Udinese. Delneri: “Niente scuse, Roma più cattiva”. Bizzarri: “Dopo 30 minuti partita chiusa” (VIDEO)

0
Pennacchio/BPEFOTO 10.01.2016 Verona (VR). Campionato Serie A 2015-2016. Hellas Verona vs Palermo Nella Foto

ROMA-UDINESE, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni dei tesserati della squadra friulana in occasione di Roma-Udinese.

POST PARTITA

BIZZARRI IN ZONA MISTA


Roma-Udinese, Bizzarri in zona mista di romanews

“La partita dopo mezz’ora era chiusa. Sapevamo che la Roma è una grande squadra, fa parte di quelle 5-6 squadre che sono davanti agli altri. Andare sul 3-0 è troppo, dobbiamo migliorare. Abbiamo delle qualità e speriamo di uscire da questo momento negativo il prima possibile”.

Alisson?
“Tutto dicono che è un buon portiere, infatti lo è un bravo portiere. Si sta abituando al campinato italiano e sicuramente farà bene”.

Ti aspettavi di giocare? Come hai visto il tuo compagno di reparto?
“Il mister ha scelto di mandare in campo me, come è successo per altri ruoli e in altre partite. Tutti andiamo in campo con lo stesso interesse: il bene dell’Udinese. Sono molto contento di aver giocato oggi, peccato per il risultato”.

SAMIR IN MIXED ZONE

Delneri ha detto che avete concesso troppo alla Roma…
“Il mister ha ragione, non dobbiamo mollare mai. Sapevamo che qui era dura e abbiamo mollato. Non si deve. Dobbiamo lavorare di più per recuperare fiducia: adesso testa alla Sampdoria. Dobbiamo prendere quello che di buono abbiamo fatto qui. Sarà una gara difficile, tosta contro la Samp. Loro hanno giocatori di qualità, noi dovremo tornare l’Udinese dell’anno scorso, quella con tanta voglia di correre e vincere”. 

Difesa a tre?
“Io sono qui per giocare, sto dove mi mette il mister. L’importante è giocare, aiutare i compagni e la squadra. Sabato contro la Samp servirà la miglior Udinese. Ci mancherà il capitano, un giocatore per noi importante, ci dà fiducia: giochiamo per lui e per noi”.

BEHRAMI IN MIXED ZONE

“Sta a noi giocatori esperti non far cadere il gruppo in depressione. Pensiamo a lavorare in maniera positiva per non cadere in un vortice da cui è difficile risalire. Noi esperti dobbiamo essere di riferimento. I valori tecnici oggi erano diversi, ma loro sono stati anche più decisi nei contrasti, a noi è mancata quella cattiveria. In questo momento dobbiamo capire che serve prima la cattiveria e poi la tecnica. La situazione si sta complicando sempre di più, dobbiamo reagire e pensare a cose positive in settimana. La Sampdoria diventa una gara molto importante, ma la gara deve essere caricata bene, non eccessivamente. L’impegno non è mai mancato, la squadra corre tanto, ma siamo un po’ troppo ingenui”. 

DELNERI IN CONFERENZA STAMPA

Cosa non funziona in questa Udinese?
“Questa settimana abbiamo avuto tante partite importanti, ma credo che abbiamo fatto il nostro. Ma la Roma ha vinto meritatamente la partita. Non siamo stati passivi, Alisson ha fatto anche una grande parata”. 

Mi ha colpito l’atteggiamento della squadra, nel primo tempo rassegnata, nel secondo più motivata.
“Non mi è piaciuto l’atteggiamento, abbiamo fatto molti passaggi all’indietro ed è un atteggiamento passivo. E’ il concetto di mentalità. Avevamo una difesa nuova di zecca. Ho visto poca aggressività sul portatore di palla. Abbiamo concesso situazioni importanti sulle ripartenze”.

Negli anni scorsi vedevamo delle sorprese delle piccole nei confronti della grandi, quest’anno no. Cosa sta succedendo?
“C’è differenza tra chi lotta per un obiettivo e chi lotta per un altro. Le grandi hanno fatto investimenti importanti, concedono poco”.

Il campionato a 16?
“Sì, però la differenza importante è negli investimenti che sono stati fatti. Le piccole appena sbagliano qualcosa pagano con la qualità di questi giocatori. Lo abbiamo visto noi oggi”. 

Sente la fiducia di poter portare la squadra a una salvezza tranquilla?
“Sì, c’è un rapporto sereno con la società, c’è fiducia reciproca. E’ un problema di risultati. E’ un momento difficile, 5 sconfitte su 6 sono pesanti. Alla squadra non posso rimproverare niente per come si pone”.

Nel 2° tempo è cambiato l’assetto della squadra?
“Non volevo prendere l’imbarcata, siamo scemi però un po’ di cultura sportiva concedetemela. Bizzarri ha fatto una buona partita, e Scuffet avrà tempo di ritrovare il suo posto”.

Dove colloca la Roma tra le prime 5?
“Mi sembra che Di Francesco stia facendo un ottimo lavoro, hanno idee, come con Spalletti in passato, la vedo più precisa. Hanno un’idea che esalta le qualità dei giocatori. La pressione della Roma non perdona niente, penso sia arrivato il momento che ambisca a tornare in posizioni importanti. Quest’anno ha i ricambi adatti per guardare più avanti, cosa che negli anni passati non aveva”

DELNERI A PREMIUM SPORT

Si può crescere dal punto di vista della personalità?
“Sì, i risultati danno meno sicurezze. Abbiamo affrontato tre formazioni di livello. Abbiamo un piano di lavoro importante e vedere dove sono le difficoltà. La Roma è stata più cattiva di noi ed in questo dobbiamo migliorare. Serviva il doppio della cattiveria, possiamo giocare meglio di oggi. Abbiamo concesso troppo”.

Ha parlato con la società?
“E’ sempre con noi, va al di là del risultato. Quando un allenatore non fa risultati è sempre in bilico, ma l’importante è lavorare con serenità”.

Quanto tempo le serve per sistemare la squadra?
“Con Milan e Torino non abbiamo fatto male. Oggi abbiamo creato. Dobbiamo imparare a non concedere niente agli avversari. Il primo gol potevamo evitarlo. Migliorare l’atteggiamento di campo, molti giocatori devono adattarsi al nuovo tipo di calcio. Il tempo nel calcio è labile e deve equivalere ai risultati di classifica”.

PRE PARTITA

ANGELLA A ROMA TV

“E’ una partita importantissima per entrambe le squadre, conosciamo le qualità della Roma ma vogliamo dimostrare il vostro valore. Con il Torino, dopo aver subito 2 gol, abbiamo avuto una grande reazione, abbiamo le qualità per mettere in difficoltà la Roma. Sappiamo che oggi ci sarà da soffrire ma dovremo mettere in campo qualità e personalità contro questi grandi giocatori”.

ANGELLA A SKY 

Noi siamo venuti qua per giocare e fare la nostra partita, vogliamo diimostrare di poterlo fare. Giochiamo contro una grande squadra ma dovremo avere l’atteggiamento giusto per portare a casa punti. Dzeko? Ogni squadra ha attaccanti forti, dobbiamo continuare a fare il nostro lavoro seguendo il mister senza preoccuparci dei giocatori di qualità. Ne abbiamo anche noi e se seguiamo il piano tattico non avremo problemi. Il mister l’ho visto concentrato e voglioso di far bene, queste sono partite stimolanti per dimostrare il nostro valore, dobbiamo fare bene tutti”.

GEROLIN A PREMIUM SPORT

“Scuffet? Abbiamo preso Bizzarri per coprirgli le spalle e in questo momento vogliamo lasciare Simone sereno, lui è un portiere interessante ma in questo momento gli abbiamo concesso un turno di riposo. Delneri? Sarà il nostro allenatore anche lunedì, dobbiamo giocare bene e limare certi atteggiamenti ed errori in campo, è dalla prima domenica che andiamo sotto troppo facilmente, dobbiamo evitare di prendere gol facile. Delneri è il nostro allenatore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here