PAGELLE ROMA-LIONE – La Roma batte il Lione per 2-1 ma non basta, è fuori dall’Europa League. Illudono la rete di Strootman e l’autogol di Tousart su una bella giocata di El Shaarawy. I giallorossi pagano la rete iniziale di Diakhaby e dicono addio all’Europa League.

Giulia Spiniello

ALISSON 7. Sul gol non ha colpe. Nella ripresa si supera, prima con una deviazione su  Tolisso e poi miracolosamente su Cornet.

RUDIGER 6. Peccato per il suo destro che si va a schiantare sulla traversa del Lione in avvio.  In difesa a volte traballa, ma non si tira mai indietro quando si tratta di scendere a duello.

MANOLAS 6,5. Sia lui che Fazio si fanno anticipare di testa sul gol di Diakhaby. Indeciso quando deve impostare il gioco ma dopo la rete dell’1-0 dalle sue parti non si passa più.  Era diffidato e viene ammonito.

FAZIO 6. Come sopra! Nella parte centrale del match tiene bene, poi con la squadra sbilanciata in avanti vede in fantasmi. Da un suo errore nasce il contropiede di Tolisso.

PERES 5. Propone molti palloni per gli attaccanti, ma commette anche diversi errori in controllo palla. Pericoloso quando si addormenta in difesa…

DE ROSSI 6,5. E’ in difesa, in cabina di regia, in attacco. Batte lui la punizione che si trasforma nel gol di Strootman.

STROOTMAN 7. Bravo a deviare quasi di tacco al volo la palla dell’1-1 105 secondi dopo il vantaggio francese, il pareggio più veloce di questa Europa League. Capita sempre sui suoi piedi il pallone più clamoroso per il raddoppio, prima col destro e poi con il sinistro.

MARIO RUI 5,5. L’impegno non manca: spinge, crossa, rientra, bene in difesa sulle diagonali. Manca lo spunto che fa la differenza

SALAH 5,5.  E’ battaglia vera con Lopes che gli para due gol che sembravano già dentro. Bene come assistman, si vede poco in fase di conclusione.

NAINGGOLAN 6,5. Scatenato, è ovunque anche lui: prova più volte la botta. Crossa per i compagni, prende botte e le dà. Generoso!

DZEKO 5,5. Lavora molto per la squadra, tiene palla, fa salire i compagni, li serve. Gli manca il gol, anzi lo avrebbe anche segnato se non avessero fischiato il fuorigioco. Nel recupero si mangia la rete della qualificazione.

Dal 59′ EL SHAARAWY 6,5. Entra al posto di Peres ed è subito decisivo con il cross rasoterra per l’autogol che regala il 2-1. E’ il più pericoloso con il gol sfiorato di pochi millimetri qualche minuto dopo.

Dal 75′  PEROTTI SV. Entra al posto di Mario Rui.

Dall’ 83′ TOTTI SV. Entra al posto di De Rossi

SPALLETTI 6. Conferma il 3-4-2-1 con la sola novità di Mario Rui a sinistra al posto di Emerson, non al meglio. La squadra parte subito forte, ottima la reazione dopo lo svantaggio. Azzecca la mossa El Shaarawy, si dimena nella sua area di pertinenza e anche fuori ma deve raccogliere amaramente il primo verdetto stagionale: la Roma è fuori dall’Europa League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. Dzeko 3…..fantasma impalpabile…….Salah 5…….mancandogli la velocità gli manca pressochè tutto e poi sbaglia i gol più semplici…. B. Peres 4,5….a Torino era un altro..a Roma si è perso……M. Rui 6…..non gioca da tempo ma fa vedere che di lui ci si può fidare…….Spalletti 4…..sbaglia tutto ciò che si può sbagliare e con saccenza mista a sfottò lo ammette in conferenza stampa quando un giornalista gli chiede delle sostituzioni delle punte che non andavano……nei momenti topici commette sempre i soliti errori……..ARROGANTE…….gli altri tutti sopra la sufficienza con un particolare encomio per ALLISON…8…..

LASCIA UN COMMENTO