzini, si fanno male tutti. Con l’Inter Di Francesco deve trovare la soluzione in difesa. Poi ci vuole un attaccante. La Roma ha in mano i soldi che non ha speso per Mahrez. Schick, però, non è un esterno e devi cambiare modulo in attacco. La storia Strootman-Cuadrado è ancora in piedi. E’ stato Spalletti a litigare con Roma e non il contrario. Se l’è presa con Totti che è il simbolo. Io spero che sabato venga accolto con indifferenza”.

Franco Melli a Radio Radio“Strootman per rendimento è tra i protagonisti della Roma, è indispensabile. O adesso non lo è nemmeno lui? Arriva troppo presto il ritorno di Spalletti all’Olimpico. Io credo che lui sia stato amato a Roma, poi ci ha messo parecchi carichi suoi per far si che molti tifosi si ravvedessero. Sapeva che a Roma non sarebbe rimasto e ha fatto di tutto per sgretolare il rapporto”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “La Roma deve fare due colpi grossi sul mercato, se non tre. Un esterno alto e un difensore centrale. Io spero che il silenzio su Mahrez voglia significare un lavoro certosino sull’algerino del Leicester, magari prima di Roma-Inter. La Roma vista a Bergamo è inguardabile. Mi aspetto qualche fuoco d’artificio sia in entrata che in uscita. Vendere Strootman non sarebbe uno scandalo. Se la Roma batte anche l’Inter, però, mette a tacere tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

29 Commenti

  1. sempre tutti sti laziali …. gufacci, ce spoerano che se vennemo strootmen… ste mezze cartucce prezzolate (vedi intercettazioni di calciopoli e vari triplici fraterni abbracci) …ancora parlano questi ??

  2. Ilario: “Se la Roma batte anche l’Inter, però, mette a tacere tutti”.

    Onestamente “caro” Ilario, la prima che si dovrebbe zittire di criticare SEMPRE & SOLO la Roma,
    dovrebbe essere proprio la tua Radio..

    Ormai è palese a tutti, il vostro tifo LAZIALE e quindi le vostre pseudo analisi sono sempre Maliziose e tendenzialmente atte a criticare..

    Grande Melli, le sue previsioni sono IMPORTANTI per noi tifosi della Roma 😉
    Ps. Melli continua così te prego 😉 ah ah ah

  3. Ciao, ma scusate, non capisco l’acquisto di un’altra punta. Boh. Ma forse son io, il ragazzo può anche fare l’esterno o è una bufala che la Roma lo vuole? Perché se Defrel è poco adatto a quella posizione, non può tornare ad aiutare l’esterno basso, penso che sick lo possa fare ancora meno. Mah.
    E poi, qualcuno conosce un link dove trovare i veri conti della As Roma? Io non lo trovo. O meglio, ho trovato solo quello 2016. Leggendo quelli si capisce veramente se, e come, si vuole gestire la società.
    Grazie.
    Forza Roma

    • Il dubbio mi e venuto pure, Schick mi pareva una punta o seconda punta. E forte, giovane, e potrebbe il futuro centravanti della Roma (e vice-Dzeko quest’anno) Ma abbiamo gia preso Defrel per fare il voce-Dzeko (detto da Di Francesco stesso) cosi qualche domanda mi viene. Pero ben vengano i giocatori forti.
      Forza Roma!

  4. Il livello della Roma sarà stabilito dal paio di acquisti che deve fare (esterno e centrale difensivo) se non saranno di prima fascia difficile centrare il quarto posto, indipendentemente dal risultato con la partita con l’Inter.

  5. Come si fa ad essere felici dopo che si è conquistato il secondo posto è stata smantellata una squadra che aveva solo bisogno di qualche ritocco… si doveva ripartire proprio dal secondo posto per ambire al primato… invece no , la musica è sempre la stessa….cambiano i ds, cambiano i dirigenti ma è sempre così…ad oggi ci ritroviamo senza portiere senza terzini senza esterno sx e senza un centrale valido in difesa… senza parlare dell allenatore che dopo due mesi non abbiamo un gioco e un identità !
    PALLOTTA GRAZIE!!!!

    • Ma che smantellata, se cambi allenatore che ha un altro gioco sei costretto a cambiare qualcosa. Sono andati via due titolari non si può dire smantellare, allora quasi tutti hanno smantellato Iuve compresa. Comunque, Allison un buon portiere, anche del polacco il primo anno si diceva che era una sega, Rudiger a terzino destro non si poteva guardare piedi fucilati, Salah non adatto al gioco di Difra. Io vedo la Roma più completa dello scorso anno, aspettiamo l’esterno alto e poi vediamo. Il vero problema è se la squadra assimilerà in breve tempo il nuovo modo di giocare.

  6. Io con 30-35 milioni proverei a prendere Chiesa, ottimo esterno non solo di prospettiva. Inoltre adesso magari mi farò riempire di insulti, ma secondo me Benatià anzichè fare panca alla Juve alla Roma ci tornerebbe di corsa, in questo caso Fazio lo manderei pure all’inter per far cassa. Per finire credo che contro l’inter bisognerà chiudere gli spazi e non lasciare campo, Spalletti spesso gioca con palla lunga e va in sofferenza quando la sua squadra deve fare calcio per arrivare in area “nemica”. Forza Roma!

  7. Credo che la Roma non debba rimpiangere i giocatori che sono andati via, oltretutto con dei bei gran soldi, ma credo che debba rimpiangere soprattutto Spalletti, l’unico allenatore che sa stare in campo la gente e a trasformarli in ottimi elementi. Di Francesco sarà pur bravo e ne sono convinto, ma far cambiare mentalità a giocatori che per anni hanno giocato sempre allo stesso modo sarà dura. A centrocampo oggi l’unico palleggiatore e che possa far partire azioni e smistare gioco è Pellegrini, ma purtroppo credo che la timidezza e la paura di avere mostri sacri avanti a lui un po lo limiti. Io Sadiq non lo avrei ceduto, non vale meno di Schick.
    Daje Roma ….Daje!!!!!

    • Scaloppeira..Mariolone..american straccions,ma vi leggete..sembrate più tifosi delle radio che della Roma..che tristezza infinita!Spegnete tutto e venite a tifare..se non vi piace lo spettacolo o i risultati,tanto molti sembra sia solo quello che guardano,non pagate il biglietto e statevene a casa..io tifo per la squadra della mia città e tento di aiutare e fare la mia parte sempre,a prescindere dagli obiettivi..nessuno gioca per perdere,ma certo non sarò io a darmi la zappa sui piedi da solo per dar ragione alle mie idee o a quelle di qualcun altro..
      FORZA ROMA!

  8. Ho preso i nomi di chi è perennemente scontento in questo blog, spero che la Roma dilaghi contro l’inter, che asfalti spalletti, tanto a poco…
    E vedere poi se tutti questi antiromanisti, antipallottiani, antidifraceschiani (laziali) si rifanno vivi sabato dopo le 23… Spero tanto di non rileggervi più, veramente avete rotto le palle! Scrivete altrove, siete degli emeriti falliti…

  9. @gli acquisti di quest’anno ammontano a 54 milioni,gli altri 34 sono dell’anno scorso e poi non si tiene conto di circa 12-13 milioni per rudiger e momo e 3 per paredes,al raggiungimento di determinati obiettivi.quindi nel mercato di quest’anno siamo in attivo di oltre 50 milioni,sempre se la matematica non è un opinione

    • mancano anche i soldi di Iturbe e Doumbia , vero capolavoro di Monchi .
      I soldi della c.l. dove sono, circa 40ml ?
      Come mai prima erano diventati tutti commercialisti ai tempi di Aquilani, Chivu, Mancini e compagnia bella e pure giustamente direi , ora va bene tutto siamo i più belli ,i più bravi , facciamo i record , avevamo il ct più forte , il capocannoniere e poi vediamo festeggiare gli altri .
      Basta aspettare , o Pallotta comincia ad investire senza ogni anno vendere 1-2 giocatori importanti oppure trovasse nuovi acquirenti .
      Qui si vede solo di provare a sostituire Salah e Rudiger( e pure confusamente Mahrez e Schik sono 2 profili diversi) , ma Peres – Jesus – Perotti/Elsha possono essere i titolari per provare a competere contro la Juve ? I limiti dello scorso anno non sei riuscito a migliorarli , ed inoltre hai perso Salah . Rudiger terzino sarebbe stato molto meglio di Peres anche se non l’ideale .
      Pallotta vattene !!!!
      @Cucs , anche se vinci con l’Inter , nonostante sarei il primo ad essere felicissimo soprattutto perche sarebbe contro il traditore fenomeno , non cambio idea con Pallotta non faremo mai il salto di qualità , il suo unico obiettivo è fare lo stadio .
      Non lo dico io , te l’hanno detto in modi differenti i vari Garcia , Sabatini ed il fenomeno pelato .
      Forza Roma !!!!

  10. Ragazzi basta divisioni !! Tutti siamo d’accordo che preferivamo il magnate russo o lo sceicco arabo, però come sostenuto giustamente da molti solo Pallotta si è fatto avanti quando Unicredit cercava acquirenti. Pertanto per evitare la fine della Fiorentina tienamocelo stretto con tutti i suoi difetti.Speriamo che Manchi riesca a tirare fuori prima o poi il coniglio dal cilindro. Sabato tutti allo Stadio per sostenere la Roma (e non per fischiare Spalletti che cmq ci ha regalato partite bellissime e un secondo posto da record dietro solo i ricchi e potenti gobbi).

  11. Si continua a dire che i giocatori non sono abituati al calcio di Di Francesco che fa un 4-3-3 Come lo faceva Luis Enriche,Zeman e Garcia e che la maggior parte delle squadre in Europa giocano….magari con qualche piccolo accorgimento metro in più o meno.
    E che tra l’altro è il modulo che si studia a Coverciano.
    Tutte le squadre che cercano di imporre il proprio calcio hanno la difesa alta con i reparti corti.
    C’è bisogno solo di lavorare e basta ci vuole tempo.
    Alla fine della passata stagione Spalletti ha giustificato (dopo un’anno di lavoro)che i molti gol presi sono frutto di un lavoro poco approfondito per mancanza di tempo.
    Questo nemmeno a cominciato che già è na pippa mah.
    Comunque sempre Forza Roma.

  12. Lotito fa la formichina e con 4 trofei si gode gli zeru tituli americani. Sensi dopo vittorie laziali di svenava, questi sembra non gliene possa frega de meno delle sorti dei suoi tifosi e degli sfotto che arrivano da tutte le parti. Siamo con la difesa in emergenze l’attacco non ha neanche fatto un tiro in porta su azione e va tutto bene così anzi mandiamo via anche Tumminello così si rimane in 5 in attacco? La Juventus ha 6 attaccanti e insegue Keita, ha preso Matuidi e bussa su Strtottman. La Roma? Tutto va bene cosi Madama la marchesa.E l’Inter È alle porte.

  13. @marco66 ha ragione. In tutto Il mondo si usa il 433 non è che ora i giocatori non sappiamo come si gioca. La cosa interessante su shick, invece, è che implicherebbe un cambio di modulo. A Bergamo abbiamo giocato con un 442. De Rossi vertice basso, Nainggolan e strootman mezz’ale con dezko che faceva più da trequartista.
    Con shick sarà un 4312 fisso. Lui il bosnio avanti Nainggolan dietro le punte e de Rossi strootman Pellegrini a centrocampo.
    Perrotti/elsha diventano riserve di lusso magari per giocate di rimessa e Defrel torna a fare il vice dezko.
    Altrimenti non mi spiego l’acquisto per 35 mln di sto giocatore.

    • @nando interessante il ragionamento sul 4312 anche se mi sembra strano che difra rinunci così presto al suo modulo. Al massimo potrebbe essere una alternativa per certe partite fino al rientro di elsha e di Ale, ma rischieremmo contro squadre che spingono sulle fasce. Certo che radja davanti con il suo tiro sarebbe un’arma in più che varrebbe il rischio.

      • Rischi perché Peres è un terzino d’attacco e non di difesa ma sarebbe una carta in più da giocarci soprattutto in trasferta contro squadre chiusissime.
        Sulla rinuncia beh relativo puoi diventare un 433 in attacco con Radja che si allarga a sinistra e in fase di non possesso hai sempre 3 centrocampisti che sanno fare sia le mezz’ale che scalare in difesa al centro

  14. Defrel giocherà a destra. Shick sostituirà Dzeko e, talvolta, giocherà con lui. Questo se arriverà lui.Le criticità sono tante…ma loro sono la Roma ad oggi è quindi FORZA !!!

LASCIA UN COMMENTO