TOTTENHAM-ROMA, LE INTERVISTE – Mauricio Pochettino, allenatore del Tottenham, interviene al termine della partita persa contro la Roma. Ecco le sue parole:

POCHETTINO IN CONFERENZA STAMPA

L’espulsione? 
“L’arbitro voleva mandarmi via ma gli ho detto che non aveva senso perché noi parliamo spagnolo e nessuno può aver capito cosa abbia detto, comunque mi sono scusato per il mio comportamento. Stiamo lavorando molto per sviluppare il nostro gioco e migliorare. Il nostro obiettivo era quello di giocare per avvicinarci alla miglior forma in vista della prossima stagione. Penso che la squadra stia facendo bene, la cosa importante è migliorare ogni giorno”.

POCHETTINO IN ZONA MISTA

Deluso per il risultato?
“Non sono deluso, anzi sono felice di aver visto dei progressi in campo, i giocatori migliorano giorno dopo giorno. Abbiamo giocato con giovani come Oakley-Boothe e Georgiu contro squadre del calibro di PSG e Roma, società che investono molto sul mercato. Abbiamo giocato meglio della Roma, creato molte occasioni, siamo stati sfortunati. Il mancato rigore è una decisione che ci ha penalizzato, meritavamo di più ma questo è il calcio. Ma siamo nel pre-campionato e non contano i risultati, ma la tenuta fisica nei 90 minuti. Abbiamo fatto anche degli errori, ci sono cose da migliorare ma in generale sono soddisfatto della squadra”.

La reazione della squadra dopo il 2-0?
“E’ qualcosa che dimostra ciò che siamo, è un aspetto importante da mantenere. Con il PSG abbiamo mostrato carattere e ci è andata bene, con la Roma siamo stati sfortunati anche se se abbiamo giocato bene. Un aspetto sicuramente da migliorare, il prossimo test con il Manchester City sarà ancora più difficile. Siamo calmi e sulla strada giusta, l’obiettivo è arrivare alla prima giornata di Premier League nelle migliori condizioni”.

Si è sentito il calore dei tifosi…
“L’80% degli spettatori facevano il tifo per noi, sono stati fantastici e li ringrazio. C’è un po’ di amarezza per il risultato ma abbiamo condiviso con loro una grande serata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

    • Che l’arbitro non debba aver capito solo perché lui parlava spagnolo è abbastanza una scemenza, per il resto siamo d’accordo anche se bisogna sempre ricordare che un’azione fallita (per sfortuna o errore arbitrale) determina il successivo andamento degli eventi, ovvero se avessero segnato invece di prendere la traversa (peraltro del tutto casuale essendo stata la palla deviata) la partita sarebbe andata comunque in modo diverso, non ci sarebbe stato nessun rigore negato (non lo stesso in ogni caso!), nessun gol di Under (non lo stesso) ecc. Magari sarebbe finita 3-0 per noi, o 1-4 per loro, nessuno lo può sapere, ed è questo che rende inutile recriminare sul numero di azioni fallite.

    • Si alla Roma serve ancora qualcosa…Che i pseudotifosi non rompano le scatole per ogni cosa….C’è qualcuno che vuole chiedere scusa al Tottenham per il rigore negato?e i due rigori negatI col PSG?QUALCUNO SI È SCUSATO CON LA ROMA?È COMICITÀ ALLO STATO PURO….

  1. Si certo…traversa e rigore negato, a parte che nel primo tempo c’e’ stato un episodio molto dubbio anche su Defrel visto solo da una angolazione, magari avrebbero pareggiato..ma poi forse gli andavamo a fare subito l’ 1-2….come è accaduto dopo il 2-2…… ad un certo punto abbiamo cambiato 5 giocatori contemporaneamente reggendo botta…..e se Iturbe avesse fatto il suo cioè rientrare andando a raddoppiare sulla fascia…non avremmo preso neanche quei 2 gol negli ultimi 5 minuti……Pochettino è da sempre un grande rosicone.

LASCIA UN COMMENTO