Stadio della Roma, rottura tra Grancio e maggioranza Movimento 5 stelle. Duro scontro con la Ferrara

2

GRANCIO STADIO DELLA ROMA – Si riapre la frattura tra Cristina Grancio, la consigliera già finita nei mesi scorsi nel ‘mirino’ per le sue posizioni critiche sul progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle e la maggioranza del Movimento 5 stelle. Come riportato da Adnkronos, la rottura si sarebbe acuita dopo la notizia della presentazione di due interrogazioni, indirizzate alla sindaca di Roma Virginia Raggi e agli assessori competenti, presso gli uffici dell’Assemblea Capitolina sul progetto del nuovo impianto sportivo del club giallorosso, firmate dalla stessa Grancio con il consigliere di Sinistra per Roma Stefano Fassina.

A testimoniare il rapporto ormai logoro con i suoi colleghi sono le dichiarazioni del capogruppo M5S in Campidoglio Paolo Ferrara“E’ sua facoltà e sua prerogativa presentare un’interrogazione, sarà valutata senza problema. Poi se interrogasse anche se stessa sul suo futuro sarebbe anche meglio…”. Non si è fatta attendere la risposta di Grancio: “Io so molto bene di cosa faccio parte, dell’associazione M5S del 2009, quella che mi ha eletto – ha replicato la consigliera ‘dissidente’ all’Adnkronos – immagino che loro siano tutti passati nella nuova associazione nata il 20 dicembre 2017, quella di Di Maio, visto che mi hanno di nuovo eliminato dalla chat comune e ne hanno fatta una in cui si chiamano ‘gruppo nuovo statuto’. Io sono rimasta nell’associazione che mi eletto”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. solo un buon modo di farsi pubblicità, anche perché, concreti ostacoli alla costruzione di uno stadio, non esistono … quindi cosa contesterebbe questa grancio ? mica staremo ancora a parlare di vincoli sulle tribune ? o del treno o del ponte ? tutte cose che hanno dovuto tagliare i 5* per far finta di essere “diversi”, la verità è che hanno fatto un pastrocchio per accontentare chi li ha votati, invece di approvare il piano Marino che era più che buono … e fare queste torri che sarebbero state anche una opera d’arte architettonica… ma che in Italia si può fare qualcosa ??

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here