Tiki Tattica, Roma-Benevento: emergenza a centrocampo, la chiave è Defrel

0

TIKI TATTICA ROMA BENEVENTO – Ventiquattresima giornata del campionato di Serie A che vede la Roma ospitare allo Stadio Olimpico il fanalino di coda Benevento. La squadra di Di Francesco arriva dai tre punti ottenuti contro l’Hellas Verona, mentre i sanniti dalla sconfitta per 2-0 nel derby campano contro il Napoli. Ora i giallorossi devono dare continuità di risultati per rientrare definitivamente nella corsa Champions League, insieme a Inter e Lazio. Lumino di speranza sempre più piccolo per la salvezza della squadra di De Zerbi che vede il distacco con le altre farsi sempre più grande.

GLI SCHIERAMENTI – La prova del 4-2-3-1 a Verona ha funzionato e Di Francesco è pronto a riproporlo. Un po’ per i numeri e un po’ per obbligo, visto infortuni e squalificati, la Roma scenderà in campo per la seconda gara di fila senza il 4-3-3. La difesa non dovrebbe subire variazioni con le corsie esterne occupate per forza di cose da Florenzi e Kolarov. Difficile vedere un cambio anche nella coppia centrale con Fazio e Manolas in vantaggio su Juan Jesus. La vera emergenza è a centrocampo con le condizioni di Daniele De Rossi che ancora non danno certezze. Oltre ai problemi fisici del capitano giallorosso si aggiungono anche le squalifiche di Pellegrini e Nainggolan. In mediana dunque spazio a Gerson e a Strootman, una coppia inedita che però può rivelarsi una sorpresa. In avanti c’è Edin Dzeko, con alle spalle un trio formato da Ünder-Defrel-Perotti. L’unico vero dubbio del tecnico giallorosso è il ballottaggio tra Perotti e El Shaarawy. Benevento che con ogni probabilità si presenterà all’Olimpico con lo stesso schieramento tattico visto nel derby contro il Napoli, vale a dire con il 4-3-3. La linea difensiva formata da Letizia-Djimsiti-Costa-Venuti si appresta alla conferma. A centrocampo il ballottaggio è tra l’ex biancoceleste Danilo Cataldi e Ledian Memushaj, mentre sono sicuri di una maglia da titolari Sandro e Djuricic. Nel tridente offensivo spazio a Guilherme, Coda e D’Alessandro.

LA CHIAVE – Sulla carta i tre punti sono già nelle tasche della Roma, ma il calcio non è mai così scontato. La gara di domenica sera contro il Benevento riserva molte insidie, perché i sanniti non sono più quelli di un girone fa e la gara contro il Napoli ne è la prova. Di Francesco dovrà far ricorso a tutte le sue armi, per portarsi a casa tre punti fondamentali per la rincorsa ad un posto in Champions League. La chiave del match può essere proprio in uno dei suoi fedelissimi; Gregoire Defrel sta tornando in forma e la determinazione messa in campo, negli ultimi minuti della gara del Bentegodi, può solo che essere un asso nella manica per Eusebio. Il ruolo del francese sarà determinante in fase offensiva, ma anche in fase difensiva dove la sua corsa darà un grosso apporto alla coppia di centrocampo Gerson-Strootman. Il numero 23 è ancora alla ricerca del primo gol con la maglia della Roma e chissà se la gara con il Benevento può essere quella della svolta.

Daniele Matera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here