Torri: “Mercato? Mi auguro che sia finito il tempo degli addii”

31

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Fare bilanci al momento è prematuro, anche se un po’ di preoccupazione la trovo legittima. La Roma ha bisogno di un sostituto di Salah e di un vice-Dzeko, credo che queste siano le due priorità. Il reparto offensivo ha perso Salah e pure Totti, non scordiamocelo. L’egiziano ha fatto tanti gol e tanti assist, nonostante sia stato un mese e mezzo out per la Coppa d’Africa. Io mi aspetto un nome che ci faccia sobbalzare sulla sedia, un nome che porti tanti tifosi a Fiumicino. Trovare uno con le caratteristiche di Salah è difficile da trovare. Mi sembrava un giocatore in crescita. Spero che le partenze siano finite qui”.

Angelo Di Livio a Tele Radio Stereo: “Quaranta milioni per Berardi mi sembrano uno sproposito, però indubbiamente ha il tocco e la fantasia. Di Biagio ne parla in una maniera incredibile, secondo lui diventerà un grandissimo calciatore”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La Roma non aveva bisogno di fare 30 milioni di plusvalenza, ma quasi 90. Non sento parlare del perché la Roma in 6 anni si trova in queste condizioni qui”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: Non ho certezza che la Roma si stia indebolendo, ma nella stessa misura non ho certezza che ci stiamo rinforzando. La squadra deve rinforzarsi se vogliamo coltivare il sogno ambizioso di essere più competitivi e disarcionare la Juventus da quel primo posto”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Se vedi in prospettiva le cessioni che sta facendo, è una Roma che si indebolisce. Deve essere un mercato copioso, importante, non so se di nomi. Perché poi Monchi ha delle strade sue, va su altri nomi che a noi possono essere sconosciuti, ma che in Spagna e in Francia hanno fatto bene. Quello che stiamo vedendo è uno smembramento della squadra. Per essere l’alternativa della Juventus bisogna lavorare tanto. La Roma sta facendo una mini-rivoluzione culturale: il rischio è quello di fare un’annata di sperimentazione. Ma comunque ho molta fiducia in Di Francesco. Uno come Acerbi può sostituire Fazio o Manolas”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Se lo Zenit ti offre oltre 60 milioni per due giocatori importanti, ma sostituibili, è difficile rinunciare. La Roma ora deve essere brava a trovare valide alternative, ed ha tutte le possibilità per farlo”.

Alessandro Austini Tele Radio Stereo: “Hector Moreno è stato preso per risolvere i problemi di impostazione da dietro. Con a centrocampo Pellegrini sei più forte. Salah? Aspettiamo di vedere chi viene. Berardi secondo me non è un obiettivo della Roma, ma più di Di Francesco. Sulla carta sei meno forte con Eusebio rispetto a Spalletti e lì è la scommessa.”

Riccardo Angelini a Tele Radio Stereo: “I tifosi della Roma non sono obbligati ad avere pazienza. Chi vuole la squadra ora rimarrà deluso. Credo che Pellegrini arrivi e che sia quasi fatta per questo ragazzo olandese, Karsdorp. Per gli attaccanti, invece, si faranno due acquisti di prospettiva e sono sicuro che Monchi sarà un numero uno nel suo ruolo. Ma ho una certezza, e cioè che i milioni che si stanno guadagnando ora sono opera del genio che noi abbiamo fatto passare per uno della Lazio (Sabatini ndr.). Io spero che anche Monchi abbia lo stesso genio del ds che lo ha preceduto.

Francesco Di Giovambattista a Radio Radio: “Roque Mesa è un vecchio pallino di Monchi che cerca tutti quelli del Las Palmas. Non è un regista puro, può giocare anche largo. Però è un classe ’89, non proprio da linea verde”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Vogliamo dire che ieri sera la Germania ha giocato tutta la partita per perdere e così evitare la Spagna? A me è sembrata una partita vera. L’Italia Under 21 era più forte. Pellegrini l’ho visto molto bene, a tirare e a recuperare palloni, qualcuno lo avvicina a Perrotta, ma lui sa giocare meglio a centrocampo. Peccato per le brutte prestazioni di Berardi. Karsdorp? L’ho seguito e ho subito pensato fosse una bellissima ala, capace di dare la palla di prima e di crossare con grande intelligenza. Di Francesco gioca con i terzini d’attacco. Seri non credo sia un vero regista, ma perché non tenere Paredes? Non capisco tutta questa necessità di soldi”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Seri nell’ultimo anno è stato seguito da molti club, è un giocatore interessante. La cifra giusta per prenderlo è tra i 15 e i 20, ha ragione la Roma. Oltre si entra nella logica dell’asta e non penso finiremo in questa trappola. Di Francesco è una persona intelligente, sa che promesse non può farne. Alla Roma manca di solito una presa di responsabilità netta da parte della proprietà. Non possono venirci a dire che abbiamo la squadra più forte mai avuta dopo cessioni come quelle in corso”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

31 Commenti

  1. Eccome…….. credevate de avella svignata è?????? Ahahahahaahahhhahh rega’ oggi non voglio dire nulla……. neanche le cose reali…….. perché io vi capisco a tutti……. noi romanisti siamo veniali….. siamo passionali…… noi co la Roma non scopamo……. noi ce famo L amore….. e capisco i dubbi…… capisco le prospettive e i pensieri negativi……. io ve dico solo questo….. mi sento di farvi partecipi di una cosa……. monchi mi ha detto che ha preso f…….. ahahahaha sto scherzando!!!! Vi dico solo PROVIAMOCI….!!! Da amici….. da cuori giallorossi….. sosteniamo….. contro questi giornalisti….. contro queste radio che non fanno altro che buttare merd sulla Roma e su noi tifosi………. sosteniamo è siamo positivi fino ad agosto…. diamo fiducia a questo nuovo corso…… con monchi tutto è cambiato…… con di fra tutto è cambiato…… è tornato quel giocatore tanto amato ma non fenomenale….. lui è la nostra dimensione….. crescerà con noi….. amerà con noi la nostra Roma!!!!! Crediamoci!!!! Uniamoci….. parliamo d amore….. parliamo di giocatori…. di storia…….. daje rega’……. informiamoci discutiamo…. ma non abbattiamo …… non sparliamo adesso….. non giudichiamo adesso……. non vi state accorgendo che monchi si sta concentrando solo su cessioni di giocatori inutili al progetto, che non facevano parte più del gruppo….manolas…. gli acquisti ancora devono iniziare…… forza Roma sempre e comunque sono sempre con voi con hi sostiene o non sostiene qualche volta ma
    In buona fede!!!!! Sempre al vostro fianco!!!!! Voi siete romanisti dentro…… amate non disprezzate quello che non smetterete mai di amare!!!! La positività portera positività!!!! Facciamo questo viaggio insieme!!!!!!

  2. Perchè cedere Paredes? Forse Renga non conosce il valore del cash, deduco. E non sa che Seri ne vale due, di Paredes e che Pellegrini dovrà avere spazio in prima squadra.

      • Da francese, ti posso garantire che Seri è un giocatore di altissimo livello.
        Ha fatto una stagione meravigliosa.
        Detto questo, fino a 25M, o massimo 25M+bonus, va bene.
        Se parliamo di 30M, ma vedo circolare ciffre anche superiori, meglio non prenderlo.
        Secondo me la valutazione della Roma è quelle giusta.

  3. Paredes è un sopravvalutato, un centrocampista che dovrebbe essere tecnico ma non coglie mai la porta, pernicioso al limite della tua area visto che in genere si scansa e non marca, passaggio filtrante poco, lancio niente di che, se hai bisogno tende a nascondersi…Le perdite serie sono Sczeszny, Salah e Manolas…

    • Paredes ha deluso quest’anno. Poi non credo che sia l’ideale per il gioco di Di Francesco. Serve uno più mobile e veloce, tipo Seri (anche se non conosco granché questo giocatore).
      La perdita di Szczesny è davvero seria. Sto conservando un piccolo sogno che con i soldi di Manolas e Paredes ci riprendiamo Szczesny. Chissà.

  4. Renga: Non capisco tutta questa necessità di soldi
    Caro Renga dal prox anno ci saranno due formazioni dei CINESI in Serie A
    e l’unico modo per cercare di contrastarle è aver un bel po di soldi da parte..

    nb. senza soldi nun se cantano nemmeno le messe.

  5. Vi faccio alcuni nomi: Karsdorp, Foyth, Seri, Gomez e Pellegri del Genoa (oltre a Pellegrini)… La prossima settimana ne riparliamo.
    Monchi ci stupirà fino a fine agosto

  6. Facciamo i conti della “serva”:
    1) 230 da Goldman Sachs
    2) 50 da Salah
    3) 67 da Manolas + Paredes
    Totale 347, giusto? e c’è da vendere doumbia, iturbe, mario rui etc etc…
    Togliamone 40 per l’ultimo bilancio per il fair play. Mettiamo che con le altre cessioni arriviamo a 330/340 milioni di liquidità per il mercato e per gli stipendi, passivo compreso. Per il mercato ameno 200 milioni? Allora non arriveranno “solo” karsdorp, seri, pellegrini, pellegri, foyth o gomez/muriel… Arriverà qualcos’altro… Non vedo l’ora ragazzi!!!

    • te sei fatto prende un po’ la mano e sei andato un po’ fori con i conti!
      1) Goldman Sachs non ha dato 230 mln alla Roma. Gli ha detto che il debito di 170 mln già effettuato anni fa, a un certo tasso d’interesse x( non so quanto sia) lo può estendere fino a 230 mln tenendo lo stesso tasso. Quindi, al massimo, sono 60 mln extra sempre se li mettono tutti nella Roma.
      2) te sei scordato i soldi champions.
      3) Mario Rui, così come Peres, li devi pagare quest’anno e sono 12.5 per il brasiliano e l’altro tipo 6.5 mln. Quindi 19 mln vanno in spese
      4) Juan Jesus lo stesso, sono 10 mln. Quindi sono 29 mln da togliere.

      a conti fatti, 50 CL + 50 Salah + 60 Manolas-Paredes sono 160 + 60 GS, 220. Togline 29 degli aquisti passati e sono 191 mln, le spese, gli ingaggi, scazzi e mazzi e te ne restano si e no 5-6 forse. A quel punto puoi indebitarti di massimo 30 mln per il FPF e quindi stai a fa il mercato con circa 40 mln.
      10 Pellegrini, 16 Karsdorp, 7 Foyth e sono 36 mln più 4 che t’avanzano a meno che Mario Rui non lo rivendi ai 9.5 mln pari pari che hai speso l’anno scorso e ce prendi qualcun altro ma lo devi pagare meno altrimenti è tutto un cazzo.

      DOumbia-Iturbe ecc., saranno dei negativi di bilancio paurosi quindi faranno di tutto per ritardare la vendita che così almeno non devono metterli a bilancio.

      in linea di massima, la squadra dovrebbe fare un campionato dignitoso e arrivare 2° o 4° è lo stesso. Magari in CL arriviamo terzi al girone e così con la EL potremmo avere più chance di andare avanti e la solita coppa Italia che vincerla darebbe morale a un’intera piazza ormai disillusa.

      • Nando anche tu hai dimenticato molte entrate, esempio i diritti TV serie A che ammontano a una settantina di milioni più incassi al botteghino che con gli abbonamenti arrivano a 30. Poi Peres non lo paghi perché hanno già riscattato a gennaio Iago Falque per 6 più 8 per Liajic. Quindi ci sono più di 100 milioni da investire.

        • Meglio così allora. Dunque serve un centrale al posto di Manolas, un terzino dx e uno sx se Mario Rui va via.
          Centrocampo solo innesti dalle seconde linee dato che Paredes faceva panca.
          Davanti devi fare la catena di dx e un vice dezko.
          A seconda chi viene giudicheremo.
          Poi il campo e un’altra cosa.

  7. Adesso che non abbiamo lo pseudo capitano come palla al piede che per forza di cose doveva far girare tutto il mondo attorno a sè, credo che finalmente vedremo chi tifava per la Roma o per la Totti soccer… Forza “ROMA”!

  8. Argomento portiere: Sczeszny ha fatto un buonissimo campionato. Quest’anno. Lo scorso anno, un buon campionato con alti e bassi, come gli capitava a Londra .. perchè se fosse stato un “fenomeno”, MAI l’Arsenal lo avrebbe mandato in prestito (come se noi mandassimo in prestito Nainggolan …).
    Il suo limite era, appunto, quello di essere discontinuo. Sabatini (che notoriamente non ci capisce nulla, no ?) decide di prendere un giovane di prospettiva, diventato in breve tempo titolare della nazionale brasiliana. Spalletti (così dicono le leggende …) pensa che Alisson avrebbe bisogno di un anno di apprendistato e quindi divide i due portieri nelle tre competizioni, specificando che per lui sono sullo stesso livello. E quindi chi cala di rendimento, finisce in panca.
    Questo, secondo me, ha aiutato Sczeszny ad essere pungolato .. e lui, per carattere, un pò ne ha bisogno. Quindi, se anche noi oggi spendessimo 16 / 18 milioni per riprenderlo .. dovremmo vendere il brasiliano, che non resterebbe a fare un altro anno in panchina. Il brasiliano non puoi venderlo a grosse cifre perchè, non dandogli fiducia, significa che non lo reputi all’altezza. Quindi ci rimetti i soldi. Poi ti devi andare a comprare un secondo portiere. Se lo compri bravo (tipo Perin, per intenderci) dovresti spendere altri soldoni. Se lo compri “scarso” o comunque con molta differenza dal primo, rischi che Sczeszny si sieda come ha fatto altre volte nella sua carriera e quindi avresti speso soldi per uno con un rendimento minore.
    Alla luce di quanto sopra, la Roma sceglie di puntare su Alisson che, tra l’altro, hanno visto in allenamento ogni giorno e quindi ne sanno più di noi sicuramente.
    Non ci vedo nulla di tragico .. ma anche su questo, in questa città, riusciamo a polemizzare…mah…

  9. al di là di ogni considerazione, io non riesco a capire come uno palesemente della lazie si diverta a scrivere qui … boh .. penserà di farci un dispetto….secondo me uno così non sta bene ….
    Tanto credo che si capisca a chi mi riferisco ….

  10. Lo ripeto e lo ribadisco. PARLANO I NUMERI! Ci saranno poco meno di 200 milioni di euro da investire per gli acquisti. Laziali e gobbi abbandonate questo blog e pensate a voi! Avevo dimenticato Berardi, scusate eh?……

  11. Questo blog accetta la presenza di tutti… Ma proprio tutti. Ok ognuno è libero di dire la propria, senza censure e risposte stupidine, no? Quando si apre una linea di credito con un hedge fund (Goldman) per un possessore di un hedge fund (Pallotta) significa che cambia qualcosa. In positivo. Ha ragione CUCS2015 sulle prospettive e sui numeri. Ineccepibili! I diritti tv mancano ma quelli serviranno per gli stipendi e le spese ordinarie. Monchi, a mio modesto parere ha già in mano Kasdorp e Berardi e aspetta il Primo Luglio (primo giorno del nuovo bilancio, fuori dal fair play finalmente!). L’agente di Giaccherini non si è esposto così tanto, strano vero? Tra qualche settimana vedremo qualche finto tifoso non intervenire più, di fronte all’evidenza. E qualche tifoso nostalgico la smetterà di essere disfattista e pessimista. Solo la maglia, solo i colori, un urlo: ROMA. [un grande saluto a Balbo 2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here