SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “La Roma deve chiudere l’affare Kessie il prima possibile, altrimenti si rischia di farselo sfuggire di mano. E’ vero che il procuratore del ragazzo sta giocando un po’ sporco ma è altrettanto vero che alcune squadre di Premier League si stanno muovendo per provare a prendere il giocatore”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: Shick sarebbe stato il vice Dzeko perfetto: ha fatto un campionato in panchina alla Sampdoria senza aprire bocca e ha fatto comunque 10 gol. Sarebbe stato il giocatore ideale per la Roma e mi dispiacerebbe molto se in futuro andasse alla Juventus”.

Marco Madeddu Tele Radio Stereo: Monchi? Gli auguro il meglio peró attenzione a pensare che abbia la bacchetta magica. Gli darei tempo e lo aspetterei. Lui in Spagna ha sempre fatto un ottimo mercato ma sempre un mercato di seconda fascia perchè c’erano Barcellona e Real Madird, qui invece deve fare un mercato di prima fascia per competere con Juventus e Napoli”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Se la Roma vince il derby penso che il Napoli possa crollare”.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo: “Secondo me De Rossi è uno dei giocatori fondamentali di questa Roma, sono contento che nel derby ci sarà. Paredes a Pescara ha fatto bene, ma con Daniele in campo la squadra si sente più sicura. Derby? Ho l’impressione che la Roma andrà a gestire un pochino la partita, con la voglia di prendersi una rivincita. Se la Roma resta a +4 dal Napoli dopo questo turno di campionato, all’80% sarà seconda. Kessie? Ci siamo. Da quello che so io i giochi sono fatti, bisogna soltanto cercare di calmare il suo agente. Da Bergamo mi dicono che la parola data alla Roma resta quella, solo un eventuale dietrofront giallorosso potrebbe far saltare la trattativa, e non credo sia questo il caso. Salah? Io me lo terrei stretto, anche perché questo sarebbe l’anno sbagliato per venderlo. Sono convinto che davanti la Roma voglia cambiare qualcosa”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio:La Roma deve affrontare questo derby in maniera tatticamente più accorta, giudiziosa, piena di grinta, di volontà e di dinamismo ma con attenzione. E’ una partita delicata da giocare con la testa sapendo che il gol può arrivare anche alla fine. Non deve prestare il fianco alle ripartenze della Lazio. Se il Milan offrisse 35 milioni per Dzeko io ci penserei, ma la Roma deve essere sicura di trovare una validissima alternativa e non è semplice. La coppia Dzeko-Salah è una delle poche certezze che ha la Roma”.

Franco Melli a Radio Radio:La Roma deve pensare ad una sorta di rivincita. L’eliminazione dalla Coppa Italia deve servire da molla per la squadra di Spalletti. Quella è da considerarsi una vera mortificazione, più delle eliminazioni dalle coppe europee. A quelle cifre io Dzeko lo porterei al Milan a cavacecio. Ma io ho forti dubbi che il Milan possa spendere 35 milioni per il bosniaco. Con questi soldi prendi uno come Aguero”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo:La Lazio giocherà con lo stesso atteggiamento tattico degli scorsi derby: difesa schierata e ripartenze. Inzaghi sa bene che la sua squadra è inferiore dal punto di vista tecnico. Credo che Totti non abbia ancora preso una decisione sul suo futuro, altrimenti qualcosa sarebbe già uscito”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Quando parla De Rossi, difficilmente non mi piace. Ha sempre cose interessanti da dire. Ha una testa differente rispetto alla media dei calciatori. Tra i tanti allenatori, il giallorosso, deve ringraziare Luis Enrique che posizionandolo davanti alla difesa gli ha sicuramente allungato la carriera da calciatore. Lo vedo molto bene come un futuro allenatore”.

Adriano Serafini a Tele Radio Stereo: “Ieri Spalletti e Monchi si sono incontrati ma non hanno parlato del futuro, è stato un colloquio fugace. Chissà se Spalletti, con l’arrivo del ds spagnolo, si sia convinto che la società vuole fare sul serio e che vuole far crescere la squadra. Da quanto so, è Monchi che chiede al proprio tecnico quali calciatori e con quali caratteristiche vuole. L’ho visto molto teso e tirato, ma è normalissimo quando si cambia una squadra dopo 30 anni”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Il futuro di Totti è alla Roma, ma non so se da protagonista. Quando si parla di Francesco è sempre difficile capire se si ritirerà a fine campionato, ma lui ha sempre voglia di giocare e si vede. Il calcio è la sua vita”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo:Anche se la Juventus dovesse perdere a Bergamo, le chances scudetto, per me, restano all’1%. Spalletti, credo e spero, che non abbia già trovato una amante“.

Furio Focolari a Radio Radio: “Dzeko al Milan? Per 35 milioni lo venderei. Devo riconoscere che Totti è stato il giocatore più importante della città di Roma, onore a lui. Sarebbe bello che questo possa essere il derby di Totti”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Scarpino per l’ultimo derby? Lo deve giocare però… Comunque vada, vorrei che Totti smettesse di giocare per dare una mano alla Roma a livello dirigenzial. Il problema è che l’anno prossimo Spalletti potrebbe valere meno di un Totti dirigente”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Totti quest’anno non è stato trattato benissimo da Spalletti. Poi Francesco è un bravo ragazzo e ottimo professionista, ma un altro avrebbe reagito in maniera diversa. Totti nonostante tutto è stato sempre perfetto. Non ha mai detto una parola quando è stato messo in campo negli ultimi 2-3 minuti. Si è messo sempre al servizio della squadra”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Quest’anno Spalletti ha trattato Totti come una vecchia gloria. Sempre nelle ultime parti delle gare, e sempre pochi minuti. Mi sembra eccessivo”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Ci sono tanti calciatori della Roma he potrebbero cambiare squadra e per loro potrebbe essere l’ultimo derby. Totti in campo? Non so se sperare di sì, perché metterlo negli ultimi 3 minuti è ingiusto. Lui l’ha sempre accettato con eleganza, ma sarebbe anche il caso di smetterla. Il Milan su Dzeko? Fossi la Roma ci penserei, ma a condizione che poi venga preso un attaccante altrettanto forte”.

Giulia Spiniello alla Web Radio di Romanews.eu – “Era fondamentale dare l’ufficialità. Ci sono tutte le premesse per fare un lavoro di continuità rispetto a Sabatini. Kessie? Credo che manchi qualche dettaglio. E’ una scommessa ma 25 milioni al giorno d’oggi non sono nulla. Penso che la definizione di Kessie potrebbe arrivare con il secondo posto e sarà fondamentale il derby”.

  • lupo52

    Certo che se un giorno non si parla di Totti e dei suoi fantomatici record

    • anto58

      Come se questi record ci avessero fatto vincere qualcosa, invece, ma la “gente” ha il prosciutto sopra gli occhi….

  • lupo52

    Sarei piu felice se gli scarpini nuovi li indossasse nella gara della sua festa di addio. Il derby lo voglio vincere…..E chi vuole capire capisca.

    • anto58

      i guai che ha fatto la Fornero nel mandare in pensione la gente se non ha almeno 80 anni….

  • Peter

    Se questo Kessie arrivera, il suo procuratore rompera’ le scatole ogni anno. Una lunga permanenza a Roma mi sembra difficile ma probabilmente neanche la Roma sta cercando questo.

  • enrico

    concordo con lupo52